Roma 2015, si torna Festa: tutti i film in programma - retrospettive Pixar e Pablo Larrain

Paul Thomas Anderson, Baumbach, Zemeckis, James Vanderbilt, Johnnie To e tutti i capolavori Pixar sbarcano alla Festa del Cinema di Roma

roma 2015

E decima edizione fu. Il Festival del Cinema di Roma ufficialmente tornato Festa ha quest'oggi presentato il programma ufficiale della decima edizione, che si svolgerà dal 16 al 24 ottobre prossimo presso l'Auditorium Parco della Musica e in altri luoghi della Capitale. Abbandonate giurie, film d'apertura, di chiusura, anteprime mondiali e 'sezioni' varie, il programma della manifestazione si è fatto 'unico', con 37 film / documentari / serie tv nella sua selezione 'ufficiale', ai quali aggiungere 2 eventi speciali, 3 retrospettive, 10 incontri, 10 omaggi e l'altrettanto ricco programma di Alice nella Città, sezione autonoma della Festa. 24 i paesi partecipanti, con il pubblico chiamato a premiare il titolo vincitore. Sensibile lo 'snellimento' del programma rispetto al passato, con una collaborazione che vedrà Roma e Londra 'collaborare' in qualità di Festival, tramite un'alleanza che vedrà le due manifestazioni condividere alcuni film. Cosa non si fa in tempi di crisi, visto l'ennesimo taglio al budget ormai sceso a poco più di 4 milioni di euro.

Archiviato in fretta e furia il breve regno di Marco Muller, durato 3 anni, la Festa(val) vede il debutto di Piera Detassis negli abiti di Presidente della Fondazione Cinema per Roma e Antonio Monda come direttore artistico. In contemporanea con la Festa si svolgerà MIA, il nuovo mercato internazionale dell'audiovisivo diretto da Lucia Milazzotto. Un programma assai variegato, quello proposto da Monda, che spazia in lungo e in largo tra i generi tra cinema indipendente, produzione di genere, opere prime, affermati autori, documentari, lungometraggi animati e serie tv, tanto da presentare al pubblico romano le prime due puntate dell'attesissima seconda stagione di Fargo. Ma andiamo ai titoli.

Per l'Italia spazio ad Alaska di Claudio Cupellini con Elio Germano, a Lo Chiamavano Jeeg Robot di Gabriele Mainetti con Claudia Santamaria e a Dobbiamo Parlare di Sergio Rubini con Fabrizio Bentivoglio. Dagli States arriveranno The Walk di Robert Zemeckis; The End of the Tour di James Pondoldt con Jesse Eisenberg; Experimenter di Michael Almereyda con Peter Sarsgaaard e Winona Ryder; Freeheld di Peter Sollett con Julianne Moore ed Ellen Page; Junun, doc di Paul Thomas Anderson sul chitarrista dei Radiohead Jonny Greenwood; Mistress America di Noah Baumbach con Greta Gerwig e Lola Kirke; Monogamish, doc di Teo Ruspoli; Truth di James Vanderbilt con Cate Blanchett e Robert Redford. Dall'Europa spazio a Les Rois du Monde di Laurent Laffargue; al danese Under Sanset; al russo Pticka di Vladimir Beck; al doc spagnolo The Propaganda Game di Alvaro Longoria; allo svedese Pojkarna di Alexandra-Therese Keining; al doc francese Ouragon L'Odyssee d'un Vent ; al britannico Legend di Brian Helgeland con Tom Hardy; al polacco Moje Corki Krowi di Kinga Debska; all'olandese Full Contact di David Verbeek; all'inglese The Confessions of Thomas Quick, doc di Brian Hill; al francese Au Plus pres du Soleil di Yves Angelo; e allo spagnolo Amama di Asier Altuna Iza; dal resto del mondo, infine, arriveranno l'indiano Angry Indian Goddesses di Pan Nalin; il brasiliano Campo Grande di Sandra Kogut; il messicano La Delgada Linea Amarilla di Celso R. Garcia; il messicano Distancias Cortas di Alejandro Guzman Alvarez; l'argentino Eva no Duerme di Pablo Aguero con Gael Garcia Bernal; il giapponese Hiso Hiso Boshi di Sono Sion; il cinese Hija li Shang Ban Zou di Johnnie To; dal Canada l'acclamato Room di Lenny Abrahamson (trionfatore a Toronto) e Ville-Marie di Guy Edoin: e dalla Cina Monster Hunt di Raman Hiu, campione d'incassi in patria.

Grande spazio quest'anno verrà dedicata agli incontri con il pubblico da parte di stelle nazionali e internazionali. Arriveranno a Roma Jude Law, neo Papa per Sorrentino, ed un'infinità di 'coppie': Wes Anderson e Donna Tartt; William Friedkin e Dario Argento; Joel Coen e Frances McDormand; Carlo Verdone e Paola Cortellesi; ed altri incontri 'singoli' che coinvolgeranno Todd Haynes, Renzo Piano, Riccardo Muti, Paolo Villaggio e il premio Oscar Sorrentino. Molto ricche anche le retrospettive curate da Mario Sesti. A 20 anni dall'uscita di A Bug's Life, infatti, verrà celebrata la storia della Pixar, con Kelsey Mann, Story Supervisor de Il Viaggio di Arlo e Monsters University, che terrà una masterclass per l'occasione. Alla Festa di Roma si potranno rivedere 15 capolavori della casa animata, ovvero: A Bug's Life, Brave, Cars e Cars 2, Toy Story 1,2 e 3, Alla ricerca di Nemo, Gli Incredibili, Monsters & Co e Monsters University, Ratatouille, Up, Wall-E e l'ultimo Inside Out. Altra ricca retrospettiva quella dedicata a Pablo Larrain, straordinario maestro cileno da rivivere con 5 suoi film: Tony Manero, Post Mortem, No, Fuga ed El Club. 3° ed ultima retrospettiva per Antonio Pietrangeli.

Omaggi verranno poi fatti ad Ettore Scola, ai fratelli Taviani, a Pier Paolo Pasolini, Francesco Rosi, Ingrid Bergman, Luis Bunuel, Frank Sinatra, Franco Rossi, Stanley Kubrick, Hitchcock e Truffaut. Noi di Blogo, neanche a dirlo, ci saremo per il nono anno consecutivo, per una Festa da vivere giorno dopo giorno e film dopo film qui su Cineblog.

Selezione Ufficiale:
Truth di James Vanderbilt
The Confessions of Thomas Quick di Brian Hill
La delgada linea amarilla di Celso R. Garcia
The End of the Tour di James Pensoldt
Monogamish di Tao Ruspoli
Ouragan, l’Odysse du vent di Cyril Banbancon
Pojkarna di Alexandra Therese Keining
The Propaganda Game di Alvaro Longoria
Hua Li Shang Ban Zou di Johnnie To
Legend di Brian Helgeland
Mojie Corky Crowie di Kinga Debska
Lo chiamavano Jeeg Robot di Gabriele Mainetti
Junun di Paul Thomas Anderson
Pticka di Vladimir Beck
Registro di classe – Parte prima 1900-1960 di Gianni Amelio, Cecilia Pagliarani
Mistress America di Noah Baumbach
Dobbiamo parlare di Sergio Rubini
Distancias Cortas di Alejandro Guzman Alvarez
Full Contact di David Verbeek
Hiso Hiso Boshi di Sono Sion
Experimenter di Michael Almareyda
Fargo – Seconda stagione di Randall Einhorn
Fauda di Assaf Bernstain
Freeheld di Peter Sollett
Full Contact di David Verbeeck
Eva no duerme di Pablo Aguero
Alaska di Claudio Cupellini
Amama – When a Tree Falls di Asien Altuna Iza
Angry Indian Godesses di Pan Nalin
Au Plus Pres de Soleil di Yves Angelo
Campo Grande di Sandra Kogut
Le rois du Monde di Laurent Laffargue
Room di Lenny Abrahamson
Sport di Ahmad Barghounthi
Under Sunset di Martin Zandvliet
Ville-Marie di Guy Edoin
Monster Hunt di Raman Hui

Eventi Speciali
Rio, eu te amo, ep. La fortuna di Paolo Sorrentino
La Grande Bellezza versione integrale di Paolo Sorrentino

IN COLLABORAZIONE CON ALICE NELLA CITTA’:
Un enfance di Philippe Claudel
Le Petit Prince di Mike Osborne


La Festa del Cinema ospiterà inoltre un incontro con Kelsey Mann, Story Supervisor de Il viaggio di Arlo e Monsters University. Mann ha inoltre lavorato al film premio Oscar® Toy Story 3 - La grande fuga e diretto il cortometraggio Party Central.

• A BUG'S LIFE / A BUG'S LIFE – MEGAMINIMONDO di John Lasseter, 1998
• BRAVE / RIBELLE – THE BRAVE di Brenda Chapman, Mark Andrews, Steve Purcell, 2012 preceduto dal corto LA LUNA di Enrico Casarosa
• CARS / CARS - MOTORI RUGGENTI di John Lasseter, Joe Ranft,2006
• CARS 2 di Brad Lewis, John Lasseter, 2011
preceduto dal corto HAWAIIAN VACATION / VACANZE HAWAIIANE di Gary Rydstrom
• FINDING NEMO / ALLA RICERCA DI NEMO di Andrew Stanton, Lee Unkrich, 2003 preceduto dal corto PARTYSAURUS REX / NON C'È FESTA SENZA REX di Mark A. Walsh
• THE INCREDIBLES / GLI INCREDIBILI - UNA "NORMALE" FAMIGLIA DI SUPEREROI di Brad Bird, 2004
• INSIDE OUT di Pete Docter, 2015
• MONSTERS & CO. di Pete Docter, David Silverman, Lee Unkrich, preceduto dal corto FOR THE BIRDS / PENNUTI SPENNATI di Ralph Eggleston
• MONSTERS UNIVERSITY di Dan Scanlon, 2013, preceduto dal corto THE BLUE UMBRELLA / OMBRELLO BLU di Saschka Unsel
• RATATOUILLE di Brad Bird, 2007
• TOY STORY / TOY STORY - IL MONDO DEI GIOCATTOLI di John Lasseter 1995
• TOY STORY 2 / TOY STORY 2 - WOODY E BUZZ ALLA RISCOSSA di John Lasseter, Ash Brannon, Lee Unkrich, 1999,
• TOY STORY 3 / TOY STORY 3 - LA GRANDE FUGA di Lee Unkrich, 2010, preceduto dal corto DAY AND NIGHT / QUANDO IL GIORNO INCONTRA LA NOTTE di Teddy Newton
• UP di Pete Docter, Bob Peterson, 2009 preceduto dal corto PARTLY CLOUDLY / PARZIALMENTE NUVOLOSO di Peter Sohn
• WALL•E di Andrew Stanton, 2008

Antonio Pietrangeli

Retrospettive


• ADUA E LE COMPAGNE

di Antonio Pietrangeli, Italia, 1960, 125’
Cast: Simone Signoret, Sandra Milo, Emmanuelle Riva, Claudio Gora, Marcello Mastroianni, Gina Rovere, Ivo Garrani, Gianrico Tedeschi, Domenico Modugno
• COME QUANDO PERCHÉ di Antonio Pietrangeli, Italia, Francia, 1969, 100’
Cast: Danielle Gaubert, Philippe Leroy, Horst Buchholz, Elsa Albani, Lilly Lembo, Liliana Orfei, Colette Descombes
• FANTASMI A ROMA di Antonio Pietrangeli, Italia, 1961, 100’
Cast: Marcello Mastroianni, Eduardo De Filippo, Vittorio Gassmann, Sandra Milo, Tino Buazzelli, Lilla Brignone, Belinda Lee, Claudio Gora
• LE FATE (Ep. Fata Marta) di Antonio Pietrangeli, Italia, Francia, 1966, 35’ Cast: Alberto Sordi, Capucine, Olga Villi, Gigi Ballista, Anthony Steel
• IO LA CONOSCEVO BENE di Antonio Pietrangeli, Italia, Francia, Germania, 1965, 116’
Cast: Stefania Sandrelli, Nino Manfredi, Ugo Tognazzi, Mario Adorf, Enrico Maria Salerno, Jean- Claude Brialy, Franco Nero
• IL MAGNIFICO CORNUTO di Antonio Pietrangeli, Italia, Francia, 1964, 124’
Cast: Claudia Cardinale, Ugo Tognazzi, Gian Maria Volonté, Salvo Randone, Bernard Blier, Lando Buzzanca, Brett Halsey
• NATA DI MARZO di Antonio Pietrangeli, Italia, Francia, 1958, 109’
Cast: Jacqueline Sassard, Gabriele Ferzetti, Mario Valdemarin, Tina De Mola, Gina Rovere
• LA PARMIGIANA di Antonio Pietrangeli, Italia, 1963, 110’
Cast: Catherine Spaak, Nino Manfredi, Didi Perego, Salvo Randone, Lando Buzzanca
• LO SCAPOLO di Antonio Pietrangeli, Italia, Spagna, 1955, 92’
Cast: Alberto Sordi, Rossana Podestà, Virna Lisi, Sandra Milo, Nino Manfredi, Madeleine Fischer, Anna Maria Pancani, Abbe Lane, Xavier Cugat
• IL SOLE NEGLI OCCHI di Antonio Pietrangeli, Italia, 1953, 103’ Cast: Irene Galter, Gabriele Ferzetti, Paolo Stoppa, Pina Bottin
• SOUVENIR D'ITALIE di Antonio Pietrangeli, Italia, 1957, 100’
Cast: June Laverick, Isabelle Corey, Gabriele Ferzetti, Ingeborg Schoener, Vittorio De Sica, Alberto Sordi, Massimo Girotti, Mario Carotenuto, Antonio Cifariello, Dario Fo
• LA VISITA di Antonio Pietrangeli, Francia, Italia, 1963, 110’
Cast: Sandra Milo, François Périer, Mario Adorf, Gastone Moschin, Angela Minervini, Didi Perego

Pablo Larrain

Retrospettive


• EL CLUB

di Pablo Larraín, Cile, 2015, 98’
Cast: Roberto Farías, Antonia Zegers, Alfredo Castro, Alejandro Goic, Alejandro Sieveking, Jaime Vadell, Marcello Alonso
• FUGA di Pablo Larraín, Argentina, Cile, 2006, 110’
Cast: Benjamin Vicuña, Gastón Pauls, Francisca Imboden, María Izquierdo, Willy Semler
• NO – I GIORNI DELL’ARCOBALENO di Pablo Larraín, Cile, Stati Uniti, 2012, 118’
Cast: Gael García Bernal, Alfredo Castro, Luis Gnecco, Néstor Cantillana, Antonia Zegers
• POST MORTEM di Pablo Larraín, Cile, Messico, Germania, 2010, 98’
Cast: Alfredo Castro, Antonia Zegers, Marcelo Alonso, Amparo Noguera, Marcial Tagle
• TONY MANERO di Pablo Larraín, Cile, Brasile, 2008, 97’
Cast: Alfredo Castro, Amparo Noguera, Paola Lattus, Hector Morales


ASTROSAMANTHA, LA PRIMA DONNA ITALIANA NELLO SPAZIO – UNA STORIA VERA

Lunedì 12 ottobre presso il MAXXI, Samantha Cristoforetti, astronauta dell'Agenzia Spaziale Europea (ESA), pilota dell’Aeronautica Militare, protagonista della seconda missione di lunga durata dell’Agenzia Spaziale Italiana (ASI), presenterà il docu-film AstroSamantha, la prima donna italiana nello spazio – una storia vera. La pellicola, diretta e prodotta da Gianluca Cerasola, giornalista e autore di reportage internazionali, è stata realizzata con la collaborazione dell’ESA, dell’ASI e dell’Aereonautica Militare.
Attraverso la voce narrante di Giancarlo Giannini, il regista segue Samantha Cristoforetti per tre anni, dall’addestramento al rientro dallo spazio, mostrando una versione inedita della donna insignita, al rientro dalla sua missione, dell’onorificenza di Cavaliere di Gran Croce, la più alta dell’Ordine al Merito della Repubblica Italiana.
INCONTRO CON JULIE TAYMOR E PROIEZIONE DI A MIDSUMMER NIGHT'S DREAM
Martedì 13 ottobre presso la Casa del Cinema, la regista statunitense Julie Taymor sarà protagonista di un incontro a cura del direttore artistico Antonio Monda, in collaborazione con L’Ambasciata degli Stati Uniti. Seguirà la proiezione di A Midsummer Night’s Dream, adattamento per il grande schermo della celebre commedia di William Shakespeare, filmata nell’autunno del 2013 durante l’applaudita prima teatrale da lei messa in scena con la fotografia di Rodrigo Pieto e con le musiche del premio Oscar® Elliot Goldenthal. Regista di film quali Frida e Across the Universe e della versione teatrale di “The Lion King”, con A Midsummer Night’s Dream Taymor prosegue il suo lungo lavoro di ricerca e sperimentazione tra teatro e cinema iniziato con Titus e Tempest.
LA STOFFA DEI SOGNI
Mercoledì 14 ottobre, il MAXXI ospiterà la proiezione de La stoffa dei sogni, il nuovo film di Gianfranco Cabiddu, autore fra i più significativi del cinema italiano, candidato ai David di Donatello e ai Nastri d'Argento come miglior regista esordiente per il film Disamistade. La stoffa dei sogni narra le vicende di una modesta compagnia di teatranti che naufraga con dei pericolosi camorristi sulle coste dell’Asinara, isola-carcere in mezzo al Mediterraneo. Attraverso questa storia si dipana, per assonanze, il tema profondo dell’arte nella vita dell’uomo: vengono alla luce i temi universali della colpa, della vendetta, del riscatto e del perdono. Nel cast Sergio Rubini ed Ennio Fantastichini.
ERA D’ESTATE
Giovedì 15 ottobre, preapertura della Festa del Cinema con Era d’estate di Fiorella Infascelli. La regista romana, che ha lavorato al fianco di Giuseppe e Bernardo Bertolucci, Pier Paolo Pasolini, Nanni Loy, e firmato pellicole presentate nei maggiori festival internazionali, da Cannes a Berlino, da Venezia a Locarno, racconta la permanenza presso l’isola dell’Asinara a cui furono costretti, nel 1985, i giudici Giovanni Falcone e Paolo Borsellino. Isolati per motivi di sicurezza, scrissero lì la maxi istruttoria per il processo alla mafia dell’anno successivo. Nel cast, Giuseppe Fiorello, Massimo Popolizio, Valeria Solarino, Claudia Potenza.


Il direttore artistico Antonio Monda e i membri del comitato di selezione – Mario Sesti (coordinatore artistico), Richard Peña, Giovanna Fulvi, Alberto Crespi, Alessia Palanti, Francesco Zippel – proporranno agli spettatori una breve ma suggestiva antologia di “film da amare”.
Ciascuno di loro ha individuato un film da vedere con curiosità e sorpresa o rileggere con consapevolezza per l’ennesima volta, la pellicola ideale che si vorrebbe scoprire nel proprio festival o quello che campeggia da anni, in prima fila, nella videoteca personale; ogni selezionatore condividerà con il pubblico il film che lo ha appassionato, discutendone con autori, attori e ospiti.
Antonio Monda
THE LAST TYCOON / GLI ULTIMI FUOCHI di Elia Kazan, Stati Uniti, 1976, 123’
Mario Sesti
ANCHE LIBERO VA BENE di Kim Rossi Stuart, Italia, 2006, 108’
Richard Peña
RIO 40 GRAUS / RIO, 40 GRADI di Nelson Pereira dos Santos, Brasile, 1955, 100’
Giovanna Fulvi
GǓLǏNG JIĒ SHÀONIÁN SHĀRÉN SHÌJIÀN / A BRIGHTER SUMMER DAY di Edward Yang, Taiwan,
1991, 237’ Alberto Crespi
TOSCA di Luigi Magni, Italia, 1973, 104’ Alessia Palanti
APRIMI IL CUORE di Giada Colagrande, Italia, 2002, 93’
Francesco Zippel
RACHEL RACHEL / LA PRIMA VOLTA DI JENNIFER di Paul Newman, Stati Uniti, 1968, 101’
Prima del film, verrà mostrato un omaggio a Stewart Stern prodotto da Studio Universal, il canale di cinema classico americano in onda su Mediaset Premium.

3 Linee di programma

WORK IN PROGRESS | HIDDEN CITY | RIFLESSIFilm


Accanto alla Selezione Ufficiale, la decima edizione della Festa del Cinema presenta tre linee di programma: Work in Progress, Hidden City, Riflessi.


Spazio dedicato a due interessanti progetti italiani in fase di realizzazione di cui la Festa svelerà le prime immagini. 2 di noi è il nuovo lavoro di Ivan Cotroneo, regista de La kryptonite nella borsa, presentato in concorso a Roma nel 2011, scrittore di successo e sceneggiatore premiato con il Globo d'Oro per Mine vaganti di Ferzan Özpetek. Luca Rea - autore di programmi d'intrattenimento come Stracult, Cocktail d’amore, Matinée, Isolati e Bla Bla Bla, regista e sceneggiatore di Lillo e Greg – The movie! e Cacao (2010) – presenta Liberi tutti, racconto della libera epopea delle emittenti televisive private a fine anni '70.
2 DI NOI di Ivan Cotroneo, Italia, 2015, 25’
Un tema di grande attualità raccontato in chiave di commedia: come l’insicurezza ci costringa a indossare delle maschere nella nostra vita lavorativa e sociale, come nessuno di noi riesca a essere veramente se stesso, tranne quando si trova al sicuro fra le pareti della sua casa, senza alcun testimone in vista. L’espediente narrativo attraverso il quale si racconta questo tema è quello di affidare ciascun ruolo della serie a due attori diversi, distanti anche per caratteristiche fisiche.
LIBERI TUTTI di Luca Rea, Italia, 2015, 60’
Materiali introvabili anche su Youtube, inediti e raccolti dalla mania collezionistica di Luca Rea, che, tramite il suo appassionato sguardo, ci guiderà attraverso la colorita Babele espressionistica delle emittenti televisive private alla fine degli anni settanta. Migliaia di ore per riscrivere la storia della tv italiana.


La Festa del Cinema presenta tre pellicole che esplorano la città di Roma, la sua natura più sorprendente, i personaggi meno noti e le storie da scoprire. Il viaggio parte dalla sorgente del fiume Tevere e giunge fino a Fiumara Grande.
TEVERE di Massimo Saccares, Italia, 2015, 64’
Un viaggio dalla sorgente alla foce, un fiume visto da dentro, raccontato da chi ancora lo vive e lo ama. Dalla nascita, Monte Fumaiolo, ai percorsi toscani e umbri, attraverso Roma, ponte Marconi (Pasolini e il suo rapporto con il fiume), fino a Fiumara Grande.
SHOWBIZ di Luca Ferrari, Italia, 2015, 75’
Le luci e i colori delle tv locali romane degli anni ottanta si accesero all’improvviso. Riccardo Modesti, Shultz, Stefano Natale e Massimo Marino vivono ancora nel ricordo di quel passato da protagonisti mai vissuto davvero. Le loro vite si muovono malinconicamente tra la solitudine delle proprie case e il rumore dei locali notturni della Capitale.
FILMSTUDIO MON AMOUR di Toni D'Angelo, Italia, 2015, 68’
Il documentario ricostruisce quarantacinque anni di attività del primo cineclub italiano, attraverso le personalità che lo hanno frequentato: registi, attori, manager, politici, critici.

RIFLESSI

Film


UNA MAGIA SARACENA

di Vincenzo Stango, Italia, 2015, 90’
RACING EXTINCTION di Louie Psihoyos, Stati Uniti, Cina, Hong Kong, Indonesia, Messico, Regno Unito, 2015, 90’
Il regista premio Oscar® per The Cove – che svelò al mondo lo spettacolo raccapricciante della mattanza dei delfini – riunisce un team di artisti e attivisti con l’obiettivo di mostrare al mondo immagini mai viste prima sul tema delle specie a rischio e dell’estinzione degli animali. Un viaggio attraverso 220 Paesi dopo il quale nessuno può ignorare cosa stiamo facendo a questo pianeta e ai suoi esseri viventi.
SWINGING ROMA di Andrea Bettinetti, Italia, 2015, 73’
La scena artistica degli anni sessanta nella Capitale. Un periodo storico irripetibile, dove in continue contaminazioni, pittura, cinema, letteratura si incrociano all’inseguimento dell’“anima” del momento. L’affresco di una città che per un decennio si è imposta come una delle capitali mondiali dell’arte.
WATATU di Nick Reding, Kenia, 2015, 88’
Yusuf e Salim, amici di vecchia data, si rincontrano a Mombasa dove il primo è venuto a lavorare come poliziotto. Un nipote di Salim, che per rabbia si affilia ad una comunità radicale islamica, e antiche rivalità tribali, li vedranno in difficoltà, su opposte sponde, affrontare morti e violenza. Realizzato dalla Safe, una compagnia specializzata nel rappresentare questi conflitti, vedrà questi temi messi in scena nella seconda parte del film e discussi davanti all'autentica comunità keniota che ne è protagonista.

  • shares
  • Mail