Saint Omer: trailer e anticipazioni del film di Alice Diop, Leone d’Argento e migliore opera prima a Venezia 79

Tutto quello che c’è da sapere su “Saint Omer” di Alice Diop premiato a Venezia 79 con il Gran Premio della Giuria e come migliore Opera prima.

Premiato con il Leone D’Argento – Gran Premio della Giuria e con il Leone del Futuro per la migliore opera prima a Venezia 79, il dramma francese Saint Omer, prima opera di fiction per l’acclamata documentarista Alice Diop, segue una giovane scrittrice costretta ad affrontare i suoi traumi personali mentre osserva il processo di una donna accusata di infanticidio.

Trama e cast

La trama ufficiale: Tribunale di Saint-Omer. La giovane scrittrice Rama (Kayije Kagame) assiste al processo a Laurence Coly, una donna accusata di aver ucciso la figlia di quindici mesi, abbandonata all’arrivo dell’alta marea su una spiaggia nel nord della Francia. Ma mentre il processo va avanti, le parole dell’accusata e le deposizioni dei testimoni sconvolgeranno le certezze di Rama, e metteranno in discussione anche la nostra capacità di giudizio.

Il cast del film è completato da Guslagie Malanga, Valérie Dréville, Ege Güner, Atillahan Karagedik, Mustili, Aurélia Petit, Fatih Sahin, Salih Sigirci e Lionel Top.

Saint Omer – trailer e video

Clip ufficiali sottotitolate in inglese pubblicate il 7 settembre 2022

Curiosità

  • Il film a Venezia 79 ha ricevuto due riconoscimenti: il Leone D’argento – Gran Premio della Giuria e il Leone del Futuro – Premio Venezia Opera Prima “Luigi De Laurentiis”.
  • Alice Diop dirige “Saint Omer” da una sua sceneggiatura scritta con la montatrice Amrita David, al suo esordio come autrice, e in collaborazione con Zoé Galeron (London River, Road to Istanbul) e l’acclamata sceneggiatrice Marie NDiaye che ha tar i suoi crediti come autrice ha il White Material con Claire Denis.
  • L’attrice Kayije Kagame (Mara) è alla sua seconda collaborazione con la regista Alice Diop dopo H24, 24 h de la vie d’une femme, film a episodi ispirato a 24 eventi reali in cui sono state perpetrate diverse forme di violenza contro le donne su base quotidiana.
  • “Saint Omer” è prodotto da Toufik Ayadi (I miserabili) e Christophe Barral (Africa Mia).

Note di regia

Nel giugno del 2016 ho assistito al processo di una donna che aveva ucciso la figlioletta, abbandonandola su una spiaggia in Francia con l’alta marea. Ho pensato che la donna avesse voluto offrire la figlia al ‘mare’, una ‘madre’ ben più potente di quanto non potesse esserlo lei stessa. Ispirata da una storia vera e spinta da un’immaginazione intrisa di figure mitologiche, ho scritto questo film su una giovane scrittrice che assiste al processo di una madre infanticida, con lo scopo di scrivere una rivisitazione contemporanea del mito di Medea. Ma nulla procederà come aveva previsto: l’impenetrabilità dell’accusata porterà la giovane donna a riflettere sulla sua stessa ambiguità nei confronti della maternità. Ho voluto girare questo film per sondare l’indicibile mistero di essere madre. [Alice Diop]

Chi è Alice Diop?

Scrittrice e regista, Alice Diop dopo gli studi umanistici si è formata in documentari alla Fémis, scuola di cinema statale francese con sede a Parigi. Ha vinto il César per il miglior cortometraggio per Vers la tendesse nel 2017. Lo stesso anno, il suo lungometraggio documentario La Permanence ha vinto il primo premio nella sezione Concorso francese al festival Cinéma du réel. Il suo ultimo film We ha vinto i premi per il miglior film documentario e il miglior film nella sezione Encounters alla Berlinale nel 2021. Si è poi lanciata nella finzione con Saint-Omer, un lungometraggio di prossima uscita, e ha diretto un episodio della serie Arte 24H, sulla violenza contro le donne.

Ultime notizie su Festival di Venezia

Tutto su Festival di Venezia →