Alien: Covenant darà il via ad una nuova trilogia prequel, lo conferma Ridley Scott

Alien: Covenant sarà il primo di tre film in programma che si collegheranno al classico Alien del 1979.

A quanto pare da oggi in poi dovremo considerare il prequel Prometheus un film a sé stante e probailmente non dovremmo considerare Alien: Covenant come un suo sequel. Il regista Ridley Scott dice che Alien: Covenant è il primo di una trilogia che sarà collegata direttamente al suo cult Alien del 1979, anche se avrà alcuni elementi e legami che condividerà con Prometheus come il ritorno nel film di Michael Fassbender che riprenderà il ruolo dell'androide David.

Ridley Scott è attualmente in Australia, dove ha iniziato la pre-produzione di Alien: Covenant. Il regista ha recentemente condiviso nuovi dettagli sul film, confermando che ci saranno altri due prequel a seguire. L'ultimo dei quali si incontrerà con l'inizio di Alien sfruttando l'approccio che si è già visto con L'alba del pianeta delle scimmie. Alien: Covenant sarà approcciato come una storia di origine e risponderà ad alcune delle domande fondamentali poste in Alien. Scopriremo chi ha creato la creatura aliena, da dove viene e perché.

E' una storia molto complessa Si tratta di una evoluzione di quello che ho fatto con Prometheus 1, Prometheus 1 è scaturito dalla frustrazione, avuta con Alien 1 nel 1979, di averne fatto solo uno. Io normalmente non faccio sequel, ma sono rimasto stupito che nei successivi tre film nessuno si fosse posto la domanda: "perché l'alieno, chi l'ha fatto e perché?". domande molto semplici. Così mi è venuta l'idea di Prometheus 1, che inizia ad indicare chi avrebbe potuto realizzarlo e da dove è venuto.

Alien: Covenant inizierà con un equipaggio interamente nuovo di viaggiatori spaziali che a bordo dell'astronave coloniale "Covenant" scopriranno che quello che credevano un paradiso inesplorato è in realtà è un mondo pericoloso e oscuro gestito da un unico abitante, l'androide David.

Quindi ora stiamo andando al livello successivo, che è la prossima evoluzione direttamente collegata con il primo che è rappresentata dallo Shaw di Michael Fassbender che ritroveremo in un duplice ruolo e che a sua volta evolverà. Quando ciò sarà finito ce ne sarà un altro e un altro ancora che proseguiranno la storia ed entreranno gradualmente dalla "porta posteriore" dell'Alien del 1979. Quindi in altre parole: perché lo Space Jockey era lì? E perché aveva un Alien dentro di lui? Queste domande troveranno una risposta.

Mentre Ridley Scott detestava fare sequel all'inizio della sua carriera, ora certamente sembra apprezzare la possibilità di ampliare una mitologia che egli stesso ha contribuito a creare, non solo preparando altri tre film di Alien, ma anche producendo un seguito del suo classico Blade Runner del 1982. Scott confessa che questo suo ripensamento sui sequel è stato ispirato dalla Disney e dal nuovo Star Wars.

Star Wars sarà un colosso. Perché pensi che sto facendo sequel.

Le riprese di Alien: Covenant prenderanno il via a marzo 2016 per una durata di 16 settimane. Nessun altro casting è stato annunciato in questo momento. Per quanto riguarda Noomi Rapace, il personaggio di Elizabeth Shaw tornerà, ma avrà solo un piccolo ruolo da svolgere in questo prossimo prequel, l'attrice apparirà brevemente in ciò che equivale a niente di più che un cameo.

Alien: Covenant debutta nei cinema il 6 ottobre 2017.

 

alien-covenant-dara-il-via-ad-una-nuova-trilogia-prequel-lo-conferma-ridley-scott.jpg

 

Fonte: THR

  • shares
  • Mail