• Film

PG: Psycho Goreman – nuovo trailer della commedia horror di Steven Kostanski

Nuovo trailer della commedia horror “PG: Psycho Goreman”, il nuovo film del regista di Manborg, Leprechaun Returns e The Void.

Il sito Bloody Disgusting ci segnala un nuovo trailer di PG: Psycho Goreman, la nuova bizzarra commedia horror dal regista canadese Steven Kostanski (Manborg, Leprechaun Returns, The Void) che sembra strizzare l’occhio a classici horror anni ottanta per ragazzi come Non aprite quel cancello e Scuola di mostri.

“PG: Psycho Goreman” interpretato dai giovanissimi Nita-Josée Hanna e Owen Myre nei panni di Mimi e Luke, fratello e sorella che litigano continuamente e inconsapevolmente resuscitano un antico sovrano alieno (Matt Ninaber) che è stato sepolto nel loro cortile. I due fratelli battezzano la malvagia creatura Psycho Goreman (o PG in breve) e grazie al possesso di un amuleto magico la creatura si trova costretta ad obbedire ai loro capricci infantili. La ricomparsa sulla Terra di PG attirerà inevitabilmente l’attenzione di guerrieri e demoni intergalattici che piomberanno nel tranquillo e sonnolento quartiere dei due ragazzini da ogni parte del cosmo, un po’ come abbiamo visto in The Predator.

[Per visionare il trailer clicca sull’immagine in alto]

Kostanski promette che “Psycho Goreman” non sarà un film per bambini e a provarlo ci saranno oltre 15 memorabili mostri creati appositamente per film tra cui l’angelo vendicatore “Pandora”, il goblin traditore “Dark Scream”, la sinuosa strega “Hiss”, il subdolo “Kortex”, il folle “Death Trapper” e ovviamente lo stesso “Psycho Goreman”.

Steven Kostanski: Il concetto chiave di “PG” è qualcosa che ho portato con me da quando ho memoria. Come sarebbe avere il tuo mostro personale? Da bambino, sono rimasto incantato dalla relazione tra John Connor e il T-800 in Terminator 2 e dal modo in cui questo ragazzo in cui era facile riconoscersi potrebbe improvvisamente avere un “cattivo” come suo amico. Mi piace fantasticare con l’idea di passare del tempo tempo con personaggi del calibro di Skeletor, Megatron, Cobra Commander e ogni altro cattivo dei cartoni del sabato mattina. Questi personaggi mi hanno sempre interessato più degli eroi tradizionali. Adoro contrastare la lirica del fantasy spaziale con la banalità suburbana. Questo è nato dal mio amore per i film di genere a basso budget degli anni ’80 e ’90 come I dominatori dell’universo e Beastmaster 2, dove i vincoli di budget hanno costretto i cineasti ad ambientare le loro storie epiche in luoghi accessibili del mondo reale. Mi piace sovvertire lo spazio sicuro del genere con violenza sconvolgente e conseguenze nel mondo reale. Questo è un tema che ho applicato nel mio episodio “W is for Wish” per “ABC’s of Death 2”. Con PG, ho spinto questa idea ad altezze più fantasiose e brutali, ricreando i folli scenari che ero solito inventare mentre giocavo nel cortile da bambino.

 

I Video di Cineblog