Space Battleship Yamato: viaggio intergalattico al cinema con Nexo Anime il 15 e 16 aprile 2014

Aspettando il live action di Space Battleship Yamato, nei cinema italiani con Nexo Anime il 15 e il 16 aprile 2014.

di cuttv

A 40 anni dal lontano 1974, e il primo volo televisivo della Space Battleship Yamato di Leiji Matsumoto, atterrata sul piccolo schermo italiano negli anni ’80, con la serie di fantascienza nota come “StarBlazer” (I guerrieri delle stelle in arrivo dagli USA), il primo anime del maestro e padre di Capitan Harlock si prepara a tornare al cinema, con il film live action fedele al manga, diretto da Takashi Yamazaki e distribuito da Toho dal 1 dicembre 2010.

In piena stagione Nexo Anime, l’atterraggio nelle sale italiane, in digitale 2K e Audio PCM 5.1, è programmato per il 15 e il 16 aprile 2014, ma chi ha voglia di anticipare il viaggio verso il pianeta Iscandar, non deve far altro che imbarcarsi sulla “Corazzata Spaziale Yamato” e approfittare della nostra recensione intergalattica, corredata di qualche curiosità e la colonna sonora.

Si parte subito con l’occhio sparato in mezzo alla battaglia, ed spettacolari effetti speciali (da nomination a gli Asian Film Awards 2011), mentre la flotta spaziale terrestre cerca invano di difendersi dall’attacco alieno dei temibili Gamilas, in un futuristico 2194.

Cinque anni dopo, il pianeta terra devastato dalle radiazioni atomiche aliene, costringe i pochi sopravvissuti a vivere nel sottosuolo e sfidare i pericoli della superficie, quando l’ex pilota Susumu Kodai (Takuya Kimura) si imbatte in una piccola e misteriosa capsula caduta dal cielo, che oltre a scatenare una reazione in grado di purificare l’aria contaminata, contiene i progetti per realizzare un motore in grado di attraversare l’iperspazio sino al pianeta Iskandar, e ridare speranza alla terra e alla razza umana che rischia l’estinzione.

Un motore ad onde moventi capace di far vibrare l’immaginazione, e riarmare la leggendaria corazzata Yamato (??) della Marina Imperiale Giapponese, per proiettarla dalla missione suicida dell’Operazione Ten-Go del 1945 (vissuta da Matsumoto come la devastazione delle bombe atomiche su Hiroshima e Nagasaki) a quella del 2199, in viaggio a 148 milioni anni luce dalla Terra.

Space Battleship Yamato

Una nave a propulsione aliena, con un equipaggio coraggioso e determinato, che ha il destino della Terra nelle mani, un vecchio comandante allo stremo (il capitano Okita di Tsutomu Yamazaki), il giovane e ribelle Kodai come erede, lacrime e pugni della bella Yuki Mori (Meisa Kuroki), e un nemico pronto a sterminare la razza umana.

Un déjà vu normale per chi ha iniziato il 2014 a bordo dell’Arcadia con lo Space Pirate Captain Harlock della Toei. Gli ingredienti speciali del contributo di Matsumoto alla stesura della sceneggiatura di Shimako Sato, fedele al manga quanto sembra esserlo le notevole somiglianza degli attori con i personaggi.

Un viaggio che non lesina eroi e kamikaze, orgoglio nazionale e onore, sorprendenti scoperte sul pianeta Iskandar, e le due facce della medaglia che è costretta ad affrontare la natura umana, al ritmo della colonna sonora che include anche quel Love Lives, scritto per il film da Steven Tyler degli Aerosmith.

La prima missione intergalattica di Leiji Matsumoto, prodotta dalla Tokyo Broadcasting System (TBS), con oltre ad un anno di riprese, nove mesi di post-produzione tra montaggio e CGI, e un budget di 2 miliardi di yen (circa 22 milioni di dollari), per un campione d’incassi che ha fruttato oltre 50 milioni di dollari al box office, non solo in Giappone, dove nella prima settimana di programmazione ha scalzato Harry Potter e i Doni della Morte.

Un viaggio pronto a deliziare gli appassionati del maestro e della serie televisiva, cresciuti con la sigla italiana incisa nel 1980 da Gli Argonauti, sedotti dalla fantasia dell’infanzia che si muove nel mondo reale, e nostalgie che rendono molto alto il mio giudizio sull’adattamento cinematografico live action, ma al quale non mancano le caratteristiche per piacere ai più giovani.

Voto di Cut-tv’s: 9

Space Battleship Yamato (SPACE BATTLESHIP ??? Sup?su Batorushippu Yamato, live-action, Giappone, 2010) di Takashi Yamazaki; con Takuya Kimura (Susumu Kodai), Meisa Kuroki (Yuki Mori), Tsutomu Yamazaki (Juzo Okita), Naoto Ogata (Daisuke Shima), Toshirou Yanagiba (Shirou Sanada), Hiroyuki Ikeuchi (Hajime Saitou), Reiko Tamashima (Dott.sa Sado). Nelle sale italiane con Nexo Anime il 15 e il 16 aprile 2014.

Space Battleship Yamato

Sulla sua pagina social, Nexo digital a quanto pare regala anche riduzioni del biglietto, mentre noi ci concediamo qualche altra curiosità …

(function(d, s, id) { var js, fjs = d.getElementsByTagName(s)[0]; if (d.getElementById(id)) return; js = d.createElement(s); js.id = id; js.src = “//connect.facebook.net/it_IT/all.js#xfbml=1”; fjs.parentNode.insertBefore(js, fjs); }(document, ‘script’, ‘facebook-jssdk’));

Curiosità

A colpi di cannone a onde moventi e salti interstellari, il primo anime di Matsumoto resta uno dei capisaldi del genere, con ben tre serie televisive, cinque film cinematografici ed uno speciale per la TV.

La Yamato è stata la prima serie anime a vincere il Seiun Award, un ambito traguardo replicato solo nel 1985 con Nausicaä della Valle del Vento del grande
Hayao Miyazaki.

In occasione della “prima” del film, alla presenza dell’intero cast, il 70% del pubblico in sala era costituito da signore attirate dal fascino e la popolarità di Takuya Kimura, attore quotato e membro della Idol Band musicale degli SMAP, ma anche la bellissima Meisa Kuroki, nome d’arte dell’attrice, cantante e modella Satsuki Shimabukuro, ha avuto la sua parte di fan, mentre le scene (con livelli del caratteristico sentimentalismo giapponese da glassare le ginocchia) non hanno risparmiato a tanti lacrime commosse.

Per l’occasione una scenografica Yamato lunga oltre 10 metri, sembrava pronta a spiccare il volto nell’allestimento all’entrata del cinema, prima di sollevarsi da terra sul grande schermo.

Tra gli avvincenti effetti speciali delle battaglie spaziali, l’effetto del cannone ad onde moventi resta tra i più apprezzati.

Tra i premi vinti, il Nikkan Sports Film Awards 2011.

L’arrivo della serie sul piccolo schermo italiano, nel 1980 venne trasmesso con il nome di “Starblazers”, dritto dritto dalla versione USA, come il totale stravolgimento dei nomi originali: che trasformano la Yamato nell’astronave “Argo”, il Capitano Okita in “Avatar”, Kodai in “Derek Wildstar”, Yuki Mori in “Nova” … ma pre fortuna questo non riguarda i cinque lungometraggi animati che seguirono la serie e il live action.

Space Battleship Yamato
Space Battleship Yamato
Space Battleship Yamato
Space Battleship Yamato - poster

Interpreti e personaggi

Takuya Kimura – Susumu Kodai
Meisa Kuroki – Yuki Mori, asso volante dello squadrone aeronautico Black Tiger
Toshiro Yanagiba – Shiro Sanada, Chief Science / Technology Officer
Naoto Ogata – Daisuke Shima, capo navigatore
Reiko Takashima – Dr. Sado, medico di bordo
Toshiyuki Nishida – Hikozaemon Tokugawa, ingegnere capo
Hiroyuki Ikeuchi – Hajime Saito, Spazio Commandos capo
Maiko Skorick – Aihara, ufficiale addetto alle comunicazioni
Toshihiro Yashiba – Yasuo Nanbu, unità tattica
Kazuki Namioka – Saburo Kato, comandante dello squadrone aeronautico Black Tiger
Takumi Saito – Akira Yamamoto, membro dello squadrone aeronautico “Black Tiger”
Takahiro Miura – Furuya, membro dello squadrone aeronautico Black Tiger
Tsutomu Yamazaki – Capitano Juzo Okita
Kensuke Owada – Kenjiro Ota, navigatore
Shinichi Tsutsumi – Mamoru Kodai, fratello maggiore di Susumu e capitano dell’astronave spaziale Yukikaze
Isao Hashizume – Heikur? Todo, comandante in capo della “Forza Difesa Terra”.

Colonna Sonora

La colonna sonora prodotta da Marti Frederiksen, annovera Love Lives, composta e interpretata da Steven Tyler appositamente per il film, ispirandosi al tema portante del film: “Voglio proteggere quelli che amo”.

Tracklist

1. (3:34) Space Battleship Yamato Opening Title, SPACE BATTLESHIP ??? Opening Title, SPACE BATTLESHIP Yamato Opening Title
2. (1:14) Raggedy Men, ?????, Usuyogoreta otoko
3. (4:16) Ship of Hope, ????, Kibou no fune
4. (4:38) Fire Wave Motion Gun, ?????, Hadoujuu hassha
5. (3:25) Gamirus Fleet, ??????, Gamilas kantai
6. (2:43) The Return, ??, Kikan
7. (0:46) Gamirusrod, ???????, Gamilasroid
8. (1:38) Orders, ??, Meirei
9. (3:20) Enemy Fleet Destroyed, ?????, Tekikantai shoumetsu
10. (4:23) Moment of Silence, ?????, Isshun no seijaku
11. (1:40) Comfort, ??, Nagusame
12. (0:47) Beautiful Blue Planet, ??????, Utsukushii aoi hoshi
13. (2:13) Crisis, ??, Kiki
14. (2:10) Faith, ??, Shinnen
15. (2:26) A New History, ??????, Arata na rekishi o
16. (4:36) Cosmo Zero Launch, ???????, Cosmo Zero hasshin
17. (5:51) The Truth about the Radioactivity Removal Device, ??????????, Houshanou jokyo souchi no shinjitsu
18. (2:05) Entrusted with the Future, ??????, Takusareta mirai
19. (2:34) Earth, ??, Chikyuu
20. (3:21) Deslar’s Revenge , ???????, Desslar no houfuku
21. (4:41) To Protect = ??????, Mamoritai mono
22. (3:07) The Final Salute, ?????, Saiki no keirei

Poster

Space Battleship Yamato - poster

Space Battleship Yamato - poster
Space Battleship Yamato - poster
Space Battleship Yamato - poster
Space Battleship Yamato - poster
Space Battleship Yamato - poster
Space Battleship Yamato - poster
Space Battleship Yamato - poster
Space Battleship Yamato - poster
Space Battleship Yamato - poster
Space Battleship Yamato - poster

Foto | Facebook
Poster | Kinopoisk

I Video di Cineblog

Ultime notizie su Film Orientali

Tutto su Film Orientali →