Star Wars VII: J.J. Abrams vuole posticiparlo a maggio 2016? La Disney dice di no

E se Star Wars VII di J.J. Abrams uscisse a maggio 2017?

Per ora si tratta di semplici rumor, ma l’infortunio capitato ad Harrison Ford sul set di Star Wars VII avrebbe messo in agitazione J.J. Abrams e la produttrice Kathleen Kennedy. Il mitologico Han Solo dovrà infatti stare a riposo per due mesi. Una quantità di tempo non indifferente per un film come questo, visto e considerato il ‘peso’ del suo ruolo all’interno del primo capitolo della nuova trilogia. Per questo motivo il padre di Lost avrebbe chiesto alla Disney di posticipare l’uscita al cinema di Star Wars VII. Dal 18 dicembre del 2015 al 4 maggio del 2016, data da sempre ‘legata’ all’Universo creato da George Lucas.

Ma la Disney avrebbe seccamente respinto qualsiasi ipotesi di slittamento. Secondo quanto riportato da Latino Review, infatti, la data di uscita della pellicola non può assolutamente variare. Questo perché il CEO Disney Bob Iger avrebbe ‘promesso’ un capitolo di Star Wars nel 2015 ai suoi azionisti, quando li convinse ad acquistare la Lucas Film per 4 miliardi di dollari. D’altronde stiamo parlando non solo di una semplice pellicola, ma di puro business, marketing, soldi.

Il merchandising Guerre Stellari è pronto a ripartire con una pioggia di denaro battente che in casa Disney non possono rinviare, anche se solo di 5 mesi. Abrams dovrà quindi farsene una ragione e iniziare a correre. Il tempo stringe e 15 mesi ‘volano’, tra infortuni, riprese, montaggio e ricca post-produzione. Conferme ufficiali non ne sono arrivate, ma i rumor sono incessanti e J.J. avrebbe battuto i piedi. Inutilmente. Perché con mamma Disney non si scherza. Il giocattolo non può attendere, e per Natale del 2015 milioni di bambini dovranno giocare con i nuovi pupazzetti di Star Wars.

Fonte: Collider

I Video di Cineblog

Ultime notizie su Star Wars

Tutto su Star Wars →