Stasera in tv: “Rachel” con Rachel Weisz e Sam Claflin su Rai 3

Rachel (My Cousin Rachel), su Rai 3 il dramma romantico a tinte thriller diretto da Roger Michell (Le Week-End), basato sul romanzo originale “Mia cugina Rachele” di Daphne du Maurier e interpretato da Rachel Weisz e Sam Claflin.

Rachel – Cast e doppiatori

Rachel Weisz: Rachel Ashley
Sam Claflin: Philip
Iain Glen: Nick Kendall
Holliday Grainger: Louise Kendall
Andrew Knott: Joshua
Tim Barlow: Seecombe
Simon Russell Beale: Couch
Poppy Lee Friar: Mary Pascoe
Katherine Pearce: Belinda Pascoe
Tristram Davies: Wellington
Andrew Havill: Parson Pascoe
Vicki Pepperdine: Mrs. Pascoe
Bobby Scott Freeman: John
Harrie Hayes: Tess
Pierfrancesco Favino: Enrico Rainaldi

Doppiatori italiani

Giuppy Izzo: Rachel Ashley
Fabrizio De Flaviis: Philip
Roberto Pedicini: Nick Kendall
Francesca Manicone: Louise Kendall
Goffredo Matassi: Seecombe
Vladimiro Conti: Couch
Ambrogio Colombo: Parson Pascoe
Fabrizia Castagnoli: Mrs. Pascoe

Rachel – Trama e trailer

 

 

Rachel (My Cousin Rachel) è una storia d’amore misteriosa e con differenti livelli di lettura, in cui un giovane inglese (Sam Claflin) mette in atto una strategia di vendetta contro la sua enigmatica e bellissima cugina (Rachel Weisz), credendola responsabile della morte di suo cugino Ambrose, con cui è cresciuto. Tuttavia, dopo aver conosciuto la donna, i suoi sentimenti iniziano a cambiare e finisce per soccombere al suo fascino fino ad esserne ossessionato.

Curiosità sul film

  • Roger Michell dirige questo adattamento da una sua sceneggiatura. Michell torna dietro la macchina da presa a quattro anni da Le Week-End, anche se nel frattempo si è tenuto occupato sul piccolo schermo dirigendo la miniserie in due parti The Lost Honour of Christopher Jefferies nel 2014 e il film tv Birthday del 2015 basato su un’opera teatrale di Joe Penhall. altri crediti di Michell includono regie per Notting Hill, Ipotesi di reato, Il buongiorno del mattino e A Royal Weekend.
  • Questo film segna il terzo adattamento del romanzo originale “Mia cugina Rachele” di Daphne du Maurier, con il primo adattamento che ha debuttato sul grande schermo nel 1952, interpretato da Olivia de Havilland come Rachel Ashley e Richard Burton come Philip Ashley. Il romanzo è stato poi adattato in una miniserie tv del 1983 interpretata da Geraldine Chaplin e Christopher Guard.
  • Il romanzo originale è stato pubblicato nel 1951 generando anche un paio di altri adattamenti, uno radiofonico andato in onda su BBC Radio 4 nel 2011, interpretato da Damian Lewis e Lia Williams e uno teatrale in scena nella primavera del 2012 al Gate Theatre di Dublino, diretto da Joseph O’Connor e con protagonista Hannah Yelland nei panni di Rachel.
  • Per questo ruolo, Rachel Weisz ha dovuto imparare a cavalcare un cavallo all’amazzone, un’impresa resa ancora più impegnativa dal suo costume.
  • Il cavallo bianco che Rachel Weisz cavalca nel film era stato addestrato per la serie tv Il trono di spade e gli era stato insegnato a “fare il morto” quando il suo cavaliere tirava forte la redine sinistra. Non essendone consapevole, a un certo punto Rachel è rimasta parzialmente intrappolata sotto il fianco sinistro del cavallo per un breve periodo dopo che l’animale si era ribaltato sul lato sinistro.
  • Gli incubi febbrili di Philip sono stati girati con una fotocamera 35mm azionata a manovella.
  • Rachel Weisz è stata vestita in costume da Dinah Collin, che mirava a una moda estranea alla Cornovaglia, e ha consultato i ritratti per creare un autentico aspetto di classe superiore. Per questo motivo ha deciso solo due abiti principali per il personaggio di Rachel, dato che non era a casa in Cornovaglia.
  • Le perle utilizzate nella storia sono state realizzate per il film, basate su un dipinto del 1835.
  • Il film è stato girato ad Arezzo, Italia.
  • Il regista Roger Michell afferma di aver girato sul posto nel Devon, vicino al confine con la Cornovaglia, ma di aver evitato di girare in Cornovaglia o di ambientare il film lì, perché la contea è presente in gran parte nella popolare serie tv Poldark (2015) e voleva evitare un altro dramma in costume ambientato nella stessa location e un confronto troppo ravvicinato tra le due produzioni.
  • Rachel Weisz ha circa 16 anni più di Sam Claffin.
  • La tenuta di campagna utilizzata per le riprese è stata ereditata da Bamber Gascoigne in seguito alla morte di sua zia, Mary Innes-Ker, duchessa di Roxburghe, il 2 luglio 2014.
  • Simon Russell Beale ha girato tutte le sue scene in un solo giorno.
  • Sam Claflin e Holliday Grainger sono già apparsi insieme in Posh (2014) e nella miniserie tv Any Human Heart (2010).
  • Questa è la seconda volta che Sam Clafin (Philip) interpreta un ragazzo di nome Philip. Il primo è stato Pirati dei Caraibi – Oltre i confini del mare.
  • Sam Claflin ha detto che lavorare accanto a Rachel Weisz gli ha permesso di crescere come attore sul grande schermo.

 

La sinossi ufficiale del romanzo: Cornovaglia, metà Ottocento. Rimasto orfano a diciotto mesi, dopo la morte improvvisa dei genitori, Philip Ashley viene cresciuto dal cugino Ambrose, uno scapolo impenitente e misogino. Per anni il loro ménage familiare scorre sereno e tranquillo, e vano risulta qualsiasi tentativo da parte di amici e conoscenti di spingere Ambrose verso le gioie domestiche del matrimonio. Grande è, perciò, lo stupore di Philip nel ricevere una lettera da Firenze, dove da qualche anno Ambrose si reca a svernare per motivi di salute, in cui il cugino gli comunica di aver sposato una lontana parente, la cugina Rachele, vedova di un nobile italiano che è stato ucciso in un duello, lasciandola con un mucchio di debiti e una grande villa vuota. Quando le lettere di Ambrose dall’Italia assumono i toni sempre più confusi e drammatici di un uomo spaventato, lo sconcerto di Philip si trasforma in un’apprensione tale da spingerlo a raggiungere al più presto la città toscana. A Firenze, però, lo aspetta un’amara realtà: Ambrose è deceduto in seguito a un male che lo ha consumato in breve tempo, e Rachele è partita subito dopo il funerale, chiudendo la villa e portando via con sé tutti gli effetti personali del defunto. Rientrato in Cornovaglia, Philip si macera nell’odio nei confronti della donna, che si figura come una creatura grottesca e mostruosa. Ogni certezza, però, vacilla quando Rachele giunge all’improvviso in Cornovaglia per restituire a Philip gli averi di Ambrose. Il giovane si ritrova dinanzi a una donna molto diversa da quella che ha agitato le sue veglie e i suoi sogni per mesi. Una donna bella e affascinante che non ha nulla dell’assassina a caccia di denaro. Ma il bell’aspetto della cugina Rachele corrisponde davvero alla sua natura?

Il romanzo “Mia cugina Rachele” di Daphne Du Maurier è disponibile su Amazon.

Dal libro al grande schermo

Il romanzo Mia cugina Rachele (My Cousin Rachel) è stato scritto nel 1951 da Daphne du Maurier, nelle cui celebri opere, caratterizzate spesso da un clima di suspence e passione, si innestano ritratti psicologici sorprendentemente moderni di uomini e donne invischiati in relazioni intricate e talvolta ossessive.

Il modo di scrivere dell’autrice era così cinematografico che Alfred Hitchcock ne fu ispirato traendo dai suoi romanzi tre film: “La taverna della Giamaica” (Jamaica Inn), “Gli uccelli” (The Birds) e “Rebecca, la prima moglie” (Rebecca). Anche il thriller psicologico di Nicolas Roeg “A Venezia… un dicembre rosso shocking” (Don’t Look Now) si basa su un racconto della du Maurier.

Quando fu pubblicato, Mia cugina Rachele divenne istantaneamente uno dei romanzi più popolari dell’autrice. La 20th Century Fox se ne assicurò i diritti, mettendo rapidamente in produzione il film con due delle star più popolari dell’epoca: Richard Burton e Olivia De Havilland. Distribuito nel 1952, il film ottenne quattro candidature agli Oscar e fece vincere un Golden Globe al giovane Burton come ‘Miglior attore esordiente’.

Immerso in un’atmosfera carica di desiderio e sospetto, il romanzo narra la storia di un giovane piuttosto ingenuo in lotta con se stesso nel tentativo di stabilire se l’affascinante vedova del cugino, con il quale ha vissuto dopo la morte dei genitori, sia la donna dei suoi sogni… o un’avventuriera che ha assassinato a sangue freddo il marito per accaparrarsi l’eredità.

Quando Rachel giunge alla tenuta degli Ashley, Philip conosce una donna che non somiglia affatto all’avvelenatrice dal cuore oscuro di cui delirava il cugino sul letto di morte. L’elemento chiave nell’adattamento di Michell è la decisione di abbracciare pienamente l’ambiguità elettrizzante del romanzo, che l’autrice mantiene viva come un incantesimo fino alla fine.

Il cuore della storia è la ricerca della verità, una ricerca tormentosa e avvincente per il lettore, angosciante per Philip… e che prosegue incalzante fino alle ultime battute del film.

Rachel – La colonna sonora

  • Le musiche originali dei film sono del compositore Rael Jones (Suite francese, Il festival, La signora Harris va a Parigi).
  • La colonna sonora include i brani: Lancashire di H. Smart / Der Winter Ist Vergangen (Traditional) di Poppy Lee Friar & Katherine Pearce / God Rest Ye Merry Gentlemen (Traditional) / Three Ravens di Neil MacColl / Flaxley Green Dance (Traditional) / Banish Misfortune (Traditional) / Preludio e Fuga in sol maggiore di Johann Sebastian Bach.

1. Who’s To Blame
2. Memory of a Happy Day
3. Headaches Blind Me
4. By The Throat
5. Clean Up
6. Happy Day
7. Christmas
8. Tisane
9. Signing
10. I Will Not Permit It
11. First Kiss
12. Vine Climb
13. Laying in Bluebells
14. You Belong Here
15. Broken Pearls
16. What I Lack
17. Cliff Path
18. Muggins
19. Hallucinations
20. Laburnum
21. Follow That Horse
22. Enlightenment
23. Gallop To The Coast
24. Who’s To Blame – Reprise
25. Suspicion
26. My Torment

La colonna sonora di “Rachel” è disponibile su Amazon.