Giorni d’estate: trailer italiano, colonna sonora e anticipazioni del film con Gemma Arterton

Tutto quello che c’è da sapere su “Giorni d’estate”, il dramma britannico con protagonista Gemma Arterton al cinema dal 25 agosto.

Dal 25 agosto nei cinema italiani con Movies Inspired Giorni d’estate (Summerland), dramma indipendente ambientato durante la seconda guerra mondiale nel Regno Unito. Il film parla di una scrittrice solitaria, interpretata da Gemma Arterton, che deve prendersi cura di un ragazzo evacuato da Londra. Comincia lentamente a formare un legame con lui, mentre ripercorre la sua stessa vita e ricorda la sua amante perduta da tempo. Il film è descritto come una “storia intensamente emotiva sulla resistenza dell’amore in tempi difficili”.

Trama e cast

La trama ufficiale: Alice (Gemma Arterton) è una studiosa del folclore, fieramente indipendente, che si isola nel suo studio in cima alla scogliera per sfatare i miti utilizzando la scienza per confutare l’esistenza della magia. Consumata dal suo lavoro, ma anche profondamente sola, è perseguitata da una storia d’amore del passato. Quando il giovane e vivace Frank (Lucas Bond), uno sfollato dei bombardamenti di Londra, viene affidato alle sue irritabili cure, la sua innocenza e curiosità risvegliano in Alice emozioni profondamente sepolte. Abbracciando coraggiosamente la miracolosa imprevedibilità della vita, Alice impara che le ferite possono essere guarite, che le seconde occasioni esistono e che, forse, la magia esiste davvero.

Nel film recitano anche Gugu Mbatha-Raw (Motherless Brooklyn, Nelle pieghe del tempo), Toby Osmond (Il trono di spade), Penelope Wilton (L’alba dei morti dementi, Downton Abbey), Amanda Root (Ti presento i Robinson), Siân Phillips (Dune), Dixie Egerickx (The Secret Garden) e Tom Courtenay (The Aeronauts, 45 anni).

Giorni d’estate – trailer e video

Trailer ufficiale in lingua originale pubblicato il 14 luglio 2020

Clip ufficiali in lingua originale pubblicati il 28 luglio 2020

Trailer italiano ufficiale pubblicato il 22 agosto 2022

Curiosità

  • “Giorni d’estate” è scritto e diretto dalla regista britannica esordiente Jessica Swale, una drammaturga vincitrice del premio Olivier che ha debuttato alla regia con questo film dopo aver realizzato una manciata di cortometraggi.
  • Questa è la seconda volta che Penelope Wilton e Tom Courtenay lavorano insieme in un dramma ambientato durante la Seconda Guerra Mondiale, dopo Il club del libro e della torta di bucce di patata di Guernsey (2018). Tuttavia Wilton appare solo in scene ambientate nel 1975, come una versione anziana del personaggio di Gemma Arterton.
  • Gugu Mbatha-Raw e Penelope Wilton erano già apparse insieme nel film La ragazza del dipinto (2013).
  • Il film è Prodotto da Guy Heeley e Adrian Sturges. Gemma Arterton, James Atherton, Emma Berkofsky, Hugo Grumbar, Tim Haslam, Zygi Kamasa, Jan Pace e Natascha Wharton sono i produttori esecutivi.

Note di produzione

Ambientato negli anni ‘40, ‘20 e ‘70 e girato lungo gli splendidi panorami costieri e i villaggi del Sussex, GIORNI D’ESTATE è il debutto alla regia di Jessica Swale, che porta sul grande schermo una sua sceneggiatura originale. L’acclamata drammaturga ha vinto un Olivier Award per la sua opera teatrale Nell Gwynn, in cui hanno recitato gli attori del film Gemma Arterton e Gugu Mbatha Raw. Sostenuta da una borsa di studio della BAFTA, Swale ha avuto l’opportunità di sviluppare un intero progetto da zero. “Mi hanno chiesto: quali sono i temi che ti stanno a cuore? Qual è il film che non hai mai visto e che pensi dovrebbe essere al cinema? Ho pensato: “Bè, voglio davvero scrivere di fantasia e speranza. Voglio fare un film che possa piacere alla gente”. Volevo fare un film che avesse un messaggio importante sull’apertura mentale e sul modo in cui l’innocenza, la veridicità e la semplicità possano in realtà semplificare tutti i nostri pregiudizi e preconcetti”. Incentrato sulla storia d’amore tra due donne, Alice e Vera, il film esamina i temi profondi della fede, della spiritualità, della perdita e delle credenze legate alla “Terra d’estate”, una concettualizzazione dell’aldilà che è stata a lungo utilizzata nel paganesimo. “La Terra d’estate è un’idea pagana sul significato di paradiso”, spiega Swale. “È un’idea di un luogo che esiste accanto al nostro. E l’idea che si possa comunicare tra la Terra d’estate e la vita normale lasciando dei segni o alterando i confini è qualcosa che non è specificamente pagano, che è preso in prestito da una serie di molti miti e leggende diverse. Si tratta piuttosto di ciò che la Terra d’estate rappresenta: la possibilità di qualcosa al di là e di qualcosa di magico”. Mentre approfondiva i grandi temi del film, suo padre è morto. “Ho perso mio padre quando avevo quasi finito di scrivere il film, il che sembra davvero strano, perché quando ho iniziato a scrivere non sapevo che fosse malato. Eppure questo è stato il tema fin dall’inizio, ed è per questo che il film è in un certo senso per lui”. “Amava le cose semplici della vita. Amava la natura, passeggiare e scattare foto ai funghi. Il seme di fungo (che compare nel film) vuole essere un riferimento a lui. GIORNI D’ESTATE è qualcosa che ha a che fare con questo, la speranza che ci sia qualcosa che ci lega con tutto ciò che è stato prima in tutte queste persone”.

Chi è Jessica Swale?

Jessica Swale è una regista teatrale, drammaturga nonché direttrice artistica della Red Handed Theatre Company, vincitrice di un premio Olivier. Recentemente assoldata tra i registi della serie tv Ten Percent, Jessica è stata segnalata da Variety tra le personalità inglesi da tenere d’occhio nel 2019 e nominata “miglior giovane regista di commedie in costume” dal The Guardian per la sua opera Nell Gwynn che ha vinto il premio come Miglior Nuova Commedia ai Premi Olivier del 2016. “Nell Gwynn” esplora la vita di una delle prime attrici femminili, Nell Gwynn (interpretata da Gugu Mbatha Raw), da quando era una
venditrice di arance fino a quando recitava sul palcoscenico e alla sua vita come accompagnatrice del Re. Recentemente Jessica ha scritto e diretto il cortometraggio televisivo Leading Lady Parts (2018) con Tom Hiddleston, Amelia Clarke, Gemma Arterton e Gemma Chan. “Giorni d’estate” è suo primo lungometraggio, basato su una sua sceneggiatura originale che ha scritto dopo essere stata una dei cinque beneficiari della borsa BAFTA riservata agli sceneggiatori.La prima commedia di Jessica, Blue Stockings, definita da Indipendent “un’opera vivace e illuminante, ha debuttato allo Shakespeare’s Globe Theatre nel 2013, riscuotendo un grande successo di critica e portandole una nomination come “drammaturga più promettente” agli Evening Standard Theatre Awards. La pièce esplora l’esperienza traumatica delle prime donne ad essere accolte al Gurton College di Cambridge, negli anni Ottanta. Di questa pièce è attualmente in sviluppo una versione per il cinema. Tra le altre opere teatrali ricordiamo All’s Will That Ends Will per la Bremen Shakespeare Company, in Germania, Thomas Tallis per il Sam Wanamaker Theatre at the Globe, gli adattamenti di Sense And Sensibility e Far From The Madding Crowd per il Watermill e The Secret Garden per il Chester Open Air Theatre. Ha creato la compagnia teatrale Red Handed, che ha vinto il premio Peter Brook per il Miglior cast di insieme nel 2012. Per Red Handed, Jessica ha ottenuto una nomination all’Evening Standard Theatre come Miglior regista per The Belle’s Stratagem nel 2012. Nel 2010, Jessica è stata la prima donna a dirigere un’opera allo Shakespeare’s Globe Theatre con Bedlam di Nell Leyshon.

La colonna sonora

  • Le musiche originali del film sono del compositore e pianista tedesco Volker Bertelmann candidato al Premio Oscar per la colonna sonora di Lion – La strada verso casa. Altri crediti di Bertelmann includono musiche per Edison – L’uomo che illuminò il mondo, Attacco a Mumbai – Una vera storia di coraggio, The Old Guard, Ammonite, Estraneo a bordo e la serie tv Il nome di rosa.
  • La colonna sonora include anche i brani: “Concerto per flauto, arpa e orchestra in do maggiore, K.299 (K.297C), II. Andantino” di Wolfgang Amadeus Mozart ed eseguito dai musicisti dell’Orchestra Sinfonica Nazionale – Jean Kelly, Fiona Kelly, Laura Custodio, Ariel Lang, May Dolan e Pedro Silva / Direttore artistico – Justin Pearson; “Preludio romantico” di George Frideric Handel, arrangiato da Gerhard Kanzian e Krassimira Ziegler; “Where’s That Rainbow” Scritto da Lorenz Hart & Richard Rodgers ed eseguito da Frank Black & His Orchestra, Gugu Mbatha-Raw e Gemma Arterton; “Tiger Rag (strumentale)” di Tony Sbarbaro, Nick LaRocca, Edwin B. Edwards, Henry Ragas e Larry Shields eseguito da Benoit Viellefon & His Orchestra.

TRACK LISTINGS:

1. Miss Lamb 1:05
2. Tell Your Mother That 0:53
3. The Sailors Saw Something 1:18
4. I Know Just the Place 1:13
5. They Are the Same Shape 1:44
6. A Tower With a Green Flag 1:41
7. Building a New Plane 0:42
8. A Lake and the House 1:33
9. Turret Hunting 1:46
10. Well Then Another Time 1:16
11. What Do the Stars Have in Store? 2:17
12. We Just Had the Telegram 3:29
13. Please Don’t Do This 1:32
14. It’s Just a Story 2:01
15. His Mother’s Son 1:54
16. Say Something 3:31
17. He Could Be Anywhere 1:25
18. Air Raid 1:27
19. I Didn’t Know How to Tell You 1:25
20. There 0:55
21. Saving Frank 1:17
22. Our Way of Saying Goodbye 1:41
23. Unexpected Arrival 2:35
24. In Search of Summerland 4:30
25. Summerland End Credits 6:14

La colonna sonora di “Giorni d’estate” è disponibile su Amazon.

Foto e poster

Ultime notizie su trailer

Tutto su trailer →