Mamma ho perso l’aereo: il personaggio di John Candy era il diavolo?

Un fan teorizza che il personaggio di John Candy in “Mamma ho perso l’aereo” sia in realtà il diavolo.

Internet è il regno delle ipotesi più folli, intriganti e a volte inquietanti e stavolta s è riusciti a trasformare un classico per famiglie come Mamma ho perso l’aereo in qualcosa di un po’ più sinistro, con l’aggiunta della consueta quantità di sottotesto. Quella che vi proponiamo oggi è una teoria postulata da un fan che vede la possibilità che Gus Polinski, il Re della Polka del Midwest interpretato da John Candy, non sia altro che il diavolo in persona.

Sì avete letto bene, viene teorizzato che il leader dei Kickers Kenoska sia Lucifero o almeno questo è ciò che un utente del sito Reddit ha pensato dopo aver esaminato una scena fondamentale del blockbuster natalizio del 1990, trasformando quella che appare come una semplice scena con due persone che dialogano in qualcosa di sovrannaturale con il risultato di farla diventare una negoziazione satanica. A quanto pare la disperata richiesta di Kate McCallister di arrivare a vendere la sua anima al diavolo al fine di stare con suo figlio è stata ascoltata e sottoscritta dal personaggio di John Candy che, presumibilmente, è quello che viene chiamato un “Demone del crocevia”

Per farla breve, i demoni del crocevia stringono patti con gli esseri umani in cambio delle loro anime. Desiderate qualcosa nel nostro mondo? Questi demoni possono farlo accadere in cambio della dannazione eterna. Questa teoria è basata sul simbolismo di alcuni elementi che troviamo nella scena dell’aeroporto di Scranton a cominciare dal fatto che la scena si svolge ad un crocevia rappresentato dall’aeroporto e finendo con il fatto che a quanto pare il Diavolo abbia una predilezione per gli strumenti a fiato. Tutto ciò presumibilmente significa che Gus Polinski non sta solo cercando compagnia per il viaggio, ma sta celebrando una nuova acquisizione per la sua collezione di anime dannate.

Ora, se fossimo intenzionati a supportare questa teoria ci sono un altro paio di elementi che potrebbero sostenerla. Il primo fa riferimento al classico brano dei Rolling Stones, “Sympathy For The Devil”, che inizia con la famigerata frase: “Prego lasciate che mi presenti” molto simile a come Gus si rivolge a Kate. A ciò si aggiunge un’altra prova rappresentata dal fatto che in un altro film di John Hughes, Un biglietto in due, Candy interpreta un personaggio che in realtà è raffigurato proprio come Belzebù. potrebbero i due film ambientati durante festività esistere nello stesso universo con l’attore che interpreta in entrambi un demone in cerca di anime? E’ possibile, ma altamente improbabile.

Se si guarda la scena in aeroporto di Mamma ho perso l’aereo si nota che il Gus di John Candy inizia a prendere atto della sua potenziale preda quando ques’ultima afferma che lei sta cercando di arrivare a casa da suo figlio di otto anni. Se invece si guarda la scena per quella che è, qualsiasi ficcanaso in aeroporto potrebbe aver sentito l’appello poiché Kate alza un gran polverone per attirare l’attenzione, quindi questo in realtà più che apparire come il caso di un qualche intervento demoniaco, mostra un semplice cittadino preoccupato che sta cercando di aiutare un altro essere umano.

Visto che il più grande trucco che il diavolo abbia mai architettato è stato convincere il mondo che lui non esiste, ognuno è libero di vedere nella scena ciò che più gli aggrada nel medesimo modo in cui si approccia la Numerologia o le famigerate Teorie del complotto.

 

Scena dal film “Un biglietto in due”:

 

 

Fonte: Reddit / CinemaBlend