• Film

Fast and Loose: il film Netflix con Will Smith sospeso dopo lo schiaffo agli Oscar 2022

A seguito dell’alterco agli Oscar 2022, Netflix ha bloccato lo sviluppo del crime biografico Fast and Loose con protagonista Will Smith.

Netflix ha sospeso Fast & Loose di Will Smith a seguito dello schiaffo inferto dall’attore al comico Chris Rock durante la premiazione in diretta degli Oscar 2022. Ci sono state reazioni immediate per Smith dopo l’aggressione, celebrity come Jim Carrey e Adam Sandler e i social media nella loro maggioranza hanno condannato il gesto di Smith, e al momento dopo il rifiuto di Rock di denunciare il collega e l’Academy che ha immediatamente avviato un’indagine che potrebbe portare alla sospensione e alla revoca del premio assegnato a Smith, quest’ultimo ha chiesto scusa a Chris Rock tramite Instagram e rassegnato le dimissioni dall’Academy, annunciando che avrebbe accettato ogni conseguenza del suo gesto.

Ora il sito Indiewire conferma lo stop a “Fast & Loose” di Netflix in cui Smith avrebbe vestito i panni di un boss del crimine che deve ricostruire la sua vita dopo aver subito una perdita di memoria a seguito di un’aggressione, scoprendo infine di aver condotto una doppia vita come agente della CIA sotto copertura. “Fast & Loose” dopo una lunga fase di sviluppo era in cerca di un nuovo regista dopo l’abbandono di David Leitch avvenuto una settimana prima dell’alterco agli Oscar. Leitch ha preferito passare ad un altro progetto, il thriller d’azione Fall Guy di Universal Pictures che vedrà protagonista Ryan Gosling.

Insieme a “Fast and Loose” e Bad Boys 4 bloccato recentemente da Sony, resta da vedere quanti altri progetti di Smith sono a rischio sulla scia dello sfogo di Smith agli Oscar. Il dramma di Smith Emancipation in arrivo su Apple TV Plus è attualmente in post-produzione e chi l’ha visto ne parla come di un potenziale contendente per i premi del prossimo anno. Il thriller a sfondo storico vede Smith nei panni di uno schiavo fuggito in Louisiana che si unisce all’esercito dell’Unione. L’uscita del film è prevista entro il 2022, ma Apple non ha ancora ufficializzato una data.

Will Smith al momento ha altri due progetti da protagonista in pre-produzione, uno di questi è il film biografico The Council, la storia mai raccontata di un’organizzazione criminale composta da sette uomini afroamericani che regnarono su Harlem negli anni ’70 e all’inizio degli anni ’80, con Smith nei panni del gangster Nicky Barnes, soprannominato “Mr. Intoccabile” dal New York Times. L’altro progetto sarebbe la terza collaborazione con Netflix di Smith, il sequel Bright 2 con Smith di nuovo nei panni dell’agente di polizia Daryl Ward al fianco di Joel Edgerton, la coppia torna in azione in una Los Angeles alternativa dove creature fantasy e magia sono parte del quotidiano. In origine era previsto il ritorno del regista dell’originale, David Ayer (Suicide Squad, Fury), ma secondo alcune fonti Ayer avrebbe abbandonato per girare il reboot di Quella sporca dozzina, lasciando il posto a Louis Leterrier (Now You See Me, Scontro tra titani), anche se questo cambio di regia deve ancora essere ufficializzato. Inoltre è recentissima la notizia di un sequel di Io sono leggenda che vedrebbe il ritorno di Will Smith affiancato stavolta da Michael B. Jordan, entrambi a bordo anche come produttori.

Will Smith è anche molto attivo come produttore, in questa veste oltre alla recente serie tv reboot Bel-Air Smith è coinvolto nei sequel Hancock 2 e Karate Kid 2, nel dramma Bounce su un’adolescente (JoJo Siwa) che alla alla vigilia di Natale esprime il desiderio di poter scambiare la sua famiglia con una nuova, e ancora nella commedia Uptown Saturday Night con Kevin Hart protagonista, incentrata su due amici, la loro serata in una bisca illegale, un portafoglio fuori posto e un biglietto vincente della lotteria. Naturalmente quelli che via abbiamo elencato sono solo una parte dei progetti che vedono coinvolto Smith, quindi la mole di lavoro a rischio dopo il fattaccio agli Oscar è davvero imponente.