• Film

One Second: trailer italiano e tutte le anticipazioni sul film di Zhang Yimou

Tutto quello che c’è da sapere su “One Second”, il nuovo del regista cinese Zhang Yimou nei cinema italiani dal 16 dicembre 2021.

Il 16 dicembre arriva nei cinema italiani con Europictures e Fenix Entertainment il dramma storico One Second, un omaggio al cinema che rievoca per suggestioni il Nuovo Cinema Paradiso di Tornatore e riporta nelle sale italiane Zhang Yimou, regista cinese di classici come Lanterne rosse, La città proibita e La foresta dei pugnali volanti.

Trama e cast

La trama ufficiale: Negli anni della Rivoluzione Culturale, Zhang (Zhang Yi) evade dal campo di lavoro forzato e vaga per il deserto per raggiungere un villaggio dove in un cinema, assieme al film Eroic Sons and Daughters, viene abbinato il cinegiornale di propaganda numero 22 in cui compare, anche solo per un secondo, l’immagine della figlia che non lo vuole più vedere dopo che è stato arrestato. Poco prima della proiezione la pellicola viene rubata da una ragazzina, l’orfana vagabonda Liu (Liu Haocun), che ha bisogno della celluloide per costruire la lampada al fratello più piccolo. Zhang, dopo aver assistito al furto, la insegue. Perde la pizza, la recupera e la perde ancora. Al villaggio intanto un pubblico molto numeroso è in attesa di assistere allo spettacolo serale organizzato dal proprietario e proiezionista del cinema, chiamato “Mr. Film” (Wan Fei), che è visto come una divinità e si considera una figura essenziale all’interno del Partito.

Il cast di “One Second” è completato da Yu Ailei, Zhang Shaobo, Li Xiaochuan, Li Yan, Liu Yunlong, Tang Ziyue e Yu Yang.

Trailer e video

Trailer italiano ufficiale pubblicato il 25 novembre 2021

Curiosità

  • Zhang Yimou dirige “One Second” da una sua sceneggiatura scritta con Zhou Jingzhi e basata su un racconto della scrittrice Geling Yan di cui Yimou ha già adattato per il grande schermo I fiori della guerra e Lettere di uno sconosciuto. Zhou Jingzhi e Yimou sono alla loro terza collaborazione dopo Mille miglia… lontano e “Lettere di uno sconosciuto”. Jingzhi ha iniziato la sua carriera di poeta di successo negli anni ’80. Nel corso degli anni, ha pubblicato raccolte di poesie, antologie e romanzi. Come sceneggiatore, ha anche guadagnato elogi per il suo lavoro con Yimou e con Wong Kar-wai in The Grandmaster (2013). Jingzhi ha iniziato a scrivere come drammaturgo alla fine degli anni ’90, con opere molto acclamate come Banquet (rappresentato in Francia, Regno Unito e Stati Uniti) e I Love Peach Blossom (oltre 600 spettacoli rappresentati da varie compagnie). Molte delle sue opere sono andate in tournée in tutta la Cina, rendendolo uno dei drammaturghi più prolifici del paese.
  • Il team che ha supportato il regista Zhang Yimou dietro le quinte ha incluso il direttore della Fotografia candidato all’Oscar Zhao Xiaoding (la foresta dei pugnali volanti), il montatore Du Yuan che ha curato alcune delle migliori opere di Zhang come Ju Dou (1990), Lanterne Rosse (1991), La storia di Qiu Ju (1992), Vivere! (1994) e La triade di Shangai (1995), e lo scenografo Lin ChaoXiang, quest’ultimo laureato all’Accademia del cinema di Pechino nel 1985 è un esperto in vari campi, tra cui la poesia, le lingue antiche e persino la medicina cinese. Ha vinto diversi premi per il suo lavoro in film come City of Life and Death (Nanjing! Nanjing!, 2009) di Lu Chuan e per il biopic Confucio (2010) di HU Mei.
  • “One Second” è stato selezionato per competere per l’Orso d’Oro al 69° Festival Internazionale del Cinema di Berlino, ma è stato ritirato poco prima della proiezione. La spiegazione ufficiale per il ritiro è stata “difficoltà tecniche incontrate durante la post-produzione”, ma i critici sospettano una censura motivata politicamente.
  • L’attore Zhang Yi ha recitato anche in 800 eroi e in Cliff Walkers ancora diretto da Zhang Yimou. Già attore affermato nei drammi televisivi, Zhang Yi ha ottenuto un ruolo di rilievo in Caught The Web (2012) di Chen Kaige e in Dearest (2014) di Peter Ho-Sun Chan, che ha ricevuto il premio come miglior attore non protagonista ai Golden Rooster Awards. Ha poi recitato in altri film di alto profilo, tra cui The Golden Era (2014), Al di là delle montagne (2015), I am not Madame Bovary (2016), Cock and Bull (2016, nominato come miglior attore non protagonista ai Golden Rooster Awards), e il blockbuster di arti marziali Brotherhood of blades II (2017). Nel 2018, Zhang ha recitato nel ruolo principale nel film epico di guerra Operation Red Sea di Dante Lam, che ha incassato più di 3,4 miliardi di RMB diventando il film di maggior incasso del 2018 e il 2° film di maggior incasso di tutti i tempi in Cina.
  • L’attore Fan Wei ha iniziato la sua carriera di attore come comico di crosstalk e successivamente è diventato un attore di fiction televisive. Negli ultimi anni, ha recitato in City of Life and Death (2009) di Lu Chuan, Personal Tailor 2013) e I am not Madame Bovary (2016) di Feng Xiaogang, Il monaco che scese dalle montagne (2015) di Chen Kaige. Ha vinto il premio come miglior attore protagonista ai Golden Horse Awards per Mr. No Problem (2017).
  • L’attrice Liu Haocun dopo “One Second” è tornata a collaborare con Zhang Yimou per il crime-thriller Cliff Walkers (2021) e successivamente per il dramma di guerra Ju ji shou in uscita nel 2022 co-diretto da Yimou e Zhang Mo.
  • Le musiche originali di “One Second” sono del compositore cinese Zai Lao aka Loudboy che ha musicato anche Police Story – Sotto controllo e Tigri all’assalto, entrambi diretti da Sheng Ding e con protagonista Jackie Chan. Zai Lao è alla seconda collaborazione con il regista Zhang Yimou dopo aver musicato Shadow la cui colonna sonora è finita al centro di una controversia legale, con un accusa di plagio.

Note di regia

Non dimenticherò mai certe scene dei film che guardavo da bambino. L’eccitazione e la felicità oltre le parole erano come un sogno. I film ci accompagnano mentre cresciamo. I sogni ci accompagnano per tutta la vita. C’è sempre un film in particolare che si ricorda per tutta la vita, e forse non solo il film stesso, ma anche il tipo di aspettativa che cattura… un desiderio di guardare le stelle. “One Second” è dedicato a tutti coloro che amano i film. [Zhang Yimou]

Zhang Yimou – Note biografiche

Uno dei registi più importanti e influenti della Cina, e membro centrale della “quinta generazione” di registi cinesi, Zhang Yimou ha iniziato la sua carriera come direttore della fotografia ed è diventato regista nel 1987. Nel corso degli anni, ha diretto film che hanno ricevuto riconoscimenti da tutto il mondo: Sorgo Rosso (1987, vincitore dell’Orso d’Oro al 38’ Festival Internazionale del cinema di Berlino), Ju Dou (1990, in concorso al Festival di Cannes e nominato come miglior film straniero agli Oscar), Lanterne Rosse (1991, vincitore del Leone d’Argento al Festival Internazionale di Venezia e nominato come miglior film straniero agli Oscar), Vivere! (1994, Gran Premio della Giuria al Festival di Cannes), per citarne alcuni. Nel 2002, il suo film di arti marziali Hero ha inaugurato una nuova era di blockbuster per il cinema cinese, ed è stata seguita dagli altrettanto riusciti La foresta dei pugnali volanti (2004) e La città proibita (2006). Nel 2012, ha ricevuto il Lifetime Achievement Award al Mumbai Int’l Film Festival, un premio speciale di merito al Daejong Awards della Corea del Sud, il premio Outstanding Achievement al Marrakech Int’l Film Festival e il Lifetime Achievement Award al Cairo Int’l Film Festival. Ha anche ricevuto un dottorato onorario dalla Boston University.

Foto e poster