Courmayeur Noir in Festival - Shadow

Shadow

Shadow, di Federico Zampaglione - Fuori Concorso

David, un giovane soldato tornato dal fronte iracheno, parte per l’Europa per mettersi alle spalle la tremenda esperienza della guerra. In un affascinante quanto misterioso luogo di montagna incontra Angeline. Muniti di biciclette e tende, i due giovani esplorano un luogo isolato dove aleggiano antiche leggende. Presto il contesto naturale si trasforma in un incubo, con due cacciatori che li inseguono per ucciderli e un nemico ancor più oscuro ad attenderli. Per David è il brusco risveglio a una realtà che voleva dimenticare. Qui il trailer ed alcune foto.

Può un film dell'orrore contenere un messaggio fortemente pacifista? Shadow, di Federico Zampaglione, sì. "E' una storia dark, disturbante, un thriller molto horror, con punte di crudelta' alte e violenza insistita che può facilmente impressionare i non appassionati del genere" - avvisa il regista in conferenza stampa, consigliando eventualmente di coprirsi gli occhi ma di non lasciare la sala fino alla fine, perchè solo assistendo al finale si potrà capire la motivazione profonda di quella violenza. "Ma anche una lettera d'amore ai maestri del genere e un film contro la guerra, piu' feroce di qualsiasi film dell'orrore". Il cantante dei Tiromancino è alla seconda prova registica, dopo il debutto nel 2007 con Nero bifamiliare. Sceneggiato da Federico Zampaglione assieme al padre Domenico ed a Giacomo Gensini, Shadow vede protagonisti un gruppo di interpreti internazionali. Jake Muxworthy, Karina Testa, Chris Coppola, Ottaviano Blitch e l'inquietante Nuot Arquint, sono i protagonisti. Menzione speciale alla fotografia di Marco Bassano ed alla azzeccata colonna sonora firmata The Alvarius (nome preso dal Bufo alvarius, un tipo di rospo che secerne una sostanza allucinogena, usata dagli sciamani).

Shadow è già stato presentato al FrightFest di Londra ed al festival spagnolo di Sitges. "Ha avuto un'ottima accoglienza e il cattivo della storia è stato definito da alcuni esperti uno dei personaggi più spaventosi e inquietanti visti negli ultimi anni. Mi fa ridere che dopo aver desiderato di arrivare all'estero con la mia musica, ora negli altri Paesi mi conoscano come un regista che fa il musicista per passione". Qualcuno già annuncia la rinascita dell'horror italiano. Chi scrive non può che confermare l'ottima qualità del film, che mi ha lasciata piacevolmente stupita. Un horror originale che merita di essere visto. Finalmente! Shadow sarà nelle sale italiane a fine febbraio, distribuito da Bolero. Voto Simona: 7,5

(La foto è di Carina Wachsmann)

  • shares
  • Mail
5 commenti Aggiorna
Ordina: