Zeroville, James Franco alla regia - dal 2016 in sala

James Franco alla regia dell'ennesimo progetto, in sala nel 2016 oltre un anno dopo le riprese. Arriva Zeroville

zeroville.jpg

Ennesimo progetto in arrivo per James Franco, regista e protagonista dell'adattamento cinematografico di Zeroville, best seller targato Steve Erickson edito in Italia da Bompiani. Alchemy ha acquisito i diritti di distribuzione della pellicola per il Nord America della pellicola, per un film sceneggiato da Paul Felten e Ian Olds. Al fianco di Franco troveranno spazio Megan Fox, Seth Rogan, Craig Robinson, Danny McBride, Jacki Weaver, Joey King e Dave Franco.

Il tuttofare Franco, neanche a dirlo, produrrà anche il progetto insieme a Vince Jolivette tramite la loro Rabbit Bandini Productions, da affiancare alla Patriot Pictures di Caroline Aragona e Michael Mendelsohn. Attualmente in post-produzione, il film, le cui riprese sono iniziate addirittura nel 2014, uscirà nel 2016.

"Forse, a una prima lettura, "Zeroville" potrebbe sembrare un romanzo su Hollywood, carico com'è di citazioni e rimandi ellittici da iniziati, un romanzo per cinefili, uno di quei libri che escludono appunto tutti quelli che iniziati non lo sono neanche un pò. Ma sarebbe fermarsi al primo livello, perché non è un romanzo su Hollywood - o almeno, non solo, perché certo è anche questo - è un romanzo come ha dichiarato il suo stesso autore in un'intervista, che parla piuttosto di come il Cinema, i film, siano diventati parte integrante del sistema nervoso contemporaneo. Il cinema ha cambiato le nostre percezioni, il nostro modo di interpretare la realtà, suadente e persuasivo ci ha accompagnati nel corso del tempo in territori al tempo stesso affascinanti e mostruosi, rassicuranti e terrificanti. E parte integrante del nostro immaginario, così come lo sono i sogni che facciamo la notte, e che si mescolano alle esperienze reali: questo è il tessuto della nostra vita, la trama fitta in cui arte e vita si intrecciano senza che sia più possibile districare un filo dall'altro".

Firmato Simona Vinci tramite postfazione, per un romanzo che narra la storia di un giovane cinefilo sbarcato nella Hollywood del 1969, Vikar, che inizia letteralmente a 'vivere' le scene dei film ignorando la realtà che lo circonda.

Fonte: Comingsoon.net e IBS

  • shares
  • Mail