Stargirl, Catherine Hardwicke porta in sala il romanzo di Jerry Spinelli

Ancora trasposizione cinematografiche per Catherine Hardwicke, regista di Stargirl

87e9e5bf9f3314a0120862eb68b9b962.jpg

Ancora un progetto 'young adult' per Catherine Hardwicke, regista di Thirteen e Twilight. Dopo la trasposizione cinematografica di Noi siamo grandi come la vita, best-seller di Ava Dellaira, la regista metterà mano anche a Stargirl, romanzo di Jerry Spinelli pubblicato nel 2000. Sette anni dopo, visto il successo riscontrato, Spinelli ha dato alla stampa anche il sequel, Per sempre Stargirl, entrambi editi in Italia da Mondadori.

La trama? Immaginate una scuola di provincia in cui tutti i ragazzi si vestono allo stesso modo e fanno le stesse cose, e poi chiedetevi che effetto farebbe, in un posto del genere, l'apparizione di una ragazza vestita nel modo più stravagante, che va in giro con un topo in tasca e un ukulele a tracolla, piange ai funerali degli sconosciuti e sa a memoria i compleanni dell'intera cittadinanza. Resterebbero tutti a bocca aperta, naturalmente, proprio come succede a Leo quando la vede per la prima volta e si chiede se è una svitata, un'esibizionista o tutte e due le cose insieme. Ma Stargirl è semplicemente se stessa: e non è detto che questo sia un vantaggio, in un mondo fatto di persone che vogliono soltanto "adeguarsi"...

Via alle riprese in primavera, con Kristin Hahn autrice dello script. Tra gli altri film diretti dalla Hardwicke come dimenticare Lords of Dogtown, The Nativity Story e Cappuccetto Rosso Sangue. In arrivo, invece, troviamo Miss You Already con Drew Barrymore, Dominic Cooper e Toni Collette, dramma in uscita a fine settembre.

Fonte: SlashMovie

  • shares
  • Mail