Blair Witch: il regista del film originale entusiasta del sequel di Adam Wingard

Eduardo Sanchez, uno dei co-direttori di "The Blair Witch Project", ha recentemente condiviso i suoi pensieri sul sequel a sorpresa del suo film.

blair-witch-2-il-regista-del-film-originale-entusiasta-del-sequel.jpg

 

Eduardo Sanchez, co-regista di The Blair Witch Project, durante un'ospitata sul podcast Found Footage Files ha elogiato il sequel Blair Witch di Adam Wingard.

E' Blair Witch all'ennesima potenza. E' davvero spaventoso e l'ultima parte è semplicemente pazzesca. Non vi mollerà un secondo. Sono davvero felice di averne fatto parte...è una sorta di evoluzione del genere found-footage davvero grande. E' davvero, davvero ben radicato nell'originale e penso che i fan dell'originale ne andranno matti. E' qualcosa di subito riconoscibile...è quasi come qualcosa di familiare, come una specie di deja vu, ma poi si trasforma in un...come dire... prende il nostro film e ne scardina gli elementi e li stravolge in un modo veramente veramente buono.

Blair Witch è diretto da Adam Wingard, regista dei thriller You're Next e The Guest. Lionsgate aveva inizialmente pubblicizzato il film come The Woods, ma poi nel corso di una proiezione al Comic-Con di San Diego hanno cambiato il titolo e rivelato a sorpresa che il film era un sequel del classico horror del 1999.

Blair Witch segue un gruppo di studenti universitari che si avventura nella Foresta delle Black Hills nel Maryland per scoprire i misteri che circondano la scomparsa della sorella di James, che molti credono sia collegata alla leggenda della strega di Blair. All'inizio il gruppo è fiducioso, specialmente quando una coppia di locali si offre di fare da guida attraverso i boschi oscuri e tortuosi, ma mentre la notte infinita si prolunga, il gruppo viene visitato da una presenza minacciosa. Lentamente, iniziano a rendersi conto che la leggenda è fin troppo reale e più sinistra di quanto avrebbero mai potuto immaginare.

 

Fonte: Dread Central

 

  • shares
  • Mail