• Film

Milk di Gus Van Sant con Sean Penn su Sky Cinema Due e Now

Disponibile su Sky Cinema Due e Now il dramma biografico “Milk” con Sean Penn, James Franco e Josh Brolin diretti da Gus Van Sant.

Milk, su Sky Cinema Due e Now disponibile il film biografico del 2008 di Gus Van Sant interpretato dal premio Oscar Sean Penn al fianco di James Franco, Emile Hirsch e Josh Brolin.

Il film “Milk” ripercorre gli ultimi 8 anni della vita di Harvey Milk. Attivista del movimento dei diritti degli omosessuali. Amico. Amante. Unificatore. Politico. Combattente. Icona. Ispiratore. Eroe. La sua vita ha cambiato la storia, e il suo coraggio ha cambiato la vita di tante persone. Milk abita a New York quando compie 40 anni. Convinto di dover dare un senso
diverso alla sua vita, decide di trasferirsi col suo compagno Scott Smith (James Franco) a San Francisco, dove insieme aprono un piccolo negozio di fotografia, il Castro Camera, nel cuore di un quartiere popolare che sarebbe presto diventato un punto di riferimento per tutti gli omosessuali d’America. Sostenuto dalla sua adorata comunità di Castro, e da tutta la città, Milk sorprende Scott e se stesso diventando un militante e promotore del cambiamento. Chiede pari diritti e opportunità per tutti, e il grande amore che prova per la città e per la sua gente gli fa guadagnare le simpatie di giovani e aziani, omosessuali e eterosessuali – in un periodo in cui il pregiudizio e la violenza contro i gay sono apertamente accettati e considerati la norma. Con il fondamentale sostegno di Scott e dei nuovi amici e volontari, Milk si getta a capofitto nelle incerte acque della politica. Intanto, fa da mentore a nuovi attivisti determinati a impegnarsi sul campo, come Cleve Jones (Emile Hirsch). Come figura pubblica si impone per la sua brillante ironia, ma anche per le sue iniziative e azioni concrete che lasciano il segno più di tante parole. Ben presto diventa noto anche oltre i confini cittadini, ma la sua ostinata determinazione a entrare nel governo cittadino finisce per allontanarlo da Scott. Milk viene eletto consigliere per il 5° Distretto. Oltre a svolgere con passione e diligenza il suo incarico di consigliere, Milk promuove un’ordinanza comunale per difendere i cittadini dal licenziamento per motivi di orientamento sessuale, e si batte contro un referendum statale che chiede il licenziamento degli insegnanti omosessuali e di chi li sostiene: Milk si rende conto di quale pericolo rappresenti questa Proposition 6 per i diritti dei gay. Intanto, le agende politiche di Milk e di un altro consigliere neoeletto, Dan White (Josh Brolin), divergono sempre di più, mentre i loro destini personali convergono tragicamente. Quello di Milk era ed è ancora un programma fondato sulla speranza – una speranza che vive ancora oggi.

Milk, il film biografico di Gus Van Sant con Sean Penn, James Franco e Josh Brolin
Guarda ora su NOW

Nonostante abbiamo “appena” inaugurato il 21° secolo, i problemi come discriminazione e omofobia contro cui combatteva Harvey Milk permangono e restano terreno di scontro, un’arretratezza che rende il film “Milk” più che mai attuale e una fotografia affatto sbiadita che coglie un momento storico ancora molto importante, nonostante siano trascorsi decenni e si siano con fatica indubbi passi in avanti. Ma se nel frattempo si è legiferato, è ancora difficile contrastare la paura del diverso, visto come oggetto estraneo e pericoloso per la società “normale” e la rabbia e la violenza che ne derivano. “Milk” è il biopic perfetto per veicolare conoscenza e combattere l’ignoranza e l’intolleranza che sono alla base dell’omofobia. Gus Van Sant guarda al cinema americano degli anni settanta e trova il giusto equilibrio tra nozionismo storico, che è imprescindibile in operazioni come questa, e un cuore pulsante che racconta oltre all’attivista anche l’Harvey Milk uomo, e per questo non si può non lodare la partecipata e intensa interpretazione di Sean Penn premiata con un meritato Oscar. La speranza è che un giorno film come “Milk” diventino bei film utili solo a ricostruire un momento storico e a raccontare figure apicali alle nuove generazioni, e non come accade oggi a testimoniare quanto lenta sia la società ad abbandonare pregiudizi e paure spesso politicamente instillate per guardare ad un futuro che sia inclusivo a prescindere.

A seguire trovate alcune curiosità su film, cast e regista.

  • Come politico e attivista, Harvey Milk è stato un populista aggressivo, convinto che la funzione del governo fosse quella di andare incontro ai bisogni di tutti i membri della società. Ha incoraggiato uomini e donne omosessuali a uscire allo scoperto, comunità e sindacati a unire le loro forze, e tutti i cittadini a battersi contro ogni discriminazione. Non molto tempo prima di essere assassinato, parlando della necessità di un movimento per i diritti dei gay in grado di esercitare una pressione sul governo, Milk diceva: “Io chiedo al movimento di andare avanti, perché la mia elezione ha dato una nuova speranza ai giovani. Dobbiamo dare loro speranza.” Una frase incisa alla base della sua statua – un busto esposto di fronte al Municipio di San Francisco.
  • Migliaia di persone hanno accettato di prendere parte gratuitamente al film come comparse.
  • Il film è stato candidato a 8 Premi Oscar, tra cui miglior film e regia, con due statuette vinte: Miglior attore protagonista a Sean Penn e Migliore sceneggiatura originale a Dustin Lance Black.
  • L’attore Denis O’Hare che interpreta il senatore anti-gay John Briggs nel film è in realtà apertamente gay.
  • Dopo la sua prima scena di bacio con James Franco, Sean Penn ha scritto alla sua ex moglie Madonna dicendole: “Ho appena avuto la mia prima volta baciando un ragazzo”. (La sua risposta scritta: “Congratulazioni.”)
  • La trasformazione cosmetica di Sean Penn nel film includeva una protesi al naso e ai denti, lenti a contatto e un’attaccatura dei capelli ridisegnata. Il suo trucco è stato realizzato dal vincitore del premio Oscar Stephan Dupuis.
  • L’appartamento che è stato utilizzato nel film è il vero appartamento in cui viveva Harvey Milk a Lower Haight a San Francisco.
  • Josh Brolin è stato accolto dalla comunità gay e lodato per aver interpretato “L’uomo più odiato nella storia di San Francisco”.
  • Il regista Gus Van Sant è stato coinvolto nella realizzazione dei vari progetti legati ad Harvey Milk per oltre quindici anni. Per il suo tentativo fallito di girare la biografia “Il sindaco di Castro Street”  del 1982 nei primi anni ’90, molti attori erano stati presi in considerazione per il ruolo di Harvey Milk tra di loro Robin Williams, Richard Gere, Daniel Day-Lewis e James Woods.
  • Harvey Milk aveva 48 anni quando è stato ucciso nel 1978. Sean Penn aveva 48 anni quando è uscito il film.
  • La vita di Harvey Milk è già stata raccontata nel documentario premio Oscar “The Times of Harvey Milk”, diretto da Rob Epstein nel 1984.

[Per visionare il trailer clicca sull’immagine in alto]

I Video di Cineblog