Spirited: prime immagini ufficiali e tutte le anticipazioni sul film con Ryan Reynolds e Will Ferrell

Tutto quello che c’è da sapere su “Spirited”, nuova versione musicale dell’iconico racconto di Dickens con Ryan Reynolds e Will Ferrell.

Su Apple Tv+ è in arrivo Spirited, una nuova versione musicale del classico “Canto di Natale”. Questa nuova versione dell’iconico racconto di Charles Dickens vede protagonisti Ryan Reynolds nei panni di una nuova versione di Scrooge, Will Ferrell sarà invece il Presente, uno dei tre fantasmi che fanno visita al personaggio di Reynolds, e nel cast c’è anche il premio Oscar Octavia Spencer nei panni della bonaria assistente del personaggio di Reynolds, una sorta di versione al femminile del personaggio di Bob Cratchit.

Trama e cast

“Spirited” è una versione musicale del classico Canto di Natale di Charles Dickens. Un uomo avaro (Ryan Reynolds) che tratta tutti intorno a lui con terribile egoismo si ritrova in un’avventura fantastica nelle tre fasi del tempo: passato, presente e futuro, per scoprire come è finito così infelice e solo.

Il cast di “Spirited” include anche Octavia Spencer, Jen Tullock, Sunita Mani, Aimee Carrero, Joe Tippett, Patrick Page, Mary Ann Schaub, Marlow Barkley, Anastasia Mousis Sanidopoulos, Nico Tirozzi, Amanda Cleghorn, Anne Reardon, Maximilian Lee Piazza, Gavin Maddox Bergman, Omar Khan e Ivan ‘Flipz’ Velez.

Spirited – trailer e video

Video dal set pubblicato il 27 luglio 2021

Video dal set pubblicato il 19 settembre 2021

Primo teaser trailer pubblicato l’8 marzo 2022

Curiosità

  • “Spirited” è scritto e diretto da Sean Anders con l’esordiente John Morris. I crediti di Sean Anders includono Instant Family, Daddy’s Home, Daddy’s Home 2, Come ammazzare il capo 2, tutti scritti in coppia con John Morris. Anders e Morris sono anche i produttori di “Spirited” insieme alla società di produzione Gloria Sanchez di Ferrell, la Maximum Effort di Reynolds e Mosaic.
  • “Spirited” segna la terza collaborazione di Will Ferrell con Anders e Morris, dopo i due film di “Daddy’s Home”.
  • Apple ha battuto Netflix, Paramount e Warner Bros. per il team dietro al film, si prevede che Ryan Reynolds e Will Ferrell guadagnino almeno 30 milioni di dollari ciascuno – dovrebbero essere 35 milioni per Reynolds – compensi che includono le loro commissioni di produzione e il loro compenso di back-end. Si stima che il compenso di Sean Anders e John Morris oscillerà tra i 10 milioni e i 15 milioni per la creazione del film e la supervisione della sua produzione.
  • Ryan Reynolds in un’intervista con il sito Collider ha descritto Will Ferrell come “a dir poco fantastico e di persona, è all’altezza di ogni folle ideale e standard che avevo per lui”.

Immagini e video dai social media

Ryan Reynolds e Will Ferrell si sono allenati in anticipo per il loro musical natalizio Spirited. Mentre era sul set, Reynolds ha filmato un duetto con Ferrell sulle note di “Grace Kelly” di Mika come parte di una sfida virale su TikTok. Il video ha superato i 7 milioni di visualizzazioni.

Per me è un fine riprese per Spirited. Non sono sicuro che sarei stato pronto a dire di sì a un film così impegnativo anche tre anni fa. Cantare, ballare e recitare con Will Ferrell ha realizzato un sacco di sogni. E questo è il mio secondo film con la grande Octavia Spencer…Il momento perfetto per un piccolo anno sabbatico dalla realizzazione di film. Mi mancherà ogni secondo di lavorare con questo gruppo di creatori e artisti oscenamente dotati. Al giorno d’oggi, la gentilezza conta tanto quanto il talento. Sono stato fortunato a lavorare con persone che lo sono entrambi.

Il racconto originale

Il Canto di Natale (A Christmas Carol, in Prose. Being a Ghost-Story of Christmas) è stato pubblicato per la prima volta a Londra da Chapman & Hall nel 1843 e illustrato da John Leech. Il Canto di Natale racconta la storia di Ebenezer Scrooge, un anziano avaro che riceve la visita del fantasma del suo ex socio in affari Jacob Marley e degli spiriti del Natale passato, presente e futuro. Dopo le loro visite, Scrooge si trasforma in un uomo più buono e gentile. Dickens ha scritto Il canto di Natale durante un periodo in cui gli inglesi stavano esplorando e rivalutando le tradizioni natalizie del passato, compresi i canti natalizi, e le usanze più recenti come le cartoline di Natale e gli alberi di Natale. Fu influenzato dalle esperienze della sua stessa giovinezza e dalle storie di Natale di altri autori, tra cui Washington Irving e Douglas Jerrold. Dickens aveva scritto tre storie di Natale prima della novella ed è stato ispirato da una visita alla Field Lane Ragged School, uno dei numerosi istituti per bambini di strada di Londra. Il trattamento dei poveri e la capacità di un uomo egoista di riscattarsi trasformandosi in un personaggio più comprensivo sono i temi chiave della storia. Tra gli accademici si discute se questa sia una storia completamente secolare o se sia un’allegoria cristiana. Pubblicata il 19 dicembre, la prima edizione esaurita entro la vigilia di Natale; entro la fine del 1844 erano state pubblicate tredici edizioni. La maggior parte dei critici ha recensito favorevolmente il romanzo. La storia fu copiata illecitamente nel gennaio 1844; Dickens ha intrapreso un’azione legale contro gli editori, che sono falliti, riducendo ulteriormente i piccoli profitti che Dickens incassò dalla pubblicazione. Ha continuato a scrivere altre quattro storie di Natale negli anni successivi. Nel 1849 iniziò le letture pubbliche della storia, che ebbero un tale successo che intraprese altre 127 rappresentazioni fino al 1870, anno della sua morte. A Christmas Carol non è mai andato fuori stampa ed è stato tradotto in diverse lingue; la storia è stata adattata molte volte per film, teatro, opera e altri media.

Il racconto “Canto di Natale” di Charles Dickens è un immarcescibile classico natalizio che funziona in quasi tutte le sue versioni, dal citato musical “Festa in casa Muppet” con l’accoppiata Muppet / Michael Caine, allo Scrooge formato “Paperone” del corto animato “Canto di Natale di Topolino” fino alla commedia dark e un po’ kitsch “S.O.S. Fantasmi” con Bill Murray e una libera e moderna rivisitazione formato commedia romantica del 2019, “La rivolta delle ex” con Matthew McConaughey e Jennifer Garner. L’unica versione cinematografica fedele ma deludente è quella cupa e hi-tech di “A Christmas Carol 3D” di Robert Zemeckis realizzata con uno Scrooge animato in motion-capture interpretato da Jim Carrey, un’ambiziosa ma fredda cavalcata digitale che somiglia più ad un giro sulle montagne russe di un tetro luna park che al memorabile mix di storia di fantasmi e racconto natalizio che ha reso l’opera di Dickens immortale. L’adattamento più recente ha visto Guy Pearce nei panni di Scrooge nella miniserie tv di BBC One del 2019, considerata dalla maggior parte della critica troppo radicale e nichilista, più precisamente un critico l’ha definita “più shakespeariana che dickensiana”.

La sinossi del racconto: Nella gelida notte della vigilia di Natale il vecchio Scrooge, che ha passato tutta la sua vita ad accumulare denaro, riceve la visita terrificante del fantasma del suo socio. Ma è solo l’inizio: ben presto appariranno altri tre spiriti, per trasportarlo in un vorticoso viaggio attraverso il Natale passato, presente e futuro. Un viaggio che metterà Scrooge di fronte a quello che è realmente diventato: un vecchio tirchio, insensibile e odiato da tutti, che ama solo la compagnia della sua cassaforte. Riuscirà la magia del Natale a operare un miracolo sul suo cuore inaridito?

Il libro “Canto di Natale” è disponibile in una versione speciale illustrata da Iacopo Bruno su Amazon.

La colonna sonora

Le musiche originali del film presentano nuove canzoni scritte da Benj Pasek e Justin Paul, il duo dietro “La La Land”, “Caro Evan Hansen” e “The Greatest Showman”,  in collaborazione con tre cantautori emergenti, Sukari Jones, Khiyon Hursey e Mark Sonnenblick. Il sito Variety riporta che Jones, drammaturgo, sceneggiatore e paroliere di teatro musicale, si è laureato al Vassar College e alla Tisch School of the Arts della New York University. Hursey ha scritto per il dramma musicale romantico “Soundtrack” e sta attualmente scrivendo “Love in America”, un film musicale che sarà prodotto da Issa Rae. Il suo musical “Eastbound” è stato selezionato per la National Alliance for Musical Theatre Conference 2020 e ha lavori in fase di sviluppo presso New York Stage and Film e Ars Nova. Khiyon ha iniziato come assistente musicale nelle produzioni off-Broadway e Broadway e nell’album del cast di “Hamilton”. Sonnenblick è stato nominato per Emmy e Drama Desk Awards, con crediti in “Song of Parkland”, “Saturday Night Seder” e “Midnight at the Never Get”.