Babylon: trailer italiano e anticipazioni del film con Brad Pitt e Margot Robbie

Tutto quello che c’è da sapere su “Babylon”, il nuovo film del regista di “La La Land” con Brad Pitt e Margot Robbie al cinema a gennaio 2023.

A gennaio 2023 arriva nei cinema italiani con Eagle Pictures Babylon, il nuovo film del Premio Oscar Damien Chazelle, regista di La La Land e Whiplash; un racconto memorabile con Brad Pitt e Margot Robbie ambientato nella Los Angeles degli anni ’20. “Babylon” è una storia di ambizioni smisurate e di eccessi oltraggiosi, che ripercorre l’ascesa e la caduta di molteplici personaggi in un’epoca di sfrenata decadenza e depravazione nella sfavillante Hollywood a cavallo tra il passaggio dai film muti al sonoro.

Trama e cast

La trama ufficiale: “Babylon” è una storia di ambizioni smisurate e di eccessi oltraggiosi, che ripercorre l’ascesa e la caduta di molteplici personaggi in un’epoca di sfrenata decadenza e depravazione nella sfavillante Hollywood degli anni ’20 a cavallo tra il passaggio dai film muti al sonoro.

Il cast guidato da Brad Pitt e Margot Robbie include anche Diego Calva, Jean Smart, Jovan Adepo, Li Jun Li, P.J. Byrne, Lukas Haas, Olivia Hamilton, Tobey Maguire, Max Minghella, Rory Scovel, Katherine Waterston, Flea, Jeff Garlin, Eric Roberts, Ethan Suplee, Samara Weaving e Olivia Wilde.

Babylon – trailer e video

Curiosità

  • Nell’estate 2019, lo sceneggiatore e regista Damien Chazelle ha portato una bozza della sceneggiatura del film ai principali studi cinematografici. Ci sono state voci riguardo alla qualità della sceneggiatura, che l’attore Brad Pitt in seguito ha elogiato definendola come “davvero, davvero buona”. Tuttavia, secondo quanto riferito, diversi dirigenti hanno esitato a causa di un budget previsto compreso tra 80 e 100 milioni di dollari. Di conseguenza, Chazelle ha passato del tempo a rielaborare la sceneggiatura per ridurre il budget. Subito dopo, è partita una guerra di offerte tra Paramount Pictures e Lionsgate Entertainment per ottenere i diritti di distribuzione mondiale del film. Alla fine la Paramount ha trionfato.
  • La storia è ambientata in una Hollywood “Pre Code”, tra la fine degli anni ’20 e l’inizio degli anni ’30, durante il passaggio dell’industria cinematografica dai film muti al sonoro. Questa era di Hollywood era rinomata non solo per le sue feste leggendarie e il comportamento ribelle, ma anche per i suoi contenuti cinematografici trasgressivi. Prima del 1934, i film di Hollywood potevano rappresentare o implicare nudità, gesti osceni, relazioni omosessuali, adulterio, stupro, aborto e uso di droghe. Quando il “Codice” di produzione cinematografica è stato applicato nel 1934, il contenuto dei film è stato severamente limitato e la censura non ha consentito ai film pre-code di essere ripubblicati senza tagli permanenti alle stampe principali. Il “Codice” sarebbe rimasto in vigore fino al 1968, momento in cui l’era trasgressiva del cinema Pre-Code si era ormai diluita nella memoria nazionale.
  • Sia Brad Pitt che Leonardo DiCaprio hanno letto la sceneggiatura di Damien Chazelle per “Babylon” (2022) durante le riprese di C’era una volta…a Hollywood (2019). L’amico di DiCaprio, l’attore Tobey Maguire, è uno dei produttori di “Babylon”.
  • Emma Stone era stata originariamente scelta per il ruolo principale, che era stato annunciato essere basato su Clara Bow, attrice americana che passò con successo da muto al sonoro nel 1929. Quando Stone abbandona a causa di conflitti di programmazione, dopo che la produzione viene ritardata a causa della pandemia di COVID-19 e Margot Robbie l’ha sostituisce, il ruolo vieen rielaborato per diventare di natura più immaginaria.
  • Durante un podcast, Damien Chazelle ha dichiarato che la sceneggiatura è stata ispirata da Babylon Berlin (2017), una serie tv neo-noir tedesca creata, scritta e diretta da Tom Tykwer, Achim von Borries e Hendrik Handloegten, e basata sui romanzi dell’autore tedesco Volker Kutscher. La serie è ambientata a Berlino nel 1929, durante gli ultimi anni della Repubblica di Weimar (Il Reich tedesco nel periodo tra il 1918 e il 1933). La trama segue Gereon Rath (Volker Bruch), un ispettore di polizia incaricato da Colonia che è in missione segreta per smantellare un giro di estorsioni, e Charlotte Ritter (Liv Lisa Fries), impiegata in polizia con ambizioni da ispettore di giorno e flapper di notte, slang per definire donne dei ruggenti anni venti, spiriti liberi e ribelli dal trucco eccessivo, una passione per gli alcolici, una sessualità disinvolta e libera e una serie di abitudini che sfidavano le norme sociali dell’epoca come il fumare in pubblico e guidare automobili da sole.
  • Margot Robbie e Brad Pitt hanno già recitato insieme in “C’era una volta…a Hollywood”. Sia “Babylon” che “C’era una volta…a Hollywood” esplorano i periodi di transizione nell’industria cinematografica. Questa storia esplora il periodo di transizione tra film muti e il sonoro mentre il film di Tarantini esplora gli ultimi anni dell’età d’oro di Hollywood nel 1969 a Los Angeles.
  • Terza collaborazione tra Margot Robbie e Brad Pitt dopo La grande scommessa (2015) e “C’era una volta…a Hollywood”. Tuttavia i due attori non hanno condiviso scene in quei film.
  • Per coincidenza, proprio mentre Margot Robbie alla fine ha assunto il ruolo principale di Emma Stone in questo film, Stone è stata infine scelta al posto di Robbie in Birdman o (L’imprevedibile virtù dell’ignoranza) (2014), nel ruolo di supporto di Sam.
  • La scena di apertura del film, della durata prevista di 30 minuti, sarà caratterizzata da “dissolutezza felliniana” e da immagini grafiche che coinvolgono una lunga orgia, che ricorda film come Eyes Wide Shut (1999) di Stanley Kubrick.
  • Olivia Wilde e Spike Jonze hanno già lavorato insieme in Her – Lei (2013).
  • Il cast del film comprende due vincitori di Oscar: Brad Pitt e Spike Jonze; e due candidati all’Oscar: Margot Robbie ed Eric Roberts.
  • Il film è prodotto da Olivia Hamilton, Padraic Murphy, Marc Platt e Matthew Plouffe. Tobey Maguire, Michael Beugg, Helen Estabrook, Adam Siegel e Christa Vausbinder sono i produttori esecutivi.

Chi è Damien Chazelle?

Il Premio Oscar Damien Chazelle (Regista/Produttore) ha scritto e diretto il musical La La Land, che ha ricevuto 14 candidature all’ Oscar vincendone sei, tra cui quella di migliore regia per Chazelle, che è il più giovane regista mai premiato. Il film ha anche battuto il record di premi vinti ai Golden Globe e ha avuto l’onore di ricevere cinque BAFTA (British Academy of Film and Television Arts) e 11 candidature. Il suo precedente film “Whiplash” del 2014, ha ricevuto cinque nomination agli Oscar con tre premi tra cui quello per migliore attore non protagonista per J.K. Simmons. Il suo cortometraggio del 2013, basato sul copione di “Whiplash” ha ricevuto il premio della giuria per cortometraggi al Sundance Film Festival e l’anno dopo, il lungometraggio ha ottenuto allo stesso festival, il premio sia della giuria che del pubblico. Chazelle ha realizzato il suo primo lungometraggio Guy and Madeline on a Park Bench, quando era ancora studente all’Università di Harvard. Il film è stato indicato come uno dei migliori film dell’anno da The New York Times, The Chicago Tribune, LA Weekly, The Village Voice e altri. Nel 2018 Chazelle  ha diretto First Man – Il primo uomo con protagonisti Ryan Gosling e Claire Foy. La pellicola, adattamento cinematografico della biografia ufficiale “First Man: The Life of Neil A. Armstrong” scritta da James R. Hansen e pubblicata nel 2005, narra la storia di Neil Armstrong, primo uomo a mettere piede sulla Luna, e gli anni precedenti la missione dell’Apollo 11. Il film ha ricevuto 4 nomination agli Oscar: miglior scenografia, montaggio sonoro, sonoro ed effetti speciali vincendo la statuetta per quest’ultima categoria.

La colonna sonora

  • Le musiche originali del film sono del compositore Justin Hurwitz, alla sua quarta collaborazione con il regista Damienne Chazelle dopo “Whiplash”, “La La Land” che è valso a Hurwitz due Oscar ( migliore colonna sonora e migliore canzone originale “City of Stars” con Benj Pasek & Justin Paul) e First Man – Il primo uomo (Golden Globe alla migliore colonna sonora).

Poster e video