Ipersonnia: trama e anticipazioni del thriller distopico con Stefano Accorsi al cinema dal 29 novembre

Tutto quello che c’è da sapere su “Ipersonnia”, il film distopico con Stefano Accorsi al Torino Film Festival e al cinema dal 29 novembre.

Dopo l’anteprima al Festival di Torino, dal 29 novembre nei cinema d’Italia con Distribuzione Indipendente Ipersonnia, opera prima fantascientifica del regista Alberto Mascia con protagonista Stefano Accorsi.

Ipersonnia – Trama e cast

La trama ufficiale: Italia, futuro prossimo. Le vecchie carceri congestionate e violente sono solo un ricordo: ora i detenuti scontano la pena in uno stato di sonno profondo che li rende inoffensivi. L’ipersonno è un sistema economico ed efficiente, perché ha drasticamente ridotto il tasso di recidiva criminale. Ma non tutto funziona come dovrebbe: un giorno David Damiani (Stefano Accorsi), psicologo carcerario, si trova di fronte a un detenuto aggressivo di cui sono andati persi tutti i dati. L’imprevisto innescherà una catena di eventi che costringeranno lo stesso David a confrontarsi con i fantasmi del proprio passato, e con una cospirazione che coinvolgerà anche Viola, l’amore della sua vita, e che lo porterà a scoprire che niente è ciò che sembra.

Il cast di “Ipersonnia” è completato da Caterina Shulha, Astrid Meloni, Dario Germani, Paolo Pierobon, Sandra Ceccarelli, Alessandro Gazale, Francesco La Mantia, Tony Laudadio, Giordano De Plano e Mauro Marino.

Curiosità sul film

  •  Alberto Mascia prima di esordire con “Ipersonnia” ha curato la fotografia del documentario Fino a quando l’Ultimo – SULCIS Storia di una Resistenza Operaia e il montaggio del documentario Cronache di una Rivoluzione.
  • La sceneggiatura di “Ipersonnia” è scritta dal regista Alberto Mascia con Enrico Saccà (Tre Giorni Dopo).
  • Il team che ha supportato il regista Alberto Mascia dietro le quinte ha incluso il montatore Mario Marrone (La Ragazza ha Volato), la costumista Maria Cristina La Parola (Il Mio Corpo vi Seppellirà), lo scenografo Fabrizio D’Arpino (Mondocane) e il direttore della fotografia Matteo Vieille Rivara (Mental).

Note di regia

“Ipersonnia” è un thriller psicologico ambientato in un futuro distopico. Un futuro molto prossimo, un presente alternativo, in cui il vecchio sistema carcerario, con tutti i suoi problemi e le sue contraddizioni, è stato sostituito da un nuovo e rivoluzionario regime detentivo basato sull’addormentamento forzato dei detenuti: “Hypnos”, fiore all’occhiello di una classe politica spregiudicata e incline a pericolose derive autoritarie. Ma non solo: Ipersonnia è anche la storia di un amor fou, di una passione, di un’ossessione, e di un uomo che si troverà costretto a sacrificare il proprio amore sull’altare di una causa più alta, dalla quale dipendono i destini di molte altre persone. Il congegno narrativo del film, frutto di una scrittura lunga e stratificata, ruota intorno a temi che mi affascinano da sempre: l’impossibilità di trascendere i limiti del proprio orizzonte percettivo, l’illusorietà del concetto di realtà, l’impatto silenzioso ma pervasivo che hanno su di noi i condizionamenti più o meno occulti della società in cui viviamo. Ipersonnia ibrida generi diversi: il thriller, il noir, la fantascienza (una fantascienza “morbida”, più concettuale che scenografica, lontana dall’estetica pulita e ipertecnologica della fantascienza mainstream). E, accompagnando lo spettatore in un viaggio vertiginoso tra i meandri dell’inconscio del suo protagonista, ambisce ad offrire al pubblico uno spettacolo sorprendente ed emozionante in un territorio ancora poco esplorato nel panorama del cinema italiano di oggi. [Alberto Mascia]

Ipersonnia – La colonna sonora

  • Le musiche originali del film sono dei compositori Federico Bisozzi & Davide Tomat (Mondocane).
  • La colonna sonora include il brano “Light Ray”, tratto dall’album “Flow” di Giulia Riboli.

Ipersonnia – Foto e poster

Ultime notizie su Film Italiani

Tutto su Film Italiani →