Mortal Kombat 2021: la colonna sonora includerà l’iconica hit “Techno Syndrome”

La colonna sonora dell’atteso reboot di “Mortal Kombat” includerà l’iconica hit “Techno Syndrome” del duo belga The Immortals.

Una delle parti più esaltanti del Mortal Kombat anni novanta con Christopher Lambert è senza dubbio il brano “Techno Syndrome (Mortal Kombat)” che il duo belga The Immortals (Maurice “Praga Khan” Engelen e Olivier Adams) ha pubblicato un anno prima dell’uscita in “Mortal Kombat: The Album”, una raccolta di brani techno della band che ha accompagnato l’uscita del gioco nel 1994.

Il brano in questione accompagnava i combattimenti del primo live-action del 1995 ed è stata inclusa anche nel sequel Mortal Kombat: Distruzione totale. In molti hanno criticato l’adattamento di Paul W.S. Anderson, come peraltro hanno fatto con il recente e godibilissimo Monster Hunter, il fatto ad esempio di aver edulcorato il lato brutale e splatter del gioco era una delle critiche mosse al film, ma eravamo negli anni novanta e nessuno avrebbe rischiato un visto censura come quello di Deadpool su un franchise da milioni di fan e potenziali spettatori. Decisamente altri tempi e con il trascorrere del tempo il film di Anderson ha guadagnato punti ed estimatori, e il suo aspetto “campy” e fumettoso risulta ad oggi particolarmente gradevole al contrario di altri adattamenti dell’epoca vedi il film di Super Mario Bros., lo Street Fighter con Jean-Claude van Damme e il Double Dragon con Mark Dacascos.

[Per guardare il video clicca sull’immagine in alto]

Ora apprendiamo dal sito Collider che la “galvanizzante” partitura techno molto apprezzata dai fan sarà nel reboot di Mortal Kombat, a confermarlo il regista Simon McQuoid che in una recente intervista ha parlato della collaborazione con il compositore Benjamin Wallfisch scelto per musicare il reboot.

La parola che uso spesso, una delle cose di cui abbiamo parlato durante lo sviluppo, è il rispetto. Per i fan e rispetto per i personaggi e rispetto per il canone del gioco. Quindi l’esecuzione alla fine lo prende in considerazione dal fondamento assoluto, ascoltando e comprendendo davvero i fan e comprendendo un pubblico più ampio e pensando a tutte queste cose. Quindi [Wallfisch] è arrivato consapevole di ciò, e poi abbiamo iniziato a parlare del rispetto per i fan e per il materiale. E lui ha detto: “Pensi che ci sia qualcosa che possiamo fare con la musica distintiva?” E io ho detto: “Beh, sì, penso che attraverso l’intero processo, quello che stiamo facendo qui è prendere il meglio del materiale conosciuto e lo stiamo riadattando ed elevando. Lo stiamo prendendo sul serio, molto sul serio – non significa che non ci sia commedia e leggerezza nel film – e lo stiamo davvero prendendo in considerazione e ci stiamo assicurando che sia davvero qualcosa di pensato.” Così lui ha detto, “Beh, penso che funzionerà, ho fatto una demo track. Vuoi ascoltarla?”

I crediti del compositore e direttore d’orchestra britannico Benjamin Wallfisch includono colonne sonore di Shazam!, il reboot Hellboy, l’horror campione d’incassi IT, il sequel Blade Runner 2049 e il remake L’uomo invisibile. L’uscita del reboot di Mortal Komabta è fissata al prossimo 16 aprile.