Kung Fu - Baz Luhrmann alla regia?

Serie tv anni '70 con mattatore David Carradine, Kung Fu diventa cinema grazie a Baz Luhrmann?

Il nome più improbabile su piazza è diventato realtà in queste ultime ore. Tanto da dividere e al tempo stesso affascinare. 7 giorni dopo la notizia che Legendary Pictures e Universal hanno deciso di portare in sala la leggendaria serie tv Kung Fu, andata in onda negli anni '70 e trainata da un superbo David Carradine, ecco infatti arrivare la candidatura alla regia che nessuno si sarebbe mai potuto aspettare.

Baz Luhrmann. Esatto. A detta dell'Hollywood Reporter sarebbe proprio il regista australiano in pole position per ottenere l'ambito e delicato ruolo, prendendo così una strada decisamente distante da quella che fino ad oggi è stata la sua carriera cinematografica.

Vinti due Premi Oscar e incassati 351,040,419 dollari in tutto il mondo con il tanto criticato Il Grande Gatsby, Luhrmann si è rilanciato alla grande in quel di Hollywood, facendo così dimenticare il flop Australia, nel 2008 costato 120 milioni eppure fermatosi ai 211,342,221 dollari worldwide.

'Strictly Ballroom The Muscical'

Una ricca boccata d'ossigeno che potrebbe portarlo tra le braccia delle arti marziali. Ambientato nel XIX° secolo, Kung Fu vedeva Carradine vestire i panni di un monaco shaolin in viaggio attraverso il vecchio West americano perché alla ricerca del fratello mai conosciuto. Da superare una serie infinita di ‘nemici’, tutti da sconfiggere con il solo uso delle arti marziali. Anni fa sembrava che dovesse essere Bill Paxton a riportare il 'mito' in vita, con John McLaughlin autore della sceneggiatura. Progetto morto in breve tempo ed ora clamorosamente risorto, con Jon Jashni, Scott Mednick, Thomas Tull e Vincent Newman alla produzione. E un unico pertinente quesito: che Baz Luhrmann sia davvero l'uomo giusto?

Fonte: Comingsoon.net

  • shares
  • Mail