Home Commedia Vacanze di Natale bissa e torna a grande richiesta nei cinema solo il 6 gennaio

Vacanze di Natale bissa e torna a grande richiesta nei cinema solo il 6 gennaio

Il cult natalizio di Carlo Vanzina torna ancora una volta al cinema con Nexo Digital dopo il grande successo del “Vacanze di Natale Day”.

4 Gennaio 2024 09:17

A 40 anni dalla sua uscita, un altro grande successo per Vacanze di Natale, la commedia cult di Natale firmata da Carlo Vanzina, prodotta dalla Filmauro di Luigi e Aurelio De Laurentiis e distribuita da Nexo Digital, che in un solo giorno, lo scorso 30 dicembre, ha battuto tutti al botteghino con la media copia più alta d’Italia e quasi 500.000 euro d’incasso.

A grande richiesta, il film in versione restaurata e rimasterizzata torna nei cinema italiani solo sabato 6 gennaio per un altro giorno di festa!

Data l’ampia adesione da parte degli spettatori che hanno riempito le sale lo scorso 30 dicembre cantando, ballando e recitando a memoria le battute più celebri del film, Filmauro e Nexo Digital rinnovano l’invito a scegliere un dress code rigorosamente ispirato agli anni Ottanta per rivivere, tra risate e leggerezza, l’energia di 40 anni fa.

“Vacanze di Natale” diretto nel 1983 da Carlo Vanzina, scritto insieme a suo fratello Enrico, è una commedia cult, patrimonio dell’immaginario del nostro Paese. Ambientata a Cortina d’Ampezzo e ritmata da una colonna sonora che ha fatto epoca, fotografa con umorismo e leggerezza l’Italia di allora avvalendosi di un cast memorabile: Jerry Calà, Christian De Sica, Claudio Amendola, Stefania Sandrelli, Karina Huff, Guido Nicheli, Riccardo Garrone, Mario Brega, Marilù Tolo, Antonellina Interlenghi, Moana Pozzi e tantissimi altri divertenti interpreti della commedia italiana. Gli arricchiti e i periferici romani, gli sbruffoni milanesi, i pianobar, le cene di Natale, le piste innevate, le gare di sci, le comitive giovanili, le battute fulminanti, fanno di questo film un piccolo romanzo generazionale su come eravamo. E forse su come vorremmo ancora essere.

L’elenco delle sale e i biglietti in prevendita saranno disponibili a breve su nexodigital.it.

Una colonna sonora iconica

Tutte le canzoni della colonna sonora di Vacanze di Natale:

Mike Oldfield ft. Maggie Reilly – “Moonlight Shadow”
Gazebo – “I like Chopin”
Ryan Paris – “Dolce vita”
Lu Colombo – “Dance All Nite”
Nada – “Amore disperato”
Lu Colombo – “Maracaibo”
Gary Low – “I Want You”
Nathalie – “My Love Won’t Let You Down”
Eduardo De Crescenzo – “Ancora”

Lucio Dalla – “L’anno che verrà”
Laid Back – “Sunshine Reggae”
Bandolero – “Paris Latino”
Anna Oxa – “Senza di me”
Vasco Rossi – “Vita spericolata”
Antonello Venditti – “Grazie Roma”
Chris Rea – “Nothing’s Happening by the Sea”
Marcella Bella – “Nell’aria”

Marco Ferradini – “Teorema”
Gioia – “No Secrets”
Eduardo De Crescenzo – “Al piano bar di Susy”
Sammy Barbot – “Aria di casa”
Teresa De Sio – “Aumm Aumm”
Ornella Vanoni – “Musica, musica”

Perché Vacanze di Natale “NON” è un cinepanettone

I cosiddetti “cinepanettoni” hanno imperversato per decenni al box-office natalizio, si sono spavaldamente eletti a rappresentanti del gusto popolare, beffato le critiche più sprezzanti con incassi faraonici, e consolidato coppie d’oro come Massimo Boldi e Christian De Sica. Come a rispecchiare la politica, anche il formato” cinepanettone” ha tentato di resistere ad un inevitabile erosione del consenso: si è data al trasformismo, ha subito scissioni, lanciato volti nuovi, ma alla fine si è dovuta arrendere all’evidenza per poi sparire con uno ultimo strascico di pellicole che hanno portato ai film di Pieraccioni, Zalone, Siani, Ficarra e Picone, Pio e Amedeo e via discorrendo. “Vacanze di Natale” per sua fortuna resta un precursore del filone che porterà ai vari “Natale a..”. Il film dei Vanzina grazie ad una colonna sonora a dir poco iconica e attori molto amati diventati anch’essi icone degli anni ’80, vedi Mario Brega, Jerry Calà e Guido Nicheli con il suo esilarante “cummenda”, riesce a mantenere un certo appeal comico ancora legato alla commedia all’italiana degli anni d’oro. Il mix di “freschezza” e nostalgia “canterina” creato dai Vanzina è assimilabile ad una versione natalizia di Sapore di mare o di Vacanze in America, altre due pellicole diventate dei classici in grado di rievocare emozioni legate a doppio filo ad un passato non troppo remoto. “Sapore di mare” e “Vacanze di Natale” uscirono lo stesso anno condividendo diversi attori del cast, e se il primo è diventato un modo per ricordare l’Italia vacanziera degli anni ’60, il Natale in quel di Cortina dei Vanzina ha la capacità intonsa di riportarci a piè pari nei mitici anni ’80, quelli dello scudetto della Roma, della Milano da bere, delle canzoni cantate al pianobar e di una gioiosa ingenuità che ritroviamo puntuale ad ogni visione.

Vacanze di Natale – Nuovo poster replica 6 gennaio

Commedia