E' morto Kim Peek, il vero Rain Man

Si chiamava Kim Peek e aveva 58. La sua malattia, l'autismo, gli aveva regalato un dono, era in grado di memorizzare alla perfezione un libro leggendolo anche una sola volta. La sua storia aveva ispirato il film, premiato con l'Oscar, Rain Man, con Dustin Hoffman e Tom Cruise.

La sua storia era stata fonte di ispirazione per Barry Marrow che ha scritto la sceneggiatura del film che vinse quattro premi Oscar, come miglior film, regia, sceneggiatura e miglior attore protagonista.

Kim Peek è morto per colpa di un attacco cardiaco. La sindrome di cui soffriva era nota in gergo medico come Idiota sapiente, ovvero una persona che presenta una o più capacità super sviluppate in concomitanza con un certo grado di ritardo mentale.

  • shares
  • +1
  • Mail
6 commenti Aggiorna
Ordina: