• Film

Will Smith bandito dagli Oscar per 10 anni

L’Academy of Motion Picture Arts and Sciences dopo lo schiaffo agli Oscar 2022 ha bandito Will Smith per 10 anni.

Will Smith non potrà partecipare alla cerimonia di premiazione degli Academy Awards per i prossimi 10 anni, questa è stata la decisione presa dall’Academy of Motion Picture Arts and Sciences a seguito dello schiaffo inferto dall’attore a Chris Rock durante la notte degli Oscar 2022.

Dopo l’alterco tra Will Smith e Chris Rock, scaturito da una battuta improvvisata da Rock sulla testa rasata della moglie di Will Smith, l’attrice Jada Pinkett Smith affetta da alopecia e paragonata dal comico alla Demi Moore del film Soldato Jane di Ridley Scott. A seguito dello schiaffo, Rock non ha voluto sporgere denuncia, Smith si èscusato pubblicamente e ha rassegnato le dimissioni da membro dell’Academy.

Dopo che l’Academy ha annunciato conseguenze per Smith, si è ipotizzato che si sarebbe potuto togliere a Smith la statuetta vinta come migliore attore protagonista per Una famiglia vincente – King Richard o invece, come è puntualmente accaduto, subire un divieto temporaneo di partecipare agli eventi legati agli Oscar.

Il sito Deadline ha confermato che Will Smith è stato ufficialmente bandito dagli Oscar per i prossimi 10 anni, cioè fino all’8 aprile 2032. Come ipotizzato questa decisione impedirà a Smith di poter partecipare a tutti gli eventi, di persona o virtualmente, associati agli Academy Awards.

Will Smith è diventato la quinta persona nella storia ad essere bandita dagli Oscar, ma la lista in cui Smith è stato inserito per il suo gesto violento in realtà include espulsioni a vita, con il produttore Harvey Weinstein, il comico Bill Cosby, il regista Roman Polanski e il direttore della fotografia Adam Kimmel tutti espulsi a seguito di aggressioni sessuali a cui sia aggiunge l’attore Carmine Caridi, primo espulso in assoluto dall’Academy nel 2004. Caridi noto per ruoli in Il padrino  – Parte II e Il padrino – Parte III è stato accusato dall’FBI di pirateria avendo copiato illegalmente e diffuso oltre 60 film che aveva visto in anteprima (“For Your Consideration”) in veste di giurato dell’Academy.

Lo schiaffo di Will Smith agli Oscar ha avuto anche conseguenze sul lavoro dell’attore, lo sviluppo di Bad Boys 4 di Sony e Fast and Loose di Netflix sono stati sospesi, mentre non ci sono notizie sul sequel Io sono leggenda 2 a cui Smith stava lavorando con Michael B. Jordan. Altro discorso è invece il film Emancipation diretto da Antoine Fuqua che Smith ha completato per Apple TV+, e che vede Smith protagonista nei panni di uno schiavo fuggito in Louisiana che si unisce all’esercito dell’Unione. In molti hanno parlato del ruolo di Smith in questo film come potenziale contendente alla prossima stagione dei premi, Oscar inclusi, visto che il provvedimento preso contro Smith non impedisce all’attore di essere candidato e di vincere una statuetta.