Mad Max 2, George Miller prende tempo: spero che il prossimo film sia privo di effetti speciali ed acrobazie

Niente Uomo d’Acciaio 2 e soprattutto niente Mad Max 2. Per ora. Il 70enne George Miller cerca ‘riposo filmico’

Premio Oscar grazie ad Happy Feet, il 70enne George Miller ha dato vita ad uno dei migliori film action del decennio, ovvero quel Mad Max: Fury Road costatogli tanta fatica, sudore e applausi. Incassati 374,736,354 dollari in tutto il mondo e annunciato 1° capitolo di una nuova trilogia, Mad Max potrebbe però dover ‘aspettare’ prima di veder sbarcare in sala l’atteso sequel, dallo stesso Miller già titolato ‘The Wasteland’. Il mese scorso ‘avvicinato’ alla regia de l’Uomo d’Acciaio 2, in realtà finito in un limbo produttivo da parte della Dc-Warner, il regista ha infatti confermato di essere stato contattato dalla Warner per dirigere un film Dc Comics, smentendo però che si trattasse di Man of Steel 2.

Anzi George, per non saper leggere ne’ scrivere, ha frenato via Digital Spy anche nei confronti di Mad Max: Wasteland. Un po’ a sorpresa.

[quote layout=”big”]
‘Spero che il mio prossimo film sia piccolo, senza effetti speciali e con non molte acrobazie’.[/quote]

Questo significa che per vedere Max Max 2 al cinema dovremo attendere. E neanche poco. La produzione del primo capitolo, d’altronde, è stata sfiancante, con mesi passati nel deserto, litigi sul set, riprese aggiuntive, budget sforato e quant’altro. Il regista australiano ha anche chiuso la porta in faccia ai cinecomic, anni dopo aver perso l’occasione di girare la sua Justice League, con la Warner che bloccò la produzione ad un passo dal via. Certo è che vista l’età non più giovanissima, Miller dovrà fare delle scelte nette. Perché Mad Max 2 e Mad Max 3 (o forse dovremmo dire 5 e 6) non possono aspettare all’infinito.

Fonte: Collider

Ultime notizie su Mad Max

Tutto su Mad Max →