Grand Theft Auto: Rockstar Games rifiutò un GTA diretto da Tony Scott e con protagonista Eminem

Rockstar Games nel 2001 rifiutò l’idea di un adattamento cinematografico di GTA diretto da Tony Scott e con protagonista il rapper Eminem.

Con un film di Saint’s Row in sviluppo dal 2019, con F. Gary Gray alla regia e Greg Russo sceneggiatore, è recentemente emerso online, grazie al podcast della BBC Bugzy Malone’s Grandest Game (via GeekTyrant) , che Rockstar Games ai tempi di Grand Theft Auto 3 (2001) avrebbe rifiutato la proposta di un film di GTA diretto dal compianto regista Tony Scott di Top Gun e Beverly Hills Cop II con potenziale candidato protagonista nientemento che l’attore e rapper Eminem.

Secondo quanto raccontato ai microfoni del podcast dal veterano dell’industria dei videogiochi Kirk Ewing (Earthworm Jim 3D), questo potenziale progetto venne rispedito al mittente da Sam Houser, co-fondatore e presidente di Rockstar Games nonché una delle forze motrici creative dietro i giochi della serie GTA.

Questo è stato subito dopo Grand Theft Auto 3…Ricordo di aver ricevuto una telefonata verso le 4 del mattino da uno dei produttori di Los Angeles con un’offerta per fare un film, e lui disse: ‘Kirk, abbiamo Eminem come protagonista, ed è un film di Tony Scott, a naso cinque milioni di dollari, sei interessato?'”

Dopo la telefonata Ewing contattò Houser per discutere l’offerta con lui, ma il boss di Rockstar “non era interessato”. Da quel momento non si parò mai più di un film ispirato a GTA. Ewing ha spiegato molto razionalmente quel repntino rifiuto che avrebbe fatto al felicità di molti fan del videogioco: “Si sono resi conto che il franchise mediatico che avevano per le mani era più grande di qualsiasi film fosse in giro in quel momento.”

L’originale GTA viene creato da David Jones e Mike Dailly, ma i titoli successivi sono stati sviluppati sotto la supervisione dei fratelli Dan e Sam Houser, Leslie Benzies e Aaron Garbut. Sviluppato principalmente dalla casa di sviluppo britannica Rockstar North (precedentemente DMA Design) e pubblicato dalla sua società madre, Rockstar Games. Il nome della serie fa riferimento al termine “grand theft auto”, utilizzato negli Stati Uniti per il furto di veicoli a motore. Il gameplay si concentra su un’ambientazione open world in cui il giocatore può completare le missioni per far progredire una storia generale, oltre a impegnarsi in varie attività secondarie. La maggior parte del gameplay ruota attorno alla guida e agli scontri a fuoco, con occasionali giochi di ruolo ed elementi furtivi. La serie ha anche elementi dei precedenti picchiaduro dell’era a 16 bit. I giochi della serie Grand Theft Auto sono ambientati in luoghi immaginari modellati su città della vita reale, in vari momenti dall’inizio degli anni ’60 agli anni 2010. La mappa del gioco originale comprendeva tre città: Liberty City (basata su New York City), San Andreas (basata su San Francisco) e Vice City (basata su Miami), ma i titoli successivi tendono a concentrarsi su un’unica ambientazione; di solito una delle tre location originali, anche se rimaneggiata e notevolmente ampliata. La serie è incentrata su diversi protagonisti che tentano di scalare i ranghi della malavita criminale, anche se i loro motivi per farlo variano da titolo in titolo. Gli antagonisti sono comunemente personaggi che hanno tradito il protagonista o la sua organizzazione, o personaggi che hanno il maggior impatto ostacolando il progresso del protagonista. Diversi veterani del cinema e della musica hanno doppiato personaggi nei giochi, tra cui Ray Liotta, Dennis Hopper, Samuel L. Jackson, William Fichtner, James Woods, Debbie Harry, Axl Rose e Peter Fonda.

DMA Design ha iniziato la serie nel 1997, con l’uscita di Grand Theft Auto. A partire dal 2020, la serie è composta da sette titoli indipendenti e quattro pacchetti di espansione. Il terzo titolo principale, Grand Theft Auto III, pubblicato nel 2001, è considerato un gioco di riferimento, poiché ha portato la serie ad un’ambientazione tridimensionale (3D) e ad un’esperienza più coinvolgente. I titoli successivi hanno seguito e costruito sul concept stabilito in GTA III e hanno ricevuto consensi significativi. La serie è stata acclamata dalla critica, con tutte le principali voci 3D del franchise spesso classificate tra i videogiochi più grandi e più venduti di sempre. Con 370 milioni di unità vedute GTA è il quinto franchise di videogiochi più venduto. La serie è divenuta controversa e ha suscitato polemiche per i suoi contenuti per adulti e per i temi violenti e diseducativi. il 15 settembre 2015 è andato in onda su BBC Two The Gamechangers, un docudrama di 90 minuti basato sulla creazione di Grand Theft Auto. Diretto da Owen Harris e scritto da James Wood, il dramma è interpretato da Daniel Radcliffe nei panni del presidente di Rockstar Sam Houser e Bill Paxton nei panni dell’avvocato radiato dall’albo Jack Thompson. Nel maggio 2015, Rockstar ha intentato una causa contro la BBC per violazione del marchio, affermando di non essere coinvolta nello sviluppo del film e di aver tentato senza successo di contattare la BBC per risolvere la questione.

Fonte: Bugzy Malone’s Grandest Game

Ultime notizie su Film videogiochi

Tutto su Film videogiochi →