Lumina: trailer e anticipazioni del dramma fantascientifico di Samuele Sestieri al cinema dal 20 ottobre

Tutto quello che c’è da sapere su “Lumina”, il film fantascientifico di Samuele Sestieri in tour nei cinema d’Italia dal 20 ottobre.

Dal 20 ottobre nei cinema d’Italia arriva il dramma fantascientifico Lumina, diretto da Samuele Sestieri e interpretato da Carlotta Velda Mei. Il film è descritto come una moderna fiaba sospesa tra documentario di fantascienza e romanzo di formazione. “Lumina” sarà in tour nelle sale di tutta Italia dal 20 ottobre, con date già confermate a Perugia (25 ottobre, cinema Postmodernissimo), Arezzo (26 ottobre, cinema Eden), Pisa (27 ottobre, cinema Arsenale), Bologna (28 ottobre, Cine teatro Orione).

Lumina – La trama

Una donna misteriosa (Carlotta Velda Mei) si risveglia su una spiaggia deserta. Vaga tra ruderi e macerie, percependo la memoria degli oggetti. Come una fonte di energia è in grado di riattivare dispositivi tecnologici spenti da tempo. In una città fantasma la donna accede all’archivio digitale dello smartphone appartenuto ad un ragazzo chiamato Leonardo (Matteo Cecchi). Apprende così il linguaggio delle immagini e dei suoni e, attraverso i video della relazione fra Leonardo e la sua fidanzata (Laura Sinceri), conosce l’amore.

Lumina – Trailer e video

Lumina – Curiosità

  • “Lumina” e il secondo lungometraggio di Samuele Sestieri dopo I racconti dell’orso (2015) co-diretto con Olmo Amato.
  • Scritto da Pietro Masciullo e Samuele Sestieri, “Lumina” è prodotto dalla neonata “Studio Ma.Ga.” di Sestieri e Pietro Stori, in associazione con “Il Varco” di Andrea Gatopoulos e Marco Crispano e con Mario Cattaneo.
  • Il film è stato presentato in prima mondiale nella sezione Bright Future dell’International Film Festival Rotterdam.
  • “Lumina” è stato girato tra i borghi abbandonati della Basilicata e alcuni luoghi nascosti del Lazio.
  • Le musiche del film sono di Virginia Quaranta (I Racconti dell’Orso), il montaggio di Fabio Bobbio (I corpi estranei), i costumi di Fabiola Liotti e le scenografie di Teresa Fano (Dakota Dynamite).

ELENCO SALE

Lumina – Note di regia

“Lumina” per me ha sempre rappresentato una fiaba moderna sull’amore e sulle immagini. Inizia come un documentario di fantascienza per trasformarsi in un racconto di formazione molto intimo e personale. Alla base del film c’è la fede in un cinema povero e fieramente low budget che utilizza i fantasmi architettonici del nostro paese per inscenare il peso della perdita, dell’assenza e del vuoto. La protagonista tocca gli oggetti come fossero riattivatori di memoria, unici custodi di un passato dimenticato: ogni inquadratura vuole essere un atto d’amore nei suoi confronti, un tentativo di poter ricostruire il sentimento a partire da questi occhi che vedono per la prima volta. Lei è la fonte di energia che riporta luce a un mondo di rovine. [Samuele Sestieri]

Lumina – Il poster ufficiale

Ultime notizie su Film Italiani

Tutto su Film Italiani →