10 film da guardare la mattina da Natale

Blogo vi augura buone feste e vi propone una classifica con 10 film da guardare la mattina di Natale.

Cineblog vi augura Buon Natale con una speciale classifica video che abbiamo stilato pensando ad  un’ideale lista di film che ci piacerebbe guardare la mattina di Natale, tra una fetta di Panettone e un regalo scartato.

La nostra classifica di film pensati per il Natale include classici d’animazione e film per famiglie che sono entrati nell’immaginario di almeno un paio di generazioni, e che andrebbero riproposti e rivalutati per un pubblico più giovane magari proprio in occasione delle festività natalizie.

Dal suggestivo corto Canto di Natale di Topolino all’avventuroso Le 12 fatiche di Asterix, dal classico Gremlins all’amato La storia infinita passando per una serie di pellicole che il periodo natalizio non potrà che rendere ancor più fascinose e nostalgiche.

A seguire trovate i nostri 10 film da guardare la mattina di Natale, buon proseguimento e buon Natale.

1. Le 12 fatiche di Asterix

Un ex classico del palinsesto televisivo delle festività natalizie che vorremmo tanto rivedere programmato, Le 12 fatiche di Asterix è un film d’animazione del 1976 campione d’incassi in patria diretto da René Goscinny, Albert Uderzo, Henri Gruel e Pierre Watrin. Terzo film d’animazione tratto dalla serie a fumetti Asterix di Goscinny e Uderzo, è il primo a vantare una sceneggiatura originale che non prende ispirazione da alcun albo della serie.

2. Willy Wonka e la fabbrica di cioccolato

Con buona pace del riuscito remake di Tim Burton, l’originale Willy Wonka e la fabbrica di cioccolato con uno strepitoso Gene Wilder  resta una classico natalizio inarrivabile. Uscito nel 1971 e diretto da Mel Stuart, il film è un adattamento del romanzo omonimo di Roald Dahl. Il film racconta la storia di un bambino povero di nome Charlie Bucket che, dopo aver trovato un biglietto d’oro in una tavoletta di cioccolato, visita la fabbrica di cioccolato di Willy Wonka insieme ad altri quattro bambini provenienti da tutto il mondo. Nel 1972, il film ha ricevuto una nomination all’Oscar per la migliore colonna sonora originale e Wilder è stato nominato per un Golden Globe come miglior attore in un musical o commedia.

3. Canto di Natale di Topolino

Di tutte le versioni del saccheggiatissimo classico di Charles Dickes il cortometraggio della Disney è quello che preferiamo in assoluto. Uscito nel 1983 e diretto e prodotto da Burny Mattinson, Canto di Natale di Topolino vede Scrooge McDuck (nome originale di Paperon de’ Paperoni) nel ruolo di Ebenezer Scrooge. Il film che segnò l’ultima volta che Clarence Nash doppiò Paperino fu nominato ad un Oscar per il miglior cortometraggio d’animazione ai Premi Oscar 1984, ma mancò la statuetta. Era la prima nomination per un cortometraggio di Topolino da Topolino e la foca (1948).

4. Gremlins

Classico fantasy per famiglie condito con un pizzico di horror che all’epoca fece storcere il naso a parecchi genitori. Gremlins è un irriverente gioiellino diretto da Joe Dante che l’anno successivo dirigerà Explorers, altro classico per ragazzi, e scritto da Chris Columbus che l’anno seguente scriverà anche I Goonies e Piramide di paura. Il film vede vede protagonisti Zach Galligan e Phoebe Cates, con Howie Mandel che fornisce la voce del Mogway Gizmo. Steven Spielberg è stato il produttore esecutivo del film, prodotto da Michael Finnell.

5. Le avventure di Pinocchio

Il Pinocchio neorealista di Comencini con un grande Nino Manfredi nei panni di Geppetto resta il miglior adattamento del popolare racconto di Carlo Collodi. Lo sceneggiato RAI Le avventure di Pinocchio ebbe un tale successo che ne venne realizzata una versione rimontata e condensata per le sale cinematografiche. Da ricordare nel cast il Gatto e la Volpe di Franchi e Ingrassia, la Fata Turchina di Gina Lollobrigida e la meravigliosa colonna sonora di Fiorenzo Carpi.

6. La storia infinita

L’avventura di Atreju per salvare il regno di Fantàsia minacciato dal Nulla ha conquistato una platea che è andata ben oltre quella dei lettori del romanzo originale di Michael Ende su cui è basata la sceneggiatura. La storia infinita diretto dal Wolfgang Petersen di Troy e La tempesta perfetta è il film perfetto da godersi la mattina di Natale, un fantasy duro e puro a cui è davvero difficile resistere. Grande successo ebbe anche la hit The NeverEnding Story inclusa nella colonna sonora del film interpretata da Limahl. “La storia infinita” ha fruito di due sequel nessuno dei quali ha raggiunto la qualità e il successo dell’originale.

7. Dark Crystal

Nel 1982 usciva nei cinema il fantasy Dark Crystal, un mix di La storia infinita e Labyrinth, ma senza l’elemento “umano” co-diretto da Frank Oz (I Muppets alla conquista di Broadway) con il “mastro burattinaio” Jim Henson creatore dei Muppet. Sul pianeta Thra seguiamo la missione di Jen, un Gelfling (creature simili agli Elfi) prescelto per ritrovare un frammento di cristallo che riporterà la pace nel suo mondo. Su schermo lo stato dell’arte di pupazzi animatronici e burattini, Frank Oz e Jim Henson creano un intero universo fantasy popolato di creature straordinarie. Nel 2019 è stata realizzata una serie tv distribuita da Netflix dal titolo Dark Crystal – La resistenza.

8. Piramide di paura

Piramide di paura noto in originale come Young Sherlock Holmes è un film per ragazzi perfetto per una visione domestica in occasione del Natale. Diretto da Barry Levinson e scritto da Chris Columbus (Gremlins, I Goonies), basato sui personaggi creati da Sir Arthur Conan Doyle . Il film descrive un giovane Sherlock Holmes e John Watson che si incontrano come compagni di scuola in un collegio e risolvono un mistero legato ad una setta. Piramide di paura è noto per includere il primo personaggio animato fotorealistico completamente generato al computer, un cavaliere composto da elementi di una vetrata. Questo effetto è stato il primo personaggio in CG ad essere scansionato e dipinto direttamente su pellicola usando un laser. L’effetto è stato creato da Industrial Light & Magic di Lucasfilm e John Lasseter futuro responsabile creativo della Pixar.

9. Giochi Stellari

Prendete un pizzico di Star Wars, un po’ di Wargames e aggiungete un adolescente campione di Starfighter, un videogame da sala giochi, che viene reclutato per combattere da pilota in una guerra interstellare, praticamente il sogno segreto di ogni ragazzino degli anni’80 patito di videogiochi e fantascienza. The Last Starfighter aka Giochi Stellari, insieme al Tron della Disney, ha la particolarità di essere uno dei primi lungometraggi cinematografici a utilizzare immagini generate al computer (CGI). il film ha generato un romanzo, un videogioco, un musical off-Broadway ed è attualmente in sviluppo un sequel.

Congratulazioni Starfighter! Sei stato reclutato dalla Lega Stellare per difendere la frontiera contro Xur e l’armata di Ko-dan!

10. Chi ha incastrato Roger Rabbit?

Altro classico degli anni ottanta perfetto per una visione natalizia: Chi ha incastrato Roger Rabbit miscela personaggi animati e attori live-action in un mix che rappresenta un passo in avanti tecnico da tutto quello che avevamo visto sino ad allora e in particolare in classici Disney come Mary Poppins. Alla regia il Robert Zemeckis di Ritorno al futuro che adatta liberamente il romanzo di Gary Wolf “Who Censored Roger Rabbit?”. Il film è interpretato da Bob Hoskins nei panni del detective privato Eddie Valiant che vive in una versione di Hollywood del 1947 in cui coesistono personaggi dei cartoni animati (comunemente chiamati “toons”) e persone, il cui compito sarà scagionare Roger Rabbit, un cartone animato che è stato incastrato pe run omicidio.