• Film

Una Squadra: trailer e anticipazioni sulla docuserie Sky al cinema in anteprima dal 3 al 5 maggio

Tutto quello che c’è da sapere sull’anteprima, al cinema dal 3 al 5 maggio, di “Una squadra”, una docuserie di Sky Original.

Il 3, 4 e 5 maggio 2022 al cinema in anteprima La Squadra, la docuserie SKY Original che andrà in onda dal 14 maggio alle 21:15 su Sky Documetaries. L’anteprima racconta alcuni tra gli episodi più divertenti ed emozionanti della serie. In particolare, si concentra su una delle quattro finali, quella giocata nel ’76 contro il Cile di Pinochet e per questo al centro di una feroce battaglia politica. Una vittoria, che ancora oggi, a 122 anni dalla nascita della Coppa Davis, rimane l’unica vittoria italiana.

Trama e cast

La trama ufficiale: Una Squadra – Dal 1976 al 1980 l’Italia è la squadra da battere. Parliamo di tennis e il trofeo per cui si lotta è la Coppa Davis. La squadra è formata da quattro giocatori, quattro campioni: Corrado Barazzutti, Paolo Bertolucci, Adriano Panatta, Tonino Zugarelli. In quei cinque anni raggiungono la finale quattro volte, vincendo solo nel ’76 contro il Cile. Le finali raggiunte ma poi perse sono nel ’77 contro l’Australia, nel ’79 contro gli USA e nell’80 contro la Cecoslovacchia. Nel ’76 e nel ’77 la squadra ha come capitano non giocatore una leggenda del tennis italiano, Nicola Pietrangeli, ritiratosi dall’attività agonistica solo da pochi anni. Pietrangeli verrà esonerato dai suoi giocatori dopo la sconfitta del ’77 in Australia. Lo considera il più grande tradimento subito nella sua vita. La docuserie racconta una squadra a volte divisa, frammentata, con al suo interno rapporti difficili, conflittuali, sia tra i giocatori che con chi li guida e allena. Una squadra, una nazionale, che nel momento in cui ha la vittoria a portata di mano viene osteggiata e combattuta nel suo stesso Paese. E nonostante tutto questo, in quegli anni la squadra più forte del mondo.

La docuserie include interviste con Adriano Panatta, Paolo Bertolucci, Antonio Zugarelli, Corrado Barazzutti, il
capitano Nicola Pietrangeli, Massimo Barca, Felipe Bianchi, Gian Franco Cameli, Patricio Cornejo, Massimo Di Domenico, Lorenzo Fabiano. Jaime Fillol Duran, Paolo Galgani, Mario Giobbe, Monica Giorgi, Tony Roche, Tomas Smid.

Una Squadra – trailer e video

Curiosita’

  • Domenico Procacci fonda la Fandango nel 1989, da allora ha prodotto più di 100 film e diverse serie tv. Fandango è anche una casa editrice (Fandango Libri), un’etichetta discografica (Radiofandango), una società di distribuzione e una International Sales Company. Una Squadra è la sua prima, e certamente unica, opera da regista.
  • La docuserie Sky Original sarà in onda su Sky Documentaries dal 14 maggio alle 21.15, disponibile anche on demand e in streaming su NOW. I primi due episodi di una squadra saranno in onda anche su Sky Sport Uno domenica 15 maggio, subito dopo la finale degli Internazionali d’Italia.

Dichiarazioni dei produttori

Una dichiarazione di Chiara Sbarigia, Presidente Cinecittà.

Abbiamo abbracciato con entusiasmo il progetto di Fandango di “Una squadra”, intervenendo come coproduttori, con le belle immagini dell’Archivio Luce, e co-distribuendo il film nelle sale. “Una squadra” racconta un pezzo di storia del nostro Paese alla fine degli anni ’70, una grande storia sportiva ma anche ricca di intensa umanità. Una storia in cui si intrecciano ai materiali d’archivio, dentro e fuori dal campo da tennis, le parole e le imprese, le liti e le riconciliazioni, le complicità e i talenti diversi ma complementari dei quattro grandi protagonisti del Dream Team. Adriano Panatta, Corrado Barazzutti, Paolo Bertolucci e Tonino Zugarelli, capitanati da Nicola Pietrangeli, hanno fatto la storia del tennis italiano e mondiale, raggiungendo quattro finali di Coppa Davis in cinque anni. Siamo certi che “Una squadra”, magistralmente diretta da Domenico Procacci, che ne firma anche la sceneggiatura assieme a Sandro Veronesi, Lucio Biancatelli e Giogiò Franchini, appassionerà gli spettatori con il racconto degli eventi straordinari di un nostro passato recente, quando eravamo la squadra da battere, anche in mezzo alle contestazioni per la partecipazione alla finale del ’76 nel Cile di Pinochet.

Il commento di Roberto Pisoni, Director Sky Entertainment Channels.

Una Squadra è un’idea semplice e geniale. Quando Domenico Procacci ce l’ha raccontata la prima volta ci ha convinti subito a coprodurlo. Il risultato è perfino superiore alle aspettative, è uno splendido racconto in sei puntate, diretto scritto e montato con grande competenza, passione ed ironia, che contiene tutto: la celebrazione di un successo complicato ma unico, l’epica sportiva, la storia politica, il costume italiano e internazionale del ventesimo secolo e cinque protagonisti strepitosi, dai caratteri diversissimi dentro e fuori dal campo, ma tutti irresistibili.

Note di regia

Era da un po’ che pensavo di dedicare tempo e attenzione alla vittoria italiana del ‘76 in Coppa Davis. In verità non pensavo a così tanto tempo e attenzione, ma studiando quella vicenda ho capito che, per quanto fosse articolata – l’impresa sportiva che porta alla finale, la battaglia politica, gli attacchi ai giocatori, la partenza con la scorta, la finale nel Cile di Pinochet, le magliette rosse, il ritorno con la coppa ma tra l’indifferenza – era solo la parte emersa di un iceberg ben più grande. Ho trovato molto altro che meritasse di essere raccontato e ho cercato di farlo al meglio e con l’aiuto di persone più capaci di me. Il documentario copre un arco che va dalla fine degli anni ‘60 all’ultima finale giocata da quella squadra nell’80 e ho voluto che fossero proprio i protagonisti, Panatta, Barazzutti, Bertolucci e Zugarelli, insieme a Nicola Pietrangeli, capitano nel ‘76 e ‘77, a raccontare la loro storia. Nessuno avrebbe potuto farlo meglio. [Domenico Procacci]

Foto: Alberto Novelli