Oppenheimer: trailer annuncio e anticipazioni del film di Cristopher Nolan con Cillian Murphy

Tutto quello che c’è da sapere su “Oppenheimer”, il dramma biografico di Christopher Nolan sul “Padre della Bomba Atomica” al cinema dal 21 luglio 2023.

Dal 21 luglio 2023 nei cinema con Universal Pictures Oppenheimer, il dramma biografico sul “Padre della Bomba Atomica” diretto da Christopher Nolan (Dunkirk), basato sul libro “American Prometheus” di Kai Bird e Martin J. Sherwin e interpretato da Cillian Murphy, Emily Blunt, Matt Damon e Robert Downey Jr..

Abbiamo aspettato che l’esplosione fosse passata, siamo usciti dal rifugio e poi è stato del tutto solenne. Sapevamo che il mondo non sarebbe stato lo stesso. Alcune persone ridevano, alcune persone piangevano. La maggior parte delle persone taceva. [J. Robert Oppenheimer]

Trama e cast

Il film è basato su “American Prometheus: The Triumph and Tragedy of J. Robert Oppenheimer”, biografia di Kai Bird e Martin J. Sherwin vincitrice del Premio Pulitzer, che racconta la vita e la caduta del fisico teorico interpretato da Cillian Murphy mentre era costretto ad affrontare le ramificazioni e le conseguenze delle sue scoperte scientifiche.

Il cast include anche Emily Blunt, che reciterà al fianco di Murphy nel ruolo della moglie di Oppenheimer, Katherine “Kitty” Oppenheimer; Matt Damon nei panni del tenente generale Leslie R. Groves, l’uomo designato a capo del Progetto Manhattan; Robert Downey Jr. nei panni del rappresentante della Marina Lewis Strauss, che in seguito si rivolse a Oppenheimer, e Florence Pugh che interpreterà il ruolo di Jean Tatlock, un membro del Partito Comunista che in seguito ebbe una relazione con Oppenheimer durante il suo matrimonio con Katherine. Il cast comprende anche Kenneth Branagh, Rami Malek, Josh Hartnett, Matthew Modine, Benny Safdie, Jack Quaid, Gary Oldman, Dane DeHaane, Michael Angarano, Jason Clarke, Olivia Thirlby, Scott Grimes, David Dastmalchian, Alden Ehrenreich, Casey Affleck e Josh Peck.

Oppenheimer – trailer e video

Curiosità

  • Per la prima volta in assoluto una pellicola in bianco e nero verrà utilizzata in una cinepresa IMAX per girare determinate scene.
  • Questa è la sesta collaborazione tra Cillian Murphy e Christopher Nolan dopo Batman Begins (2005), Il cavaliere oscuro (2008), Inception (2010), Il cavaliere oscuro – Il ritorno (2012) e Dunkirk (2017), ma è il prima volta che Cillian Murphy interpreta il ruolo principale.
  • In un’intervista rilasciata lo scorso aprile, l’attore Gary Oldman ha rivelato che a maggio avrebbe girato una piccola apparizione nel film di Nolan: “Sto facendo…Chris Nolan sta lavorando a un nuovo film su Oppenheimer. Faccio una scena, di una pagina e mezza.”
  • Il casting di Josh Hartnett segna un interessante momento di “chiusura del cerchio” poiché Hartnett è stato uno dei tre finalisti in lizza per il ruolo di Batman in “Batman Begins” di Christopher Nolan, ma ha rispettosamente rifiutato il ruolo, affermando in seguito di essersi pentito della decisione, in quanto è un grande ammiratore del lavoro di Nolan come regista e che desiderava costruire un rapporto creativo con lui.
  • Questo sarà il secondo film di Christopher Nolan relativo agli eventi della seconda guerra mondiale dopo Dunkirk (2017).
  • Questa sarà la quarta collaborazione di Christopher Nolan con il direttore della fotografia Hoyte van Hoytema dopo Interstellar (2014), Dunkirk (2017) e Tenet (2020).
  • Questo è il primo film di Christopher Nolan a non essere prodotto e distribuito dalla Warner Bros. Pictures. Invece, “Oppenheimer” sarà distribuito dalla Universal Pictures.
  • Questo sarà il sesto film di Christopher Nolan ad essere girato in IMAX 70mm dopo Il cavaliere oscuro (2008), Il cavaliere oscuro – Il ritorno (2012), Interstellar (2014), Dunkirk (2017) e Tenet (2020).
  • Questa sarà la seconda collaborazione tra Emily Blunt e Cillian Murphy, dopo aver recitato insieme in A Quiet Place II (2020).
  • J. Robert Oppenheimer è stato effettivamente menzionato per nome nel precedente film di Nolan “Tenet” durante una conversazione tra Priya Singh (Dimple Kapadia) e Il Protagonista (John David Washington), indicando apparentemente che Nolan aveva già un’idea di quale sarebbe stato il suo prossimo il film.
  • Il produttore Charles Roven ha presentato il film allo sceneggiatore/regista Christopher Nolan e alla produttrice Emma Thomas raccontando loro del libro biografico “American Prometheus”. Incuriosito dal libro, Nolan ha chiesto di leggerlo. Dopo che Nolan ha letto il libro, ha accettato il lavoro per dirigere il film.
  • Il cast include cinque vincitori dell’Oscar: Casey Affleck, Kenneth Branagh, Matt Damon, Gary Oldman, Rami Malek e due candidati all’Oscar: Robert Downey Jr. e Florence Pugh.
  • Casey Affleck e Matt Damon hanno già recitato in Interstellar (2014) di Christopher Nolan, così come in Will Hunting – Genio ribelle (1997) e Gerry (2002), entrambi diretti da Gus Van Sant.
  • Terza collaborazione di Christopher Nolan con Kenneth Branagh, dopo Dunkirk (2017) e Tenet (2020).
  • Questo non è il primo film ambientato all’epoca della seconda guerra mondiale di Josh Hartnett o James Remar, Hartnett era in Pearl Harbor (2001) e Remar era in USS Indianapolis (2016).
  • Gary Oldman, Matthew Modine e David Dastmalchian hanno già recitato nella trilogia de “Il cavaliere oscuro”, Oldman è stato il commissario Jim Gordon nella trilogia, Modine era in Il cavaliere oscuro – Il ritorno (2012) e Dastmalchian era uno scagnozzo del Joker in Il cavaliere oscuro (2008). Questa è la quarta collaborazione di Oldman con Christopher Nolan e la seconda di Modine e Dastmalchian con Nolan.
  • Christopher Nolan e Benny Safjdie avevano lavorato con Robert Pattinson, Nolan ha diretto Pattinson in Tenet (2020) e Safjdie ha diretto e recitato insieme a Pattinson in Good Time (2017).
  • Scott Grimes, Josh Peck e David Dastmalchian hanno recitato nella serie tv ER – Medici in prima linea (1994), con Grimes come protagonista della serie nei panni del dottor Archie Morris.
  • Questa è la seconda collaborazione di Casey Affleck e Christopher Nolan dopo Interstellar.
  • Christopher Nolan e Josh Hartnett hanno lavorato con David Bowie, Nolan ha diretto Bowie in The Prestige (2006) e Hartnett ha recitato al fianco di Bowie in Landshark: rischio a Wall Street (2008).

Il libro originale


American Prometheus: The Triumph and Tragedy of J. Robert Oppenheimer è una biografia sul “Padre della Bomba Atomica” di Kai Bird e Martin J. Sherwin pubblicata da Alfred A. Knopf nel 2005. Dopo venticinque anni, il libro è stato premiato con il Premio Pulitzer 2006 per la biografia o l’autobiografia. Ha anche vinto il Premio Duff Cooper 2008, il miglior libro dell’anno del Chicago Tribune e il miglior libro di Discover Magazine.

Oppenheimer si circondò dei migliori fisici nucleari del mondo, costituendo il gruppo di ricerca più importante che sia mai esistito nella storia della scienza. A differenza di molti suoi colleghi, fu sempre consapevole della propria parte di responsabilità per il lancio dell’atomica su Hiroshima e Nagasaki: “I fisici hanno conosciuto il peccato”, fu il suo sconsolato commento dopo l’esplosione della bomba di Hiroshima. Appena venti giorni prima, durante il Trinity test, aveva pronunciato un’altra terribile frase, ripresa dal Bhagavadgītā: “Sono diventato Morte, il distruttore di mondi”.

 

La sinossi ufficiale del libro: American Prometheus è la prima biografia su larga scala di J. Robert Oppenheimer, “il padre della bomba atomica”, il fisico brillante e carismatico che ha guidato lo sforzo di catturare il terribile fuoco del sole per il suo paese in tempo di guerra. Immediatamente dopo Hiroshima, divenne lo scienziato più famoso della sua generazione, una delle figure iconiche del ventesimo secolo, l’incarnazione dell’uomo moderno che affronta le conseguenze del progresso scientifico. È stato l’autore di una proposta radicale per porre controlli internazionali sui materiali atomici, un’idea che è ancora attuale. Si oppose allo sviluppo della bomba all’idrogeno e criticò i piani dell’Air Force per combattere una guerra nucleare infinitamente pericolosa. Nell’isteria ormai quasi dimenticata dei primi anni ’50, le sue idee erano un anatema per i potenti sostenitori di un massiccio accumulo di nucleare e, in risposta, il presidente della Commissione per l’energia atomica Lewis Strauss, il sostenitore della superbomba Edward Teller e il direttore dell’FBI J. Edgar Hoover hanno lavorato dietro le scene per avere una commissione d’udienza scoprendo che non ci si poteva fidare di Oppenheimer riguardo ai segreti nucleari americani. American Prometheus illustra la vita e i tempi di Oppenheimer con dettagli rivelatori e senza precedenti. Esaurientemente ricercato, si basa su migliaia di documenti e lettere raccolte da archivi in ​​America e all’estero, su enormi file dell’FBI e su quasi un centinaio di interviste con amici, parenti e colleghi di Oppenheimer. Lo seguiamo dalla sua prima educazione all’inizio del XX secolo alla Ethical Culture School di New York City, attraverso le crisi personali alle università di Harvard e Cambridge. Poi in Germania, dove ha studiato fisica quantistica con i teorici più affermati del mondo; e a Berkeley, in California, dove fondò, negli anni ’30, la principale scuola americana di fisica teorica, e dove fu profondamente coinvolto nelle cause della giustizia sociale e nei loro sostenitori, molti dei quali erano comunisti. Poi a Los Alamos, nel Nuovo Messico, dove ha trasformato una squallida mesa nel più potente laboratorio di armi nucleari del mondo e dove lui stesso è stato trasformato. E, infine, all’Institute for Advanced Study di Princeton, che ha diretto dal 1947 al 1966. American Prometheus è una ricca evocazione dell’America di metà secolo, un nuovo e avvincente ritratto di un uomo brillante, ambizioso, complesso e imperfetto, profondamente connesso ai suoi eventi principali: la Depressione, la Seconda Guerra Mondiale e la Guerra Fredda. È allo stesso tempo biografia e storia ed è essenziale per la nostra comprensione del nostro passato recente e delle nostre scelte per il futuro.

Il libro “American Prometheus: The Triumph and Tragedy of J. Robert Oppenheimer” di Kai Bird e Martin J. Sherwin di è disponibile in edizione inglese su Amazon.

La colonna sonora

  • Le musiche originali del film sono del compositore Ludwig Göransson, alla sua seconda collaborazione con il regista Christopher Nolan dopo Tenet. I crediti di Göransson includono Prossima fermata Fruitvale Station, Creed – Nato per combattere, Noi siamo tutto, Black Panther, Il giustiziere della notte – Death Wish e Black Panther: Wakanda Forever.

Foto e poster