Jurassic World – Il Dominio: i nuovi dinosauri mostrati nel primo trailer di Jurassic World 3

Scopriamo tutti i nuovi dinosauri mostrati nel trailer di Jurassic World – Il Dominio, sequel in arrivo nei cinema dal 9 giugno 2022.

Universal Pictures ha recentemente rilasciato un prologo di Jurassic World: Il Dominio che ci riporta indietro di 65 milioni di anni, a quando i dinosauri governavano la Terra. Si tratta di un filmato IMAX mostrato prima delle proiezioni di Fast & Furious 9 che ora è a disposizione di tutti.

Il regista Colin Trevorrow ha parlato del prologo con il sito IGN e rivela che quelle suggestive immagini di una Terra di decine di milioni di anni fa sono state tagliate dal montaggio finale di “Jurassic World: Il Dominio” e utilizzate come un promo per non sprecare tanta magnificenza.

È estremamente importante per me, come narratore, perché credo che i dinosauri siano personaggi, e quindi questa è la storia delle origini del T-Rex. Volevo che fosse raccontato, e quindi la Universal era totalmente disposta a sperimentare la condivisione di cinque minuti concepita come ‘prologo’ con sei mesi di anticipo. Quello di Jurassic World, per me, è l’umiltà di riconoscere che saremo sulla Terra solo per questo brevissimo lasso di tempo. Per noi avere la capacità di riportare le persone a quel tempo, penso che ci sia un grande senso di contesto che ci dà un’idea del nostro posto nella storia del mondo. La parte migliore del mio lavoro è poter scegliere quali dinosauri inserire in quali film. Come persona a cui importa molto dei nostri film e dei dinosauri, sono in grado di tenerne alcuni e misurarli con attenzione. Ogni volta che ricevo una richiesta da un fan su Twitter che mi chiede “Perché non questo dinosauro?”, la mia risposta è sempre che sto solo cercando di tenere qualcosa da parte. Vogliamo solo risparmiare qualche sorpresa. In questo film possiamo davvero mostrare alcuni dinosauri che amo e che abbiamo tenuto in serbo per molto tempo, sapendo che avremmo avuto la possibilità di tornare al periodo cretaceo e vedere l’Oviraptor e il Giganotosaurus. Molti di questi interpreteranno ruoli importanti nel film stesso, Mi piace molto il Moros intrepidus, un dinosauro scoperto di recente. Sembra un po’ un T-Rex, ma è [molto più piccolo]. È anche nel film, ma lo stiamo introducendo [nel prequel]. Mi piacciono i dinosauri piccoli, forse perché da piccolo immaginavo di averne uno come animale domestico. Adoro il fatto che siamo riusciti a prendere qualcosa che è stato davvero scoperto mesi prima. Abbiamo visto un articolo a riguardo, l’abbiamo esaminato e siamo stati in grado di inserirlo nel film. Penso che riversiamo la nostra umanità e il nostro istinto nei dinosauri, perché di solito abbiamo giocattoli di dinosauro che fanno ‘raaawww’. [Ride] Li facciamo solo combattere, ma siamo noi. In realtà, alcuni dinosauri sono predatori, ma se c’è una fonte d’acqua condivisa verranno tutti a quel lago e berranno insieme. Una parte importante di questo film è stabilire la connessione tra gli animali che vivono oggi sul pianeta e il modo in cui li trattiamo, e il modo in cui convivono con noi e i dinosauri. Per noi essere davvero in grado di vederli nel loro habitat naturale, basta vederli bere acqua e muoversi in branchi. La prima volta che lo guardi potrebbe sembrare quasi un po’ tranquillo, non è il tipo di azione aggressiva che mostriamo nei nostri film di successo. Ma quella era l’opportunità [nel prequel] per me. Come nerd dei dinosauri, l’ho trovato molto eccitante. Penso che abbiamo una spiegazione logica davvero buona del motivo per cui questi dinosauri hanno un aspetto diverso rispetto agli altri dinosauri giurassici mostrati in passato. In questo caso, li stiamo mostrando nel loro habitat originale. Non c’era DNA di rana utilizzato per colmare le lacune nei genomi, quindi ci ha dato l’opportunità di mostrare i dinosauri con le piume. È una storia di origine, nel modo in cui potremmo arrivare a fare in un film di supereroi. Il T-Rex è un supereroe per me. Ci permette davvero di prendere questo brillante concetto che [l’autore di Jurassic Park] Michael Crichton ha concepito, che è il fondamento su cui tutto questo è stato costruito, e mostrarlo nella sua forma assolutamente più pura.

Il prologo presenta sette specie di dinosauri che non sono mai state viste in un film del franchise e che vi elenchiamo a seguire; tra queste l’Oviraptor che vediamo predare le uova nella grotta, il feroce Giganotosaurus che si scontra con l’iconico T-rex e il Moros Intrepidus di recente scoperta che si occupa della pulizia dei denti del T-rex.

Dreadnoughtus schrani

Il Dreadnoughtus schrani era un dinosauro sauropode simile al Brachiosauro vissuto nel Cretaceo superiore (circa 84-65 milioni di anni fa) i cui resti fossili sono stati ritrovati in Argentina. Utilizzando le misure delle ossa degli arti si è scoperto che questo animale possedeva la più grande massa corporea di qualsiasi animale terrestre mai vissuto sul pianeta.

Quetzalcoatlus

Lo Quetzalcoatlus che prende il nome dalla divinità precolombiana Quetzalcoatl (“serpente piumato”) era uno pterosauro azhdarcho di enormi dimensioni vissuto nel Cretaceo superiore, circa 70-65 milioni di anni fa, in Nord America.

Oviraptor philoceratops

L’Oviraptor era un dinosauro teropode oviraptoride vissuto nel Cretaceo superiore, circa 89 milioni di anni fa (Campaniano), in quella che oggi è la Formazione Djadokhta, in Mongolia. Il nome Oviraptor è latino e significa “ladro di uova” o “predatore di uova”, riferendosi al fatto che il primo esemplare fossile di questo animale fu scoperto in cima ad una pila di quelle che si pensava fossero uova di Protoceratops.

Nasutoceratops titusi

Nasutoceratops era un dinosauro ceratopside centrosaurino vissuto nel Cretaceo superiore, circa 76-75 milioni di anni fa (Campaniano), nel sud dello Utah, negli Stati Uniti. Il genere contiene una singola specie, ossia N. titusi. Nasutoceratops era un grande quadrupede erbivoro, con un muso incredibilmente corto e arrotondato, un paio di corna poste sopra gli occhi, molto simili nella forma a quelle dei moderni bovini.

Moros intrepidus

Moros intrepidus (Zanno, 2019) era un dinosauro della famiglia di tirannosauroidi teropodi, vissuti durante il Cretaceo superiore nell’attuale Utah. Il fossile rinvenuto di circa 96 milioni di anni e risalente al Cenomaniano era yb tirannosauroide dal corpo piccolo e cursoriale con un peso stimato di circa 78 kg.

Iguanodon

Iguanodon (“denti di iguana”) era un dinosauro ornitopode iguanodontide vissuto nel Cretaceo inferiore, circa 126 milioni di anni fa in Belgio, Spagna e in altre località dell’Europa. L’Iguanodon era un dinosauro erbivoro di grandi dimensioni le cui caratteristiche includevano il grande artiglio-pollice sulle mani, probabilmente utilizzato per difendersi dai predatori, e in combinazione con le lunghe dita prensili per cercare il cibo.

Giganotosaurus carolinii

Giganotosaurus era un dinosauro teropode carcharodontosauride vissuto nel Cretaceo superiore, circa 99,6-97 milioni di anni fa (Cenomaniano), in quella che oggi è l’Argentina. Il Giganotosaurus è stato uno dei più grandi carnivori terrestri conosciuti.