World War Z: vere armi sul set confiscate dagli SWAT Team ungheresi

World War Z
Abbiamo già parlato dei problemi produttivi del nuovo film con Brad Pitt, World War Z ha già sforato ampiamente i tempi e il budget di produzione, ma sembra che arriverà ai cinema nonostante tutto. In questi giorni però sul set ci sono stati grossi problemi, decisamente inaspettati ma al quanto gravi.

Secondo la rivista US magazine, una squadra speciale SWAT avrebbe fatto irruzione sul set allestito a Budapest e avrebbe sequestrato 85 armi d'assalto perfettamente funzionanti che invece dovevano essere utilizzate per il film, un vero e proprio arsenale bellico. La maggior parte delle armi erano fucili automatici di tipo militare.

Le armi erano arrivate sul set con le carte che ne garantivano la non-funzionalità, adatte quindi per essere usate in tutta sicurezza durante le riprese, ma erano vere al cento per cento. Queste le parole del capo dell'Unità Anti Terrorismo Ungherese, che sta indagando su come possa essere successo questo ennesimo intoppo. Dalla produzione e da Brad Pitt nessun commento all'accaduto.

Armi di quel tipo sono estremamente illegali, sia da trasportare che da possedere, oltretutto avrebbero potuto essere estremamente pericolose per gli attori.

Fonte: US Magazine

  • shares
  • Mail
4 commenti Aggiorna
Ordina: