Oscar 2016: "Non essere cattivo" rappresenta l'Italia

Chi rappresenterà l'Italia agli Oscar del 2016? Si punta su "Non essere cattivo"

E alla fine, ecco la scelta. Sarà Non essere cattivo, film postumo di Claudio Caligari, che rappresenterà l'Italia ai premi Oscar nella categoria miglior film straniero. E' stato stabilito dalla commissione selezionatrice dell'Anica. L'annuncio delle nomination dell'Academy si terrà il 14 gennaio 2016, la premiazione avrà luogo il 28 febbraio a Los Angeles.

Non essere cattivo è interpretato da Luca Marinelli, Alessandro Borghi, Silvia D'Amico, Roberta Mattei. Claudio Caligari, il regista, è morto il 26 maggio 2015, dopo una lunga malattia, a 67 anni. Ecco la trama del film:

1995, Ostia. Vittorio e Cesare hanno poco più di vent’anni e non sono solo amici da sempre: sono “fratelli di vita”. Una vita di eccessi: notti in discoteca, macchine potenti, alcool, droghe sintetiche e spaccio di cocaina. Vivono in simbiosi ma hanno anime diverse, entrambi alla ricerca di una loro affermazione. L’iniziazione all’esistenza per loro ha un costo altissimo e Vittorio col tempo inizia a desiderare una vita diversa: incontra Linda e per salvarsi prende le distanze da Cesare, che invece sprofonda inesorabilmente.

Claudio Caligari - Filmografia
- Droga che fare (1976, documentario in collaborazione con Daniele Segre)
- Lotte nel Belice (1977, documentario)
- La parte bassa (1978, documentario)
- La follia della rivoluzione (1978, documentario)
- Amore tossico (1983)
- L'odore della notte (1998)
- Non essere cattivo (2015)
- Task Force 45 - fuoco amico - serie TV (2015)

Oscar 2016, ecco i 9 film italiani in corsa per la nomination

Il giovane favoloso

Due anni dopo il trionfo di Paolo Sorrentino con La Grande Bellezza, la corsa agli Oscar del cinema italiano è ufficialmente ripartita. Sono stati infatti annunciati i 9 titoli che si sono iscritti alla 'gara' per rappresentare il Bel Paese in qualità di migliore film in lingua non inglese agli Oscar del 2016.

Stiamo parlando de Il giovane favoloso di Mario Martone (già vincitore di 5 David, 5 Ciak d'Oro e 1 Nastro), Latin Lover di Cristina Comencini (già candidata nel 2005 con La bestia nel cuore), L'attesa di Piero Messina, Mia Madre di Nanni Moretti (vincitore di 2 David, 2 Nastri e 3 Ciak d'Oro), Nessuno si salva da solo di Sergio Castellitto, Non essere cattivo di Claudio Caligari, Per amor vostro di Giuseppe M. Gaudino, Sangue del mio sangue di Marco Bellocchio e Vergine Giurata di Laura Bispuri (già Globo d'Oro come miglior opera prima).

Tutti film italiani distribuiti sul nostro territorio nazionale tra il 1° ottobre 2014 e il 30 settembre 2015. A decidere sulla pellicola che ci rappresenterà sarà la solita Commissione, quest'anno composta da Nicola Borrelli, direttore generale cinema del Ministero per i Beni e le Attività Culturali; dal compositore Nicola Piovani; dal regista Daniele Luchetti; dalle produttrici Tilde Corsi e Olivia Musini; dal distributore Andrea Occhipinti; da Stefano Rulli, presidente Fondazione Centro Sperimentale di Cinematografia e dai giornalisti Natalia Aspesi e Gianni Canova. Lunedì 28 settembre avremo il nome del titolo prescelto. L’annuncio delle nomination agli Oscar è invece previsto per il 14 gennaio 2016, mentre la cerimonia di consegna degli Oscar si terrà a Los Angeles domenica 28 febbraio 2016.

Il candidato italiano dello scorso anno, come dimenticarlo, fu Il capitale umano di Paolo Virzì.
Fonte: EDuesse

  • shares
  • Mail
1 commenti Aggiorna
Ordina: