Il Curioso caso di Tyler Perry al botteghino americano

Attore, regista, sceneggiatore e produttore, semplicemente Tyler Perry. Da anni ormai l’America nera corre in sala per vedere le pellicole di questo 40enne di New Orleans. Conosciutissimo in patria, Perry vive nel totale anonimato al di fuori degli States, visto che i suoi film non hanno praticamente mai superato i confini nazionali. A rendersi conto

Attore, regista, sceneggiatore e produttore, semplicemente Tyler Perry. Da anni ormai l’America nera corre in sala per vedere le pellicole di questo 40enne di New Orleans. Conosciutissimo in patria, Perry vive nel totale anonimato al di fuori degli States, visto che i suoi film non hanno praticamente mai superato i confini nazionali.

A rendersi conto dell’importanza mediatica di Perry quel geniaccio di J.J. Abrams, che l’ha voluto nel cast del suo nuovo Star Trek. Così facendo il buon J.J. ha fatto suoi una ricca fetta di fan incalliti di Tyler, sempre più amato e seguito. Il boom del suo ultimo film, Madea Goes to Jail, 65 milioni di dollari incassati in 10 giorni, è stato infatti solo l’ultimo di una lunga serie.

Non ci credete? Venite a dare un’occhiata ai numeri di Perry allora… dopo il saltino!

L’esordio in sala arriva nel 2005 con Diary of a Mad Black Woman. Scritto, interpretato e prodotto da lui, il film, diretto da Darren Grant, incassa ben 50 milioni di dollari al box office Usa, dopo esserne costati meno di 6, lanciando il mito di Madea. Da questo momento in poi Perry decide di fare tutto da solo, dirigendo, producendo, scrivendo ed interpretando tutti i suoi film.

Nel 2006 arriva così il sequel di Diary of a Mad Black Woman, Madea’s Family Reunion. L’esordio al botteghino è fulminante, 30 milioni di dollari vengono incassati solo con il primo weekend, per chiudere a quota 63 milioni, dopo esserne costati appena 6. Inizia qui un ricco e produttivo rapporto con la Lionsgate, solitamente famosa per ben altri tipi di film.

Il 14 febbraio del 2007, giusto in tempo per San Valentino, Perry partorisce la sua terza opera, Daddy’s Little Girls. Costato 10 milioni di dollari, il film arriva ad incassarne 31, diventando, per il momento, il suo film di minor successo. Un successo che torna, roboante, dopo solo 8 mesi, con Why Did I Get Married?. Guess Star della pellicola Janet Jackson, per un box office che viene nuovamente sbancato, con 55 milioni di dollari, dopo esserne costati appena 15.

Ma Perry non si ferma, continua a sfornare film come una catena di montaggio. Passano solo 5 mesi ed ecco che arriva Meet the Browns. Qui è Angela Bassett la sorpresa, per un film che incassa altri 41 milioni di dollari, dopo esserne costati 20. Passano altri 6 mesi ed ecco che al cinema arriva The Family That Preys, con addirittura Kathy Bates nel cast. Il film incassa 37 miloni di dollari, chiudendo i magnifici 3 anni di Perry. 6 film in 36 mesi, oltre 250 milioni di dollari incassati.

Mai usciti dai confini nazionali, i film di Tyler Perry sono ormai un marchio di fabbrica. Dopo Madea Goes to Jail, che punta con forza ai 100 milioni di dollari, tornerà presto con A Jazz Man’s Blues e Madea’s Class Reunion, attesi nei prossimi 12 mesi, oltre al già annunciato Star Trek, che dovrebbe finalmente farlo conoscere anche al resto del mondo, Italia compresa!

I Video di Cineblog

Ultime notizie su Film Americani

Tutto su Film Americani →