Cannes 2022, vincitori: Palma d’oro a “Triangle of Sadness”, Premio della giuria a “Le otto montagne”

Scopri la lista completa di premiati e vincitori al Festival di Cannes 2022, Palma d’oro a Triangle of Sadness”, premio della giuria a “Le otto montagne”

Annunciati i premiati del Festival di Cannes 2022, 75esima edizione della prestigiosa kermesse cinematografica d’oltralpe. Dopo 11 giorni di proiezioni, red carpet e anteprime, la giuria di Cannes 2022 capitanata dall’attore francese Vincent Lindon ha assegnato i premi nel corso della cerimonia di chiusura tenutasi presso il Grand Théâtre Lumière.

La cerimonia di premiazione ha visto conduttrice d’eccezione l’attrice belga Virginie Efira, vera e propria icona del cinema francese. Tra i film interpretati dall’attrice le commedie Il mio migliore incubo! e 7 uomini a mollo e il provocatorio Benedetta di Paul Verhoeven.

Premiato con la Palma d’oro il corale Triangle of Sadness del regista svedese Ruben Östlund, mentre Le otto montagne, co-produzione Italia, Belgio e Francia con Luca Marinelli e Alessandro Borghi, si è aggiudicato il premio della giuria ex aequo con “Eo” di Jerzy Skolimowski. Il premio alla miglior regia è andato al coreano Park Chan-Wook per Heojil Kyolshim (Decision to Leave).

Durante la cerimonia di premiazione il presidente della giuria Vincent Lindon ha affermato che gli piacerebbe tornare anche il prossimo anno:

In questi giorni troppo brevi sono stato amato alla follia. Ho amato tutto, l’energia devastante che si respira nelle strade, e soprattutto la giuria. È tempo di rompere con questa abitudine che vuole che la giuria cambi ogni anno. ‘Bissiamo’ questo gruppo nel 2023, servono altri quattro anni! All’unanimita’ chiediamo la nostra rielezione…

A seguire la lista completa dei vincitori del Festival di Cannes 2022 elencati per categoria.

Palma d’oro al miglior film
“Triangle of Sadness” di Ruben Östlund
Grand Prix
ex aequo “Close” di Lukas Dhont / Stars at Noon di Claire Denis
Premio al Miglior Attore (Prix d’interprétation masculine)
Song Kang-Ho in “Broker”
Miglior Attrice (Prix d’interprétation féminine)
Zar Amir Ebrahimi in “Holy Spider”
Premio alla miglior regia (Prix de la mise en scène)
Park Chan-Wook per “Heojil Kyolshim” (Decision to Leave)
Miglior Sceneggiatura (Prix du scénario)
“Boy From Heaven” di Tarik Saleh
Premio della Giuria
ex aequo per “Le otto montagne” di Charlotte Vandermeersch e Felix Van Groeningen / “Eo” di Jerzy Skolimowski
Premio 75° anniversario
“Tori et Lokita” di Jean-Pierre & Luc Dardenne
Palma d’oro per il Miglior Cortometraggio
“The Water Murmurs” di Jianying Chen
Premio della giuria del cortometraggio
“Lori” di Abinash Bikram Shah
Caméra d’or (Miglior Opera Prima di tutte le sezioni)
“War Pony” di Riley Keough e Gina Gammell / “Plan 75” di Hayakawa Chie (menzione speciale)
Palma d’oro onoraria:
Tom Cruise & Forest Whitaker

Sezione Un Certain Regard

Premio Un Certain Regard: “Les Pires”, regia di Lise Akora e Romane Gueret
Premio della giuria: “Joyland”, regia di Saim Sadiq
Miglior regia: Alexandru Belc per “Metronom”
Miglior interpretazione: (ex aequo) Adam Bessa per “Harka” e Vicky Krieps per “Corsage”
Miglior sceneggiatura: Maha Haj per “Mediterranean Fever”
Premio «Coup de cœur» della giuria: “Rodéo”, regia di Lola Quivoron

Quinzaine des Réalisateurs

Premio Europa Cinema Label: “Un beau matin”, regia di Mia Hansen-Løve
Premio SACD: “La Montagne”, regia di Thomas Salvador
Carrosse d’or: Kelly Reichardt

Cinéfondation

1. “Il barbiere complottista”, regia di Valerio Ferrara del Centro sperimentale di cinematografia
2. “Dì èr”, regia di Li Jiahe dell’Hebei University of Science and Technology
3. (ex aequo) “Glorious Revolution”, regia di Masha Novikova della London Film School e “Les humains sont cons quand ils s’empilent”, regia di Laurène Fernandez della CinéFabrique

Settimana internazionale della critica

Grand Prix della Settimana internazionale della critica: “La jauría”, regia di Andrés Ramírez Pulido
Premio French Touch della giuria: “Aftersun”, regia di Charlotte Wells
Premio Louis Roederer Foundation per la miglior scoperta: Zelda Samson per “Dalva”
Premio SACD: “La jauría”, regia di Andrés Ramírez Pulido
Aide Fondation Gan à la Diffusion: “Metsurin tarina”, regia di Mikko Myllylahti
Premio Leica Cine per la miglior scoperta (cortometraggio): “Ice Merchants”, regia di João Gonzalez
Premio Canal+ per il miglior cortometraggio: “Ston throno tou Xerxī”, regia di Evi Kalogiropoulou

Premi indipendenti

Premio FIPRESCI
– Concorso: “Leila’s Brothers” di Saeed Roustayi
– Un Certain Regard: “Le bleu du caftan” di Maryam Touzani,
– Settimana internazionale della critica: “Dalva” di Emmanuelle Nicot

Premio della giuria ecumenica: “Broker” di Hirokazu Kore-eda
Premio miglior documentario (L’Œil d’or): “All That Breathes” di Shaunak Sen / “Mariupolis 2” di Mantas Kvedaravicius (Premio speciale della giuria)
Queer Palm: “Joyland” di Saim Sadiq
Cortometraggio Queer Palm: “Will You Look At Me” di Shuli Huang
Dog Palm: “War Pony” di Julieta e Geneviève / premio speciale a “Patron” cane eroe ucraino che individua le mine
Premio Pierre-Angénieux: Darius Khondji
Trophée Chopard:
– Rivelazione femminile: Sheila Atim
– Rivelazione maschile: Jack Lowden

Ultime notizie su Cannes

Tutto su Cannes →