The Most Dangerous Game: trailer e anticipazioni del remake con Tom Berenger e Caspar Van Dien

Tutto quello che c’è da sapere su “The Most Dangerous Game”, remake del classico “Pericolosa partita” con Tom Berenger e Caspar Van Dien.

Il 5 agosto 2022 debutterà negli Stati Uniti The Most Dangerous Game, un nuovo survival-thriller ispirato al classico film “Pericolosa partita” del 1932 a sua volta ispirato al racconto breve del 1924 “La partita più pericolosa” dello scrittore Richard Connell. Il film diretto da Justin lee vede nel cast Tom Berenger, Bruce Dern e Caspar Van Dien.

Trama e cast

La trama ufficiale: Un padre e un figlio naufragano su un’isola remota dove vengono coinvolti in una caccia ai trofei tenuta dal suo misterioso proprietario, un uomo spietato che usa la terra come riserva di caccia d’élite per inseguire la selvaggina più pericolosa di tutte: umana”.

The Most Dangerous Game è interpretato da Tom Berenger, Chris ” CT” Tamburello, Bruce Dern, Judd Nelson, Caspar Van Dien, Elissa Dowling, Kevin Porter, Eddie Finlay e Randy Charach.

The Most Dangerous Game – trailer e video

Curiosità

  • Il film è diretto da Justin Lee, all’attivo per lui il survival-horror Big Legend (2018), il film di guerra Alone We Fight (2019), il film ‘azione The Protector (2020) con Randy Couture e l’horror d’azione Hellblazers (2022) con Tony Todd.
  • Tom Berenger, Caspar Van Dien e Judd Nelson hanno collaborato con il regista Justin Lee anche per il western A Tale of Two Guns (2022).
  • Il regista Justin Lee nel 2013 ha diretto il cortometraggio Assassin’s Creed: A Pirate’s Life e il primo episodio della serie tv non ufficiale Resident Evil: Welcome to Raccoon City in cui ha anche interpretato Chris Redfield.
  • “The Most Dangerous Game” è prodotto da Randy Charach, Ed Morrone, Michelle Ng e Mill Creek Entertainment.

Il racconto originale

La partita più pericolosa (The Most Dangerous Game) è un racconto breve di Richard Connell del 1924, pubblicato per la prima volta nel 1933 per la collana “I Libri Gialli” della Mondadori. La storia presenta un cacciatore di selvaggina grossa di New York che cade da uno yacht e nuota verso quella che sembra essere un’isola abbandonata e isolata dei Caraibi, dove viene braccato da un aristocratico russo. La storia è ispirata ai safari di caccia grossa in Africa e in Sud America che erano particolarmente alla moda tra i ricchi americani negli anni ’20. “The Most Dangerous Game” è una delle tante opere che sono diventate di pubblico dominio negli Stati Uniti nel 2020.

La sinossi ufficiale del fumetto: Sanger Rainsford, un cacciatore newyorchese diretto verso il Brasile ma durante il viaggio cade dalla nave che lo sta trasportando, senza che nessuno se ne accorga. In balia della corrente raggiunge l’isola Ship-Trap e viene accolto dal proprietario dell’isola, il generale russo in esilio Zaroff. Ossessionato dalla caccia il militare annoiato cerca l’ebbrezza di una avventura che possa finalmente soddisfarlo. Così decide di sfidare Sanger in una caccia spietata sull’isola, con l’ausilio di un solo coltello. Ma cosa accade quando il cacciatore diventa… la preda più pericolosa?

“La partita più pericolosa” è disponibile in versione graphic-novel (“La preda più pericolosa da Richard Connell”) su Amazon.

I precedenti adattamenti

Dal racconto originale di Richard Connell sono stati tratti tra il 1943 e il 1947 tre drammi radiofonici: il primo vede Orson Welles cimentarsi nel ruolo del Generale Zaroff, il secondo vede Joseph Cotten nei panni di Rainsford. Il racconto ha ispirato anche il sedicesimo speciale di Halloween dei Simpson, La Paura fa Novanta XVI. Nell’episodio “Sopravviverà il più forte di taglia” Homer Simpson e tutti gli altri uomini di Springfield vengono invitati a una battuta di caccia nella tenuta del signor Burns, senza sapere che le prede saranno proprio loro.

Pericolosa partita (1932) di Irving Pichel & Ernest B. Schoedsack
A Game of Death (1945) di Robert Wise (ambientato all’indomani della Seconda guerra mondiale)
La preda umana (1956) di Roy Boulting con Richard Widmark, Trevor Howard e Jane Greer.
Bloodlust! (1961) di Ralph Brooke con s Wilton Graff come il ricco cacciatore e Robert Reed come il leader di una banda di giovani naufragati sull’isola.
Confessions of a Psycho Cat (1968) di Herb Stanley, una versione horror / sexploitation con un’ambientazione spostata a New York. Il ricco cacciatore viene sostituito da una donna di nome Virginia Marcus che offre a tre assassini prosciolti dalla legge 100.000$ se riusciranno a superare una notte di caccia che li vedrà nei panni delle prede.
The Suckers (1972) di Arthur Byrd. altra versione sexploitation con il cacciatore che utilizza modelle come prede.
The Woman Hunt (1972) diretto da Eddie Romero,prodotto da Roger Corman per la New World Pictures e interprtetato da John Ashley e l’icona horror Sid Haig.
Slave Girls from Beyond Infinity (1987) di Ken Dixon, un miox di fantascienza e sexploitation dove donne poco vestite vengono braccate su un mondo alieno da uno scienziato pazzo di nome Zed.
Turkey Shoot (1982) noto anche come Escape 2000 e Blood Camp Thatcher è un film d’azione australiano diretto da Brian Trenchard-Smith. In un futuro distopico in cui i criminali sono tenuti in campi di “rieducazione”, un combattente per la libertà e un prigioniero accusato ingiustamente formano un’alleanza per sopravvivere al gioco dei loro decadenti oppressori di uccidere o essere uccisi e da prede diventare predatori.
Deadly Prey (1987) di David A. Prior), un ex soldato viene rapito da mercenari che lo addestrano per dare al caccia a persone innocenti.
Senza tregua (1993), debutto americano cel regista di culto John Woo), a New Orleans,un senzatetto veterano della guerra del Vietnam interpretato da Jean-Claude Van Damme si presta volontariamente come preda umana per una caccia all’uomo.
Sopravvivere al gioco (1994) di Ernest Dickerson con Rutger Hauer, Ice-T e Charles S. Dutton. Un senzatetto viene assunto come guida per un gruppo di ricchi uomini d’affari in una battuta di caccia in montagna e scopre di essere lui la preda.
The Pest (1997) di Paul Miller): una parodia che segue un cacciatore tedesco di nome Gustav Shank (Jeffrey Jones) portare per sbaglio l’adolescente imbroglione portoricano Pestario “Pest” Vargas (Joh Leguizamo) sulla sua isola invece dell’abile atleta che aveva intenzione di cacciare, solo per decidere comunque di cacciare “Pest” a causa della sua pura ostilità.
The Eliminator (2004) di Ken Barbet,: Sette persone rapite vengono braccate in una battuta di caccia notturna su un’isola in cui si scommette sulla vita altrui.
Hard Target 2 (2016) di Roel Reiné, sequel direct-to-video del film “Senza tregua” del 1993 con Scott Adkins al posto di Jean-Claude Van Damme. La caccia si sposta da New Orleans alle giungle del Myanmar e Thailandia.
Never Leave Alive (2017) di Steven LaMorte con protagonista la star del wrestling John Hennigan.
The Hunt (2020) di Craig Zobel, una rivisitazione contemporanea del racconto di Connell che segue Dodici sconosciuti che si svegliano in una radura e non sanno dove si trovano o come sono arrivati lì e soprattutto non sanno di essere stati scelti come prede di un club di elite, la cui caccia però sarà complicata da una preda femminile piuttosto agguerrita.
Tremors: Shrieker Island (2020) di Don Michael Paul, settimo cpaitolo della saga di Tremors con Burt Gummer e molte altre persone sfortunate che si ritrovano intrappolate su un’isola con un cacciatore di trofei, che caccia i graboid per sport.
Most Dangerous Game (2020) di Phil Abraham, Dodge Maynard (Liam Hemsworth) malato terminale cerca disperatamente di occuparsi della moglie incinta prima di morire e accetta l’offerta di partecipare ad un gioco mortale, in cui scopre ben presto di non essere il cacciatore, ma la preda. Il film è disponibile su Amazon Prime Video.
Apex (2021) di Edward John Drake, un ex poliziotto (Bruce Willis) con una sentenza di morte per un crimine che non ha commesso viene data la chance di tornare in libertà se riesce a sopravvivere ad un gioco mortale in cui un gruppo di cacciatori braccano per sport altri esseri umani su una remota isola.

Foto e poster