Emma di Jane Austen diventa film (di nuovo)

Emma di Jane Austen torna in sala con una nuova versione trainata da Anya Taylor-Joy.

Hollywood torna a saccheggiare Jane Austen con un altro adattamento cinematografico di un suo classico. Emma, realizzato nel 1815, edito in Italia da Garzanti e già visto in sala nel 1996, con Douglas McGrath alla regia e con protagonisti Gwyneth Paltrow, Jeremy Northam e Ewan McGregor.

Via alle riprese nel Regno Unito per volere della Focus Features, con Anya Taylor-Joy nei panni della protagonista. Al suo fianco Bill Nighy, Callum Turner, Miranda Hart, Mia Goth, Josh O'Connor, Rupert Graves, Gemma Whelan, Amber Anderson e Tanya Reynolds, tutti diretti da Autumn de Wilde. Allo script, invece, Eleanor Catton.

Emma Woodhouse è una giovane bella, ricca e intelligente; figlia della ricca borghesia inglese d'inizio Ottocento, diventa amica di Harriet Smith, donna di ben diverse fortune. Ma Emma, senza tener conto della differenza di classe sociale, si ostina a voler trasformare l'amica in una donna di grande fascino, un essere a sua immagine. E nel frattempo non esita a intrecciare un flirt con un giovanotto, Frank Churchill... Alla fine, Emma riuscirà a imparare dai propri errori, divenendo più saggia, pur senza perdere la propria incontenibile allegria.

Tim Bevan e Working Fenton della Working Title produrranno il tutto, insieme a Graham Broadbent e Pete Czernin di Blueprint Pictures. Focus Features e Universal Pictures International si occuperanno invece della distribuzione.

Il film del 1996, vincitore di un Oscar per la colonna sonora e nominato per i costumi, incassò 22 milioni solo negli Usa.

Fonte: HollywoodReporter

  • shares
  • Mail