Matthew Vaughn abbandona X-Men: Days of Future Past – torna Brian Singer – è ufficiale

Brutte notizie per i fan di X-Men. Matthew Vaughn abbandona il sequel

Update – 31 ottobre: dopo i rumor dei giorni scorsi, l’attesa ufficialità. Brian Singer torna a dirigere gli X-Men, 13 anni dopo il primo storico capitolo. Perso per strada Matthew Vaughn, comunque rimasto in cabina di produzione, proprio Singer, tra i produttori di X-Men: L’Inizio, ha detto sì all’atteso reunion con i suoi amati mutanti, 10 anni dopo X-Men 2. X-Men: Days of Future Past, confermato in sala per il 18 luglio del 2014, sarà sceneggiato da Simon Kinberg e Lauren Shuler Donner.

La doccia fredda che ha del clamoroso. Matthew Vaughn abbandona la regia di X-Men: Days of Future Past, atteso sequel dell’ottimo X-Men: L’Inizio. Le motivazioni, al momento, non si conoscono. Il ‘padre’ del Kick-Ass cinematografico avrebbe sbattuto la porta in faccia alla Fox per divergenze creative, anche se stride il sì già concordato con la stessa major per un altro titolo, ovvero Secret Service.

Certo è che il suo addio mette fretta alla Fox, ritrovatasi con il cerino in mano come già avvenuto un anno e mezzo fa quando Darren Aronofsky abbandonò il progetto Wolverine. Annunciato al cinema per il 18 luglio del 2014, X-Men: Days of Future Past potrebbe quindi tornare in mano a Brian Singer, regista e sceneggiatore dei primi due capitoli legati ai supereroi mutanti, e produttore di X-Men: L’Inizio.

Per ora si parla di semplici indiscrezioni, ma certo è che fa innegabilmente rumore la fuga di Vaughn, confermatissimo in cabina di regia e riuscito due anni fa a rilanciare un franchise con un ottimo reboot. Attendiamo ulteriori sviluppi.

Ultime notizie su Sequel

Tutto su Sequel →