Mortal Kombat 2021: foto di Shang Tsung e dettagli sul nuovo Goro

Disponibili nuova immagine dello stregone Shang Tsung e dettagli sul nuovo Goro, due dei personaggi che vedremo nel reboot di MortaL Kombat.

Dopo l’entusiastica risposta al primo trailer del reboot di Mortal Kombat, e qualche mal di pancia per la mancanza di Johnny Cage, è disponibile (via Total Film) una immagine che ci mostra il nuovo look dello Shang Tsung di Chin Han.

Nella foto, Tsung ha gli occhi bianchi e anonimi simili a quelli del gioco e indossa anche una veste blu scuro con decorazioni dorate e nere che ricordano da vicino i suoi abiti in MK3, MKII e MK 2011. I suoi lunghi capelli neri, le rifiniture con accenti dorati e il copricapo sono fedeli all’originale.

Nei videogiochi originali, Shang Tsung è un potente stregone stregone malvagio  che assorbe le anime viventi di coloro che sconfigge per mantenere giovinezza e potere nonché mutaforma demoniaco in grado di cambiare il suo aspetto trasformandosi in altri personaggi mantenendone poteri e mosse. Shang Tsung è solitamente descritto come il braccio destro dell’antagonista principale della serie, Shao Kahn, principale rivale e acerrimo nemico di Liu Kang. Shang Tsung ha debuttato nell’originale Mortal Kombat, fungendo da gran maestro del torneo in-game e boss finale del gioco. Da allora è apparso in diversi giochi e altri media generati dal franchise. L’ultima apparizione di Tsung nei videogiochi è stata in Mortal Kombat 11, mentre la versione live-action del film del 1995 lo ha visto interpretato dall’attore e artista marziale Cary-Hiroyuki Tagawa.

Per quanto riguarda il nuovo Goro, nel reboot di Mortal Kombat sarà realizzato interamente CGI, sulla base della versioen animatronica usata nel film del 1995. Il colosso a quattro braccia, che è stato rivelato in una scena di combattimento nel trailer di Mortal Kombat, è apparso per la prima volta nell’originale Mortal Kombat come un personaggio non giocabile, che sfidaba il giocatore prima del combattimento finale con Shang Tsung. Goro è un membro della razza a quattro braccia, metà umana e metà drago, chiamata Shokan. Nel gioco originale è stato campione del torneo Mortal Kombat per 500 anni prima di essere sconfitto da Liu Kang. A differenza della maggior parte dei personaggi del gioco, rappresentazioni digitalizzate di attori reali, Goro era una scultura in argilla animata in stop motion mentre il Goro del film del 1995 era un sofisticato costume animatronico dal costo di oltre 1 milione di dollari e il lavoro coordinato di una dozzina di burattinai per renderlo funzionante. Goro ha avuto un ruolo di primo piano nella serie a fumetti ufficiale ed è stato il primo personaggio ad avere la sua miniserie in tre numeri (Goro: Prince of Pain). La storia di Goro non differiva molto dai suoi profili di gioco, essendo il campione di Mortal Kombat e avendo precedentemente battuto Kung Lao.

Il nuovo Mortal Kombat che uscirà nei cinema e su HBO Max il 16 aprile, diretto dall’esordiente Simon McQuoid e prodotto da James (Aquaman, Conjuring Universe), presenterà non solo Fatality accurate, ma includerà anche altri personaggi originali del gioco arcade, tra cui Scorpion e Sub-Zero, la cui rivalità sarà al centro della trama, Jax, Sonya Blade, Raiden e Kano.

Fonte: Collider

I Video di Cineblog