• Film

Stasera in tv: Il mio grosso grasso matrimonio greco su Rai 2

Rai 2 quest’oggi propone in prima serata “Il mio grosso grasso matrimonio greco”, commedia romantica del 2002 diretta da Joel Zwick, prodotta da Tom Hanks e interpretata da Nia Vardalos (anche sceneggiatrice del film) e John Corbett (Sex and the City 2).

 

Cast e personaggi

Nia Vardalos: Toula Portokalos
Michael Constantine: Gus Portokalos
John Corbett: Ian Miller
Lainie Kazan: Maria Portokalos
Andrea Martin: Zia Voula
Louis Mandylor: Nick Portokalos
Stavroula Logothettis: Athena
Ian Gomez: Mike
Bess Meisler: Yiayia
Gale Zoe Garnett: Zia Lexy
Jayne Eastwood: Sig.Ra White
Joey Fatone: Angelo

La trama

Toula Portokalos (Nia Vardalos) è una ragazza di origine greca sull’orlo di una crisi di nervi, sente l’invadenza di una famiglia in cerca per lei del partito ideale, naturalmente greco e di una serie di tradizioni da rispettare che le vanno decisamente strette. La sua “prigionia” finisce nel momento in cui la madre, compreso il bisogno di indipendenza della figlia, la iscrive ad un corso universitario d’informatica, così da complessata e introversa, Toula si trasforma in una spigliata e solare ragazza piena di vita. Un nuovo e provvidenziale lavoro offertogli dalla zia Voula (Andrea Martin) nella sua agenzia di viaggi, permette a Toula di allontanarsi dalla sua famiglia e di incontrare l’uomo della sua vita, l’affascinante insegnante di letteratura Ian Miller (John Corbett). Tra i due è colpo di fulmine, ma la vita della coppia purtroppo non sarà per nulla semplice perché il padre di Toula è deciso a mettere i bastoni tra le ruote ai due futuri sposi: cascasse il mondo sua figlia dovrà sposare un bravo ragazzo greco…

Il nostro commento

Il mio grosso grasso matrimonio greco è una spigliata commedia scritta con indubbia leggerezza, ma anche molto ironica e caustica nonostante l’ammiccante confezione romance. Lo scontro fra tradizione e nuove generazioni funziona decisamente bene e diverte, anche grazie ad un cast che fa pienamente il suo dovere caratterizzando un nucleo familiare spassoso e vitale. Il mio grosso grasso matrimonio greco è un film adatto a tutti, scritto bene e recitato con il giusto appeal, insomma da vedere anche se non si è inguaribili romantici e fan sfegatati delle commedie in rosa. [voto 7]

Curiosità

– Rita Wilson, moglie di Tom Hanks, entusiasta dello spettacolo teatrale ha fatto si che il marito ne finanziasse una versione cinematografica. In un’intervista l’attrice Nia Vardalos ha detto che lei riagganciò quando Hanks la chiamò, perché non credeva che fosse davvero lui al telefono.

– La scena in cui Andrea Martin (zia Voula) prende scherzosamente i capelli di John Corbett è stata improvvisata, La Martin aveva dimenticato le sue battute e così mettendosi a giocare con i capelli di Corbett ha ricordato le sue battute e ha potuto così terminare la scena. Nia Vardalos ha detto che ha funzionato così bene che hanno deciso di inserire la ripresa e utilizzarla nel montaggio finale.

– Quando il personaggio di Andrea Martin scopre che il personaggio di John Corbett è un vegetariano ha uno sguardo smarrito e risponde: “Va bene. Faccio l’agnello“. Nia Vardalos ha raccontato che ciò riflette la confusione che molti greci hanno verso il vegetarianismo. Durante la seconda guerra mondiale il cibo era scarso quindi i greci utilizzavano qualsiasi cosa fosse disponibile. Per loro non ha molto senso non mangiare carne.

– Il film è ispirato ad un monologo teatrale originariamente sviluppato da Nia Vardalos che raccoNta la sua storia d’amore e il matrimonio con l’americano Ian Gomez (che nel film interpreta il ruolo del migliore amico del suo fidanzato) nonostante la sua famiglia le avesse imposto un fidanzato greco.

– Nia Vardalos si è laureata presso la Ryerson University. L’università è stata utilizzata per alcune scene del film.

– Nell’autunno del 2002, la pellicola ha stabilito un record come miglior esordio del weekend battendo Balla coi lupi (1990) di Kevin Costner e poi in seguito The Blair Witch Project – Il mistero della strega di Blair (1999) come il maggior incasso di sempre per un film indipendente, quest’ultimo record ha tenuto fino a marzo 2004 quando è stato superato da La passione di Cristo.

– Al ricevimento di nozze nessuno esegue correttamente la danza. Il cast era troppo stanco.

– La scena d’apertura in cui Nia Vardalos e Michael Constantine viaggiano al mattino presto per aprire il ristorante era una delle ultime scene girate. La Vardalos ha raccontato che tutti gli altri membri del cast avevano finito le loro scene e se ne erano andati e così la tristezza che lei e Costantine sentivano in quella scena riflette lo stato d’animo nell’aver dato l’addio poco prima ai loro colleghi.

– Secondo Nia Vardalos il costo della ristorazione per troupe e cast durante il film si è rivelato non essere un problema. Ovunque il film veniva girato quando i ristoranti greci locali sapevano delle riprese inviavano un sacco di cibo gratis.

– Quando Toula passeggia sul portico davanti a casa sua di notte nel suo abito blu, sullo sfondo si può vedere il dio greco dell’amore.

– Il film, una piccola produzione indipedente dal budget di 5 milioni di dollari, ha incassato worldwide qualcosa come 368 milioni di dollari.

La colonna sonora

– Le musiche originali del film sono di Alexander JankoChris Wilson, quest’ultimo bluesman australiano ed ex membro dei Crown of Thorns.

– Il brano che si ascolta al ricevimento di nozze, “All My Only Dreams”, era anche nella colonna sonora di Musica Graffiti, film del 1996 scritto, diretto e prodotto da Tom Hanks che ha anche prodotto questo film.

1. Stalia, Stalia
2. Xekina Mia Psaroboulla
3. Orea Pou Ine I Nifi Mas
4. Moose Caca
5. Kefi in Katavia
6. Secret Garden
7. Yasoo
8. Istanbul Coffee House (Kafe Neio)
9. Time With You
10. Yiayia
11. Generations
12. Toula and Ian
13. Apples N’ Oranges
14. All My Only Dreams (Olla Mono Ta Oneera Mou)
15. First Date

Trailer e video