Nymphomaniac: la versione hard del film di Lars Von Trier sarà a Cannes 2014?

Se Nymphomaniac di Lars Von Trier avrà la sua premiere in Danimarca il 25 dicembre 2013, avrà un'altra premiere quasi probabilmente al Festival di Cannes 2014. Oggi abbiamo la conferma di un dettaglio che si sapeva da tempo: vedremo in sala la versione soft e sulla Croisette la versione hard...


La storia inizia a diventare piuttosto complessa, lo sappiamo. Ma cerchiamo di fare un po' di ordine. Nymphomaniac è il nuovo e già chiacchieratissimo film di Lars Von Trier, composto da due parti che ne formano un unico titolo da 5 ore. Si tratta di un'opera che seguirà le vicissitudini sessuali di una donna, e che probabilmente avrà anche una serie tv (dicono).

Joe, interpretata da Charlotte Gainsbourg (per la terza volta di seguito col regista, dopo Antichrist e Melancholia), è convinta di essere una ninfomane. Racconta la sua vita e le sue avventure sessuali a Seligman (Stellan Skarsgard), un anziano e affascinante scapolo che ha trovato Joe in un vicolo con i segni di un pestaggio. Joe gli racconta la storia della sua vita erotica, dalla nascita fino all'età di cinquant’anni...

Come sappiamo, Nymphomaniac avrà la sua premiere in Danimarca e Norvegia il giorno di Natale: ma si tratta della versione softcore. Sin da subito, infatti, si è detto che il film avrebbe avuto due versioni: una esplicita a livello sessuale per il circuito dei festival, e una più soft per il circuito delle sale cinematografiche. In molti poi avevano semplicemente pensato che il film sarebbe stato mostrato in una sola versione, e che le "due parti" fossero semplicemente quelle che compongono l'opera da 5 ore.

Invece no, di Nymphomaniac effettivamente ci sarà una versione hardcore con tutto il cast al gran completo (tra gli altri anche Jamie Bell, Christian Slater, Willem Dafoe e Uma Thurman), tutti insieme appassionatamente, ma con controfigure per le scene di sesso spinto. Chi potrebbe avere l'onore della prima mondiale di questa versione per nulla censurata? Ma il Festival di Cannes 2014, ovviamente.

Ma come, Lars non era stato definito "persona non grata" in seguito alle sue battute "nazi" nel 2011? Thierry Fremaux, direttore artistico di Cannes, ha già specificato che il regista era stato cacciato soltanto dall'edizione del 2011, e non a vita. Abbiamo poi anche già visto che se Nymphomaniac fosse stato pronto per Cannes 2013, Fremaux l'avrebbe accolto a braccia aperte...

  • shares
  • Mail