• Film

Prometheus: la recensione di un lettore di Cineblog

La recensione di Prometheus direttamente da Praga. E purtroppo non è una valutazione positiva.

di carla

E come avevamo previsto (e richiesto…) ecco la prima recensione del film Prometheus firmato Ridley Scott, direttamente da un nostro lettore che vive all’estero e che l’ha già visto.

Ciao a tutti,
Mi chiamo Pierluigi e sono un vostro appassionato lettore. Vivendo a Praga da un paio d’anni ormai, ho la fortuna di vedere alcuni film al cinema in anticipo rispetto all’Italia, tra cui appunto Prometheus. Di conseguenza colgo l’occasione, che avete dato a tutti i lettori di Cineblog, di fornirvi il mio punto di vista sul film. Spero si esservi stato utile. Un saluto, Pierluigi.

Premesso che non avevo grandi aspettative sul film in quanto avevo paura che venissero puntualmente disattese, purtroppo sono costretto a confermare tale presentimento, in quanto il mio parere sulla pellicola è assolutamente NEGATIVO.

Il film ha un grande difetto: la sceneggiatura. Infatti vengono immessi nella storia così tanti elementi i quali restano lì lasciandomi con troppe domande e pertanto rendono la trama troppo discontinua. Senza contare qualche forzatura di troppo, come ad esempio l’ultima scena del film. Sembra quasi che Damon Lindelof abbia sceneggiato un telefilm e non un film, un po’ alla Lost dove per ogni risposta c’erano di conseguenza altre 5 domande. Tuttavia qui non abbiamo la prossima puntata tra una settimana e ciò comporta che il film rimanga sospeso in una sorta di limbo. In altri termini, sembra quasi che il film sia stato concepito per la creazione di un franchise. Ma anche questa idea, non può giustificare, a mio modestissimo parere, una sceneggiatura così approssimativa, talvolta quasi scontata.

prometheus_David_fassbender

Una parola per il 3D: assolutamente INUTILE. Purtroppo la logica dell’incasso a tutti i costi continua a prevalere.

Unica nota positiva è la prova dei 2 attori protagonisti, dico solo 2 in quanto gli altri si notano molto poco. Su tutti emerge un Fassbender in grande spolvero nel suo ruolo di David il robot. Infatti riesce a creare un personaggio che sa essere da un lato molto affabile, a tratti quasi commovente nella suo cercare di capire gli umani, dall’altro invece estremamente perfido e diabolico nel raggiungere i suoi scopi. Sono rimasto così colpito dalla sua interpretazione che durante il film per un istante ho pensato: “Finalmente posso dare una faccia ad HAL 9000!!!”.

Buona prova anche di Noomi Rapace che non è più solo una figura di contorno come in Sherlock Holmes ma anzi è in grado di calamitare a sé l’attenzione. Tuttavia in alcuni passaggi si tende troppo a farla la nuova Ellen Ripley quando invece si dovrebbe creare un personaggio tutto nuovo con le sue proprie caratteristiche. Compito di cui Noomi, e chi ha visto e ha amato la sua Lisbeth Salander lo sa, è capacissima.

Per quel che riguarda tutti gli altri, in primis Charlize Theron e Guy Pearce, la loro partecipazione è solo comprimaria, anche se personalmente avrei dedicato un po’ di spazio in più al personaggio della Theron che aveva qualche contorno interessante che poteva essere esplorato maggiormente. Le premesse del film erano quelle di distaccarsi in maniera netta da Alien per poi ricollegarsi ad esso. Nella realtà si tratta solo di una brutta copia.

In conclusione il mio voto è 5, di cui almeno un voto un più dipende dalla performance degli attori.

Prometheus (Usa 2012 – Fantascienza) di Ridley Scott con Michael Fassbender, Charlize Theron, Idris Elba, Noomi Rapace, Patrick Wilson, Guy Pearce, Rafe Spall, Logan Marshall-Green, Sean Harris, Kate Dickie. Dal 19 Ottobre 2012 al cinema. Ecco il trailer italiano.