• Film

Matrix 4: Keanu Reeves ha rinunciato a 40 milioni di dollari per ringraziare la troupe

Keanu Reeves decide di rinunciare ad una grossa fetta del suo compenso per Matrix 4 affinché ne fruiscano i team dei costumi e degli effetti speciali.

Keanu Reeves è tornato a far parlare di sé per un altro gesto di generosità, gesti a cui l’attore non è certamente nuovo. Il sito Cheatsheet riporta che l’attore ha rinunciato ai cosiddetti punti di back-end che deriveranno da Matrix 4, punti percentuali sui guadagni di un film per un valore di circa 40 milioni di dollari, a favore della troupe che lo ha supportato e si è spesa così tanto durante le riprese in un momento così difficile. In soldoni si tratta di un accordo extra tra star e produttori, che si aggiunge al compenso base, in cui se il film realizza un profitto tolte le spese, le star che hanno punti di back-end inseriti nei loro contratti ne riceveranno una parte percentuale.

Reeves in questo caso ha regalato una grossa fetta dei suoi punti di back-end per “Matrix 4” al team degli effetti speciali e alla troupe dei costumi. Secondo la dichiarazione di un dirigente del film Reeves: “sentiva che erano loro gli autori del film e che dovevano partecipare”. Per quanto riguarda il compenso di Reeves, l’attore ha incassato un anticipo di 10 milioni di dollari per “Matrix 4”.

Tanto per rendersi conto della scalata intrapresa da Reeves in quel di Hollywood, il suo patrimonio netto nel 2019 è stato stimato da Forbes in 360 milioni di dollari,  nel 1986 per uno dei suoi primi ruoli, portiere di una squadra di hockey nel film Spalle Larghe in cui recitavano Rob Lowe e Patrick Swayze, Reeves percepiva un compenso di appena 3.000$, calcolate che solo gli ultimi due film di Matrix gli sono fruttati 30 milioni di dollari.

La generosità di Reeves è ormai cosa nota e gli episodi che la testimoniano sono diversi, ad esempio sul set dei film di Matrix l’attore ha sborsato un bonus natalizio di 20.000$ per aiutare un costruttore di set che aveva problemi familiari, ed ha acquistato motociclette Harley Davidson nuove di zecca per i 12 membri del team di stuntman del film per ringraziarli del loro lavoro.

L’attore ha anche accettato spesso tagli ai suoi compensi, ad esempio per L’avvocato del diavolo ha rinunciato a 2 milioni di dollari del suo stipendio in modo da poter avere Al Pacino nel cast, idem per la commedia sportiva Le riserve, in quel caso Reeves ha rinunciato a gran parte del suo compenso per avere Gene Hackman nel film. Inoltre nel 1995 l’attore ha rifiutato 11 milioni di dollari per apparire nel sequel Speed ​​2, per recitare invece nel ruolo di Amleto in una produzione della Manitoba Theatre Company a Winnipeg in Canada.

Era solo una situazione nella vita in cui ho ricevuto la sceneggiatura e ho letto la sceneggiatura ed ero tipo ‘agggghhh.’ Si trattava di una nave da crociera…e stavo pensando, ‘Un autobus, una nave da crociera … Velocità, autobus, ma poi una nave da crociera è anche più lenta di un autobus e ho pensato,’ Vi amo ragazzi ma non posso farlo.

I Video di Cineblog