Oscar 2016 miglior sonoro: Il ponte delle spie, Mad Max Fury Road, Star Wars 7, The Martian, Revenant

Il prossimo 28 febbraio saranno annunciati i vincitori degli Oscar 2016. Scopri e vota con Blogo tutti i candidati alla categoria Miglior sonoro.

Prosegue la nostra carrellata sui candidati ai prossimi Oscar 2016 categoria per categoria, in un countdown che ci accompagnerà fino alla cerimonia di premiazione fissata per domenica 28 febbraio.

Archiviate le categorie Migliore scenografia, costumi, trucco e fotografia è il turno delle nomination per il Miglior sonoro.

Candidati di questa edizione il dramma biografico Revenant – Redivivo, il dramma storico Il ponte delle spie, il reboot post-apocalittico Mad Max: Fury Road, il sequel Star Wars: Il risveglio della Forza e il dramma fantascientifico Sopravvissuto - The Martian.

A seguire trovate un sondaggio in cui potete esprimere la vostra preferenza sulla categoria e una serie di schede su film e team degli effetti sonori candidati in questa ottantottesima edizione.

 

Andy Nelson, Gary Rydstrom e Drew Kunin per Il ponte delle spie


oscar-2016-miglior-sonoro-il-ponte-delle-spie-mad-max-fury-road-star-wars-7-the-martian-revenant-1.jpg

- Sono 6 in totale le candidature all'Oscar ricevute dal film di Steven Spielberg che vede protagonista Tom Hanks nei panni di un avvocato che si trova a negoziare la libertà di un pilota americano durante la crisi degli U-2 tra Stati Uniti d'America e Unione Sovietica durante la guerra fredda.

- Il team che ha curato il sonoro per Il ponte delle spie include Andy Nelson (nella foto), Gary Rydstrom e Drew Kunin.

- Andy Nelson che in questa edizione ha ricevuto una duplice nomination per Il ponte delle spie e Star Wars: episodio VII ha collezionato un totale di 17 nomination all'Oscar con due statuette vinte nel 1999 per Salvate il soldato Ryan e nel 2013 per Les Misérables. La altre nomination Nelson le ha ricevute come sound designer di Lincoln, War Horse, Avatar, il reboot Star Trek, Blood Diamond, il remake La guerra dei mondi, L'ultimo samurai, Seabiscuit, Moulin Rouge!, Insider, La sottile linea rossa, L.A. Confidential, Evita, Braveheart, Schindler's List e Gorilla nella nebbia.

- 18 le nomination all'Oscar collezionate da Gary Rydstrom con ben 7 statuette vinte per Terminator 2 (miglior sonoro e montaggio sonoro), Jurassic Park (miglior sonoro e montaggio sonoro), Titanic (miglior sonoro)  e Salvate il soldato Ryan (miglior sonoro e montaggio sonoro).

- Seconda candidatura all'Oscar per Drew Kunin dopo quella ricevuta nel 2013 per Vita di Pi. I crediti di Kunin come sound designer includono La tigre e il dragone, il cinecomic Hulk di Ang Lee, I segreti di Brokeback Mountain, Zodiac, Mangia prega ama e Interstellar.

 

 

Chris Jenkins, Gregg Rudloff e Ben Osmo per Mad Max: Fury Road


oscar-2016-miglior-sonoro-il-ponte-delle-spie-mad-max-fury-road-star-wars-7-the-martian-revenant-6.jpg

- Sono 10 in totale le candidature ricevute dal film di George Miller che ha definito il suo quarto "Mad Max" non un remake o reboot, bensì una rivisitazione della celebre saga sci-fi ambientata in un devastato futuro post-apocalittico.

- Il team che ha curato il sonoro di Mad Max: Fury Road è composto da Chris Jenkins, Gregg Rudloff (nella foto) e Ben Osmo.

- Sono 5 le nomination all'Oscar collezionate da Chris Jenkins con due statuette vinte per La mia Africa e L'ultimo dei Mohicani. Le altre due candidature Jenkins le ha ricevute per il sonoro di due film live-action tratti da fumetti: Dick Tracy e Wanted - Scegli il tuo destino.

- Gregg Rudloff ha collezionato 7 nomination all'Oscar con due statuette vinte nel 1990 per Glory - Uomini di gloria e nel 2000 per Matrix. Le altre candidature di Rudloff includono La tempesta perfetta, Flags of Our Fathers, Argo e American Sniper.

- Prima candidatura all'Oscar per Ben Osmo che ha collaborato in veste di fonico (sound recordist) ad oltre una quarantina di pellicole tra cui La tela di Carlotta, Babe - Maialino coraggioso, Ballroom - Gara di ballo, Ore 10: calma piatta. Osmo ha anche curato il sonoro dell'avventura Disney Quando gli elefanti volavano.

 

 

Andy Nelson, Christopher Scarabosio e Stuart Wilson per Star Wars: Il risveglio della Forza


oscar-2016-miglior-sonoro-il-ponte-delle-spie-mad-max-fury-road-star-wars-7-the-martian-revenant-7.jpg

- Sono 5 in totale le nomination collezionate dal settimo capitolo della saga Star Wars diretto e co-sceneggiato da JJ Abrams. Il film è ambientato trent'anni dopo gli eventi narrati nel sequel "Il ritorno dello Jedi" e vede il ritorno di parte del cast principale della trilogia originale inclusi Harrison Ford, Carrie Fisher e Mark Hamill.

- Il team che ha curato il sonoro di Star Wars: Episodio VII include Andy Nelson, Christopher Scarabosio (nella foto) e Stuart Wilson.

- Andy Nelson che in questa edizione ha ricevuto una duplice nomination per Star Wars: episodio VII e Il ponte delle spie ha collezionato un totale di 17 nomination all'Oscar con due statuette vinte nel 1999 per Salvate il soldato Ryan e nel 2013 per Les Misérables. La altre nomination Nelson le ha ricevute come sound designer di Lincoln, War Horse, Avatar, il reboot Star Trek, Blood Diamond, il remake La guerra dei mondi, L'ultimo samurai, Seabiscuit, Moulin Rouge!, Insider, La sottile linea rossa, L.A. Confidential, Evita, Braveheart, Schindler's List e Gorilla nella nebbia.

- Seconda nomination all'Oscar per Christopher Scarabosio dopo quella ricevuta nel 2008 per Il petroliere. I crediti di Scarabosio come sound designer includono i film d'animazione Cattivissimo me 2 e Minions e i sequel Indiana Jones e il regno del teschio di cristallo e Pirati dei Caraibi - Ai confini del mondo.

- Terza nomination all'Oscar per Stuart Wilson dopo quelle ricevute per War Horse e 007 - Skyfall. Tra i crediti di Wilson in veste di fonico e tecnico del suono includono il thriller fantascientifico Edge of Tomorrow - Senza domani, il thriller apocalittico con zombie World War Z, due capitoli della saga di Harry Potter ("Il principe mezzosangue" e "I doni della morte"), il live-action Cenerentola e il recente adattamento Macbeth con Michael Fassbender.

 

 

Paul Massey, Mark Taylor e Mac Ruth per Sopravvissuto - The Martian


oscar-2016-miglior-sonoro-il-ponte-delle-spie-mad-max-fury-road-star-wars-7-the-martian-revenant-8.jpg

- Sono 7 in totale le nomination ricevute dal film di Ridley Scott basato sul romanzo "L'uomo di Marte" di Andy Weir. Il film che vede protagonista l'astronauta Mark Watney, interpretato da Matt Damon, che dato per morto viene lasciato su Marte e racconta la sua lotta per la sopravvivenza e gli innumerevoli sforzi per salvarlo e riportarlo a casa.

- Il team che ha curato il sonoro di Sopravvissuto - The Martian include Paul Massey, Mark Taylor (nella foto) e Mac Ruth.

- Settima candidatura all'Oscar e nessuna statuetta vita per Paul Massey che ha ricevuto nomination anche per Vento di passioni, Air Foce one, Master and Commander, il biopic Quando l'amore brucia l'anima, il sequel Pirati dei Caraibi - La maledizione del forziere fantasma e il remake western Quel treno per Yuma.

- Seconda candidatura all'Oscar per Mark Taylor dopo quella ricevuta nel 2013 per Captain Phillips. Taylor ha collaborato ad una ottantina di pellicole tra cui ricordiamo Trainspotting, Big Fish, Alien vs. Predator, Troy, 007- Casino Royale, La bussola d'oro, Harry Potter e l'Ordine della Fenice, Sherlock Holmes, Scontro tra titani e Exodus - Dei e re.

- Prima candidatura all'oscar per Mac Ruth, tra i suoi crediti Hercules: il guerriero, World War Z, Hansel & Gretel - Cacciatori di streghe, Underworld, L'ultimo dei templari, Hellboy: The Golden Army.

 

 

Jon Taylor, Frank A. Montaño, Randy Thom e Chris Duesterdiek per Revenant - Redivivo


oscar-2016-miglior-sonoro-il-ponte-delle-spie-mad-max-fury-road-star-wars-7-the-martian-revenant-9.jpg

- Sono 12 in totale le nomination ricevute dal film di Alejandro González Iñárritu. Parzialmente ispirato alla vita del cacciatore di pelli Hugh Glass il film ci racconta di come Glass, interpretato da Leonardo DiCaprio, durante una spedizione venne abbandonato in fin di vita dai suoi compagni dopo l'attacco di un orso riuscendo nonostante le gravi ferite a sopravvivere.

- Il team che ha curato il sonoro di Revenant - Redivivo include Jon Taylor, Frank A. Montaño, Randy Thom (nella foto) e Chris Duesterdiek.

- Terza candidatura all'Oscar per Jon Taylor e seconda ricevuta grazie alla collaborazione con il regista Alejandro González Iñárritu. Le altre due candidature Taylor le ha ricevute entrambe lo scorso anno per Birdman e il dramma biografico Unbroken di Angelina Jolie. Altri crediti di Taylor includono il quinto, sesto e settimo film della serie Fast & Furious, il biopic musicale Straight Outta Compton e il musical Rock of Ages.

- Ottava candidatura e nessuna statuetta vinta per Frank A. Montaño. Le altre candidature per il miglior sonoro ricevute da Montaño includono Trappola in alto mare, Il fuggitivo, Sotto il segno del pericolo, Batman Forever, Wanted - Scegli il tuo destino, Unbroken e Birdman.

- 15 nomination e 3 premi Oscar vinti da Randy Thom per Uomini veri (miglior sonoro) e il film d'animazione Gli Incredibili (miglior sonoro e montaggio sonoro). Le altre candidature di Thom includono Forrest Gump, i film d'animazione Ratatouille e Polar Express e il fantascientifico Contact.

- Prima candidatura all'Oscar per Chris Duesterdiek che in veste di fonico e tecnico del suono ha curato oltre una quarantina di pellicole tra cui Notte al museo - Il segreto del faraone, il settimo figlio, Underworld - Il risveglio e la comedy live-action Sansone.

 

 

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail