Tre cuori in affitto: arriva un film ambientato negli anni '70

New Line annuncia che gli sceneggiatori di "La verità è che non gli piaci abbastanza" scriveranno il film basato sulla sit-com "Tre cuori in affitto".

New Line Cinema ha ripescato una celeberrima sit-com anni '70/'80 per trasformarla in un nuovo potenziale franchise comedy. Lo studio è pronto a portare Tre cuori in affitto sul grande schermo e questo adattamento sarà ambientato negli anni '70 scelta che rispetterà la linea temporale originale. New Line è attualmente in trattative per acquisire i diritti della serie tv originariamente in onda sulla ABC per otto stagioni dal 1977 al 1984 e trasmessa in Italia negli anni '80 su Rete 4.

Abby Kohn e Marc Silverstein stanno scrivendo la sceneggiatura di questo adattamento, il duo ha scritto la commedia romantica La verità è che non gli piaci abbastanza. Secondo il sito THR è il produttore veterano Robert Cort che si sta occupando del ​​progetto, Cort è noto per aver prodotto diverse comedy di successo tra cui Cocktail con Tom Cruise e Se scappi ti sposo con Julia Roberts.

Tre cuori in affitto ha debuttato negli States nel 1977 e fu un successo immediato, rimanendo nella top ten degli ascolti per la maggior parte delle sue 8 stagioni. La sit-com ha chiuso i battenti nel 1984. La storia segue due ragazze single che vivono in affitto a Santa Monica che decidono di condividere l'appartamento con un coinquilino uomo. Vista la resistenza dei padroni di casa ad un convivenza potenzialmente scandalosa, il trio decide di far finta che l'uomo sia gay scatenando una serie di tragicomiche gag affinché l'inganno non venga scoperto.

John Ritter era il coinquilino Jack Tripper, uno chef in carriera. Le sue coinquiline erano interpretate da Joyce DeWitt e Suzanne Somers. Dewitt ha interpretato il ruolo della fioraia Janet mentre la Somers è diventato un sex-symbol in tutto il mondo per il ruolo della  svanita segretaria Chrissy Snow. Suzanne Somers ha poi lasciato la serie mentre era ancora in onda per una disputa contrattuale e sarà sostituita prima da Jenilee Harrison e poi da Priscilla Barnes.

La sit-com era un remake della sit-com britannica Un uomo in casa (Man About the House). Nella versione aggiornata degli anni '70, Jack, Janet e Chrissy erano per lo più impegnati a nascondere il loro inganno ai proprietari, i coniugi Roper, interpretati da Norman Fell e Audra Lindley. la sit-com ebbe un tale successo da generare un primo spin-off nel 1979, I Roper remake della sitcom britannica George e Mildred (a sua volta spin-off di Un uomo in casa) che seguiva Helen e Stanley Roper che vendono il loro stabile per trasferirsi nei quartieri alti. La serie durò due stagioni con la seconda segnata dal confronto con la serie della NBC CHiPs che causò un crollo degli ascolti e la cancellazione dello spin-off.

Nel 1985 venne lanciato un secondo spin-off dal titolo Tre per tre (remake della serie britannica Il nido di Robin) che vedeva protagonista il personaggio di Jack Tripper. Tre per tre purtroppo al termine della prima stagione si rivelò un grande insuccesso rispetto agli ascolti di Tre cuori in affitto e venne cancellato e sostituito da Il mio amico Arnold.

Tre cuori in affitto è solo l'ultimo di una serie di adattamenti di serie tv che su grande schermo nel corso degli anni, tranne qualche rara eccezione, sono rimasti progetti "singoli" vedi Hazzard (incasso 111 milioni), Starsky & Hutch (incasso 170 milioni) e A-Team (incasso 177 milioni). Paramount Pictures sta attualmente girando una versione per il grande schermo di Baywatch, che sarà una commedia d'azione vietata ai minori con Dwayne Johnson e Zac Efron mentre Dax Shepard sta realizzando un remake della serie tv CHiPs attualmente in post-produzione. L'eccezione a cui facevamo riferimento riguardo agli adattamenti da serie tv è 21 Jump Street che si è dimostrato un grande successo per la Sony Pictures, che dopo il sequel 22 Jump Street ha appena annunciato che il terzo film della saga sarà un crossover con Men in Black chiamato MIB 23.

 

tre-cuori-in-affitto-arriva-un-film-ambientato-negli-anni-70.jpg

 

Fonte: Movieweb

 

 

  • shares
  • Mail