• Film

Kraven the Hunter: svelato il ruolo di Russell Crowe nello spinoff Sony?

Una voce non ufficiale annuncia che Russell Crowe interpreterà il padre di Kraven il cacciatore nello spinoff di Sony.

Russell Crowe si è recentemente unito al cast di Kraven the Hunter, il prossimo spinoff dello Spider-Man Universe di Sony, che già include due film di Venom già usciti nelle sale, il film di Madame web con Dakota Johnson in fase di sviluppo e l’imminente Morbius con Jared Leto in uscita il 31 marzo. Ora il sito The Illuminerdi riferisce che Crowe interpreterà Nikolai Kravinoff, padre sia di Kraven aka Sergei Kravinoff che di Chameleon aka Dmitri Smerdyakov, che sono interpretati rispettivamente da Aaron Taylor-Johnson e Fred Hechinger (Notizie dal mondo, Fear Street Parte 1: 1994). La fonte riferisce inoltre che il cast includerà anche Calypso, amante e partner di lunga data di Kraven e che per il ruolo sarebbe in lizza Taylour Page (Zola, Ma Rainey’s Black Bottom).

Non ci sono informazioni su come il personaggio verrà utilizzato nella storia, ma nei fumetti “Nikolai e sua moglie Anna Kravinoff erano aristocratici russi che hanno cresciuto il figlio Sergei a Volgograd, in Russia durante la Rivoluzione russa. Nikolai ha avuto un figlio illegittimo, Dmitri, con Sonya Smerdyakova, una delle serve della famiglia. Dopo la fine della rivoluzione, i Kravinoff furono costretti a fuggire finendo alla fine negli Stati Uniti dove Nikolai muore e Anna è stata detenuta in un manicomio dove si è suicidata lasciando orfano il figlio Sergei. Nikolai non è stato un padre gentile con nessuno dei suoi figli. Viene anche spiegato che: “Dopo la morte dei suoi genitori, Sergei Kravinoff ha imparato a sopravvivere grazie alla sua stessa astuzia e inizia a viaggiare in giro per il mondo finendo per trovare un lavoro in Africa. Mentre è in Africa, Kraven scopre il suo talento naturale per la caccia grossa e dopo aver incontrato una sacerdotessa voodoo di nome Calypso, Kravinoff assume una pozione a base di erbe che potenzia i suoi poteri fisici dandogli la forza, la velocità e i sensi per eguagliare un gatto della giungla. La pozione gli dona anche una sorprendente longevità preservando la sua salute e vitalità per gli anni a venire.

Russell Crowe sembra perfetto per il ruolo di Kravinoff padre, ma ricordiamo che il ruolo deve ancora essere confermato ufficialmente dallo studio. J.C. Chandor (Triple Frontier) dirige “Kraven the Hunter” da una sceneggiatura scritta da Art Marcum e Matt Holloway (Iron Man). La bozza iniziale della sceneggiatura è stata scritta da Richard Wenk. Avi Arad e Matt Tolmach ssono i produttori il film che uscirà nelle sale il 13 gennaio 2023.

LA FAMIGLIA KRAVINOFF

Nikolai Kravinoff patriarca di tutti i Kraven è stato il più determinato avversario di Spider-Man. È stato anche responsabile di uno dei peggiori e traumatici momenti vissuti da Spider-Man che Kraven seppellisce vivo e rimpiazza nella caccia ai criminali confermando il suo duplice ruolo di criminale e antieroe.

Fratellastro e servitore di Kraven, Chameleon / Camaleonte aka Dmitri Smerdyakov (il personaggio è già apparso in “Spider-Man: No Way Home) convince il suo fratellastro a venire negli Stati Uniti e dare la caccia a Spider-Man che diventa per Kraven una vera e propria ossessione. Spider-Man però sconfigge ripetutamente Kraven che non si riprenderà più dall’umiliazione subita. Chamelon non è da meno, arriva  persino a costruire versioni robot dei genitori defunti di Spider-Man per tentare di far impazzire il supereroe. Il piano alla fine fallisce, ma non prima che Peter Parker tocchi con mano il suo lato più oscuro.

Sasha Alexander ha incontrato, si è innamorata e ha sposato Kraven e nonostante la reiterata infedeltà del consorte, Sasha gli è rimasta fedele. La coppia avrà una figlia insieme, Ana, poco prima della morte di Kraven. Sasha però non si da pace e non accettando al morte del suo compagno cerca di trovare un modo per resuscitarlo. Riesce nel suo intento utilizzando Kaine, il clone deforme creato in laboratorio di Peter Parker. Il resucitato Kraven però non è lo stesso che Sasha ricorda, infatti in uno scatto d’ira uccide la consorte spezzandogli il collo.

Amante e partner di lunga data di Kraven, Calypso Ezil ha condiviso il disgusto di Kraven per Spider-Man e ha cercato di distruggerlo molto tempo dopo la morte del cacciatore. In uno di questi tentativi Calypso ha ucciso sua sorella per ottenere poteri magici, che ha poi usato per prendere il controllo di Lizard, rendendolo ancor più selvaggio e brutale e scatenarlo contro  Spider-Man, che riesce con difficoltà ad avere la meglio sull’avversario. La rabbia di Calypso non ha risparmiato neanche la famiglia Kravinoff, dopo aver subito parole di schermo da parte del fratellastro Al Karvinoff, Calypso organizza un un attacco di zombie e assedia una delle case della famiglia Kravinoff, costringendo Spider-Man a schierarsi con la famiglia del Cacciatore e a proteggerli.

Il figlio maggiore di Kraven e l’unico vero erede della Caccia, il Grim Hunter (Tetro Cacciatore) ha seguito le orme di suo padre fino ad affrontare Spider-Man in persona, ma sarà Kaine ad ucciderlo. Quando Sasha ha resuscitato Kraven, resuscitato anche il Grim Hunter dalla morte come una specie di bestia ibrida di Kraven non si fida e decide quindi di rispedirlo nella tomba.

Il secondo figlio di Kraven, il mutante Alexei Sergeievich “Alyosha” Kravinoff, ha ricevuto tutti i doni di suo padre, con in più la capacità di parlare con gli animali. Abbandonate le orme paterne e si trasferisce a Hollywood dove diventa un produttore di successo ma si fa i nemici sbagliati. Dopo aver visto la sua ragazza morire e la sua vita distrutta, Aloysha si scatena in un baldoria omicida e trona alla “Caccia”. Purtroppo un suo errore durante la cerimonia per la resurrezione del padre lo mette in cattiva luce e da quel momento Aloysha perde il rispetto della famiglia che lo porta ad assumere un ruolo defilato.

Tra i nemici che hanno tentato di uccidere Aloysha durante il suo periodo da produttore a Hollywood c’era Nedrocci Tannengarden, terzo figlio di Kraven. Nedrocci però ha fallito miseramente ed è finito invece morto per mano di Chameleon.

Ana è la figlia più piccola di Kraven avuta con Sasha. Nonostante sia l’unico Kravinoff con zero contatti con il padre, sembra anche essere la più grande fan della famiglia. Aderisce con entusiasmo al piano di Sasha per resuscitare il padre. Ana al contrario della madre sopravvive alla rabbia omicida di suo padre dopo la cerimonia che lo ha resuscitato. Attualmente dà la caccia a suo fratello maggiore, l’unico discendente sopravvissuto, nella speranza che uccidendolo dimostri il suo valore a Kraven così che lui accetti di farle da mentore.

Fonte: Marvel