E' morto James Garner: il ricordo di Cineblog

E' scomparso a 86 anni James Garner. Cineblog ricorda il protagonista delle serie tv "Agenzia Rockford" e "Maverick" apparso ne "La grande fuga", "Space Cowboys" e "Le pagine della nostra vita".

Se ne è andata una delle grandi star di Hollywood, il sito TMZ annuncia la morte a 86 anni dell'attore James Garner.

Garner è uno di quei volti familiari a cui ci siamo affezionati grazie a serie tv come Agenzia Rockford, un classico tra i telefilm anni '70, ma Garner ha un curriculum davvero impressionante che include una nomination all'Oscar ricevuta ne 1985 per L'amore di Murphy, 2 Emmy Award (uno per la serie "Agenzia Rockford"), 2 Golden Globe per ruoli televisivi e l'immancabile stella sulla Hollywood Walk of Fame (categoria "Star della TV").

Veterano decorato della Guerra di Corea Garner debutta nel cinema nel lontano 1956 nel film La ragazza che ho lasciato, la sua carriera si snoda tra piccolo e grande schermo, ma mentre in tv il successo di serie tv come Maverick (1957-1960) e Agenzia Rockford (1974-1980) lo trasformano in un protagonista, la strada del successo cinematografico è più complicata e lo vede impegnato in ruoli di supporto e da caratterista in film western e a sfondo bellico come Sayonara (1957), Il cerchio dela vendetta (1957), Quota periscopio (1957) e Commandos (1958).

Il successo su grande schermo arriva con la commedia Fammi posto tesoro (1963) con Doris Day, il film Tempo di guerra, tempo d'amore con Julie Andrews e il ruolo di Hendley nel kolossal bellico La grande fuga (1963) di John Sturges, a fianco di star del calibro di Steve McQueen, James Coburn e Charles Bronson.

Tra gli altri di rilievo interpretti da Garner ricordiamo il detective Philip Marlowe nel noir L'investigatore Marlowe (1969), il gangster King Marchand nel remake Victor Victoria (1982) di Blake Edwards con cui Garner tornera a colaborare sei anni dopo per Intrigo a Hollywood (1988).

Nel 1985 Garner conquista non senza difficoltà il ruolo del farmacista Murphy Jones in L'amore di Murphy dove recita al fianco di Sally Field e si guadagna la prima nomination agli Oscar della sua carriera.

Gli anni '90 segneranno un'attività su grande schermo considerevolmente ridotta per Garner, sarà nel dramma fantascientifico sui rapimenti alieni Bagliori nel buio (1992), reciterà al fianco di Mel Gibson e Jodie Foster nella commedia western Maverick (1994), un remake della serie tv che lo vide protagonista negli anni '60, senza dimenticare i ruoli al fianco di Paul Newman e Clint Eastwood, con il primo reciterà nel thriller-noir Twilight (1998), mentre con Eastwood sarà il reverendo-astronauta Tank in Space Cowboys (2000).

L'ultimo ruolo di rilievo risale al 2004, anno in cui recita al fianco di Gena Rowlands nel dramma romantico Le pagine della nostra vita diretto da Nick Cassavetes e tratto dall'omonimo romanzo di Nicholas Sparks. Il film racconta la storia d'amore fra due giovani americani durante gli anni quaranta e Garner interpretava la controparte anziana del protagonista Ryan Gosling.

James Garner Portrait Shoot

La grande fuga (1963):

Maverick (1994):

Le pagine della nostra vita (2004):

 

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • +1
  • Mail
1 commenti Aggiorna
Ordina: