Venezia 2017: Leone d'Oro a The Shape of Water, tutti i vincitori

Festival di Venezia 2017: al regista messicano va il massimo premio della Mostra, giunta alla sua settantaquattresima edizione

img_0124.jpg

Un Palmarés un po' a sorpresa se vogliamo. Chi vi scrive immaginava avrebbero prevalso logiche di altro tipo, perciò, come da pronostici, ci si aspettava più Cina, giusto per dirne una. Invece la Giuria presieduta da Annette Bening ha rotto quello che praticamente stava diventando un tabù, ossia assegnare il massimo premio ad un film americano per il grande pubblico.

Certo, con del Toro parlare di «grande pubblico» senza contestualizzare lascia un po' il tempo che trova, solo che non è questo il momento di tirare le somme, alle quali, come sempre, vi rinviamo ad un successivo intervento. Di seguito intanto ecco tutti i premi dell'edizione numero 74 della Mostra d'Arte Internazionale del Cinema di Venezia.

Concorso Venezia 74

Leone d'Oro: The Shape of Water, di Guillermo del Toro

Gran Premio della Giuria: Foxtrot, di Samuel Maoz

Leone d'Argento per la Miglior Regia: Xavier Legrand per Jusqu'à la garde

Coppa Volpi per la migliore interpretazione femminile: Charlotte Rampling per Hannah

Coppa Volpi per la migliore interpretazione maschile: Kamel El Basha per The Insult

Premio Osella per la Miglior Sceneggiatura: Martin McDonagh per Three Billboards Outside Ebbing, Missouri

Premio Speciale della Giuria: Sweet Country, di Warwick Thornton

Premio Marcello Mastroianni: Charlie Plummer per Lean on Pete

Orizzonti

Premio per il Miglior Film: Nico, 1988, di Susanna Nicchiarelli

Premio per la Migliore Regia: Vahid Jalilvand per Bedoune Tarikh, Beroune Emza

Premio Speciale della Giuria Orizzonti: Caniba

Miglior interpretazione femminile: Lyna Khoudri per Les bienheureux

Miglior interpretazione maschile: Navid Mohammadzadeh per Bedoune Tarikh, Beroune Emza

Miglior sceneggiatura: Los versos del olvido, di Alireza Khatami

Miglior cortometraggio: Gros Chagrin, di Céline Devaux

Leone del Futuro - Premio Miglior Opera Prima Luigi De Laurentiis: Jusqu'à la garde, di Xavier Legrand

Venezia Classici

Miglior restauro: Va' e vedi, di Elem Klimov

Miglior documentario sul cinema: The Prince and The Dybbuk, di Elwira Niewiera e Piotr Rosolowski

Venice Virtual Reality

Miglior VR: Arden's Wake, di Eugene YK Chung

Migliore esperienza VR: La camera insabbiata, di Laurie Anderson e Hsin-Chien Huang

Migliore storia VR: Bloodless, di Gina Kim

  • shares
  • Mail