Nightmare compie 35 anni: curiosità e recensione del cult horror di Wes Craven

Blogo celebra i 35 anni del "Nighmare" di Wes Craven, debutto sul grande schermo dell'icona horror Freddy Krueger.

35 anni or sono, il 9 novembre 1984, usciva nei cinema americani Nightmare - Dal profondo della notte (Nightmare on Elm Street), uno dei cult horror più popolari di sempre che oltre a lanciare l'icona horror Freddy Krueger ha dato il via ad un franchise e ad un seguito paragonabili a quelli di Halloween e Venerdì 13.

Guardando oggi l'originale "Nightmare" ci si rende conto del grande talento e della capacità di gestire budget inadeguati di alcuni registi che negli anni '80 hanno segnato con i loro film hanno segnato tappe fondamentali per il cinema horror. Il compianto Wes Craven, scomparso nel 2015, ha realizzato un film fornito di complesse sequenze con effetti speciali senza avere mai la certezza di riuscire a portare a casa il film finito, con il produttore e fondatore di New Line Cinema Robert Shaye che si è speso anima e corpo per reperire di volta in volta quella quota di finanziamenti che avrebbero permesso alla troupe di proseguire le riprese e di regalare ai fan quello che sarebbe diventato  un classico del cinema horror, capace di miscelare slasher e sovrannaturale in una modalità inconsueta e mai tentata prima.

Oltre alla bravura di Craven, l'altro elemento che ha reso l'originale "Nightmare" capace di funzionare oltre le attese è stata l'interpretazione di Robert Englund, che esordisce letteralmente sepolto sotto un pesante make-up che lo costringe ad enfatizzare la sua recitazione, e a sfruttare voce e postura per far emergere la sua peculiare caratterizzazione. Interpretazione che vedremo poi sviluppata e arricchita con massicce dosi di humour nero nel sequel Nightmare 2 - La rivincita dove Freddy irrompe nella realtà. In questo primo sequel Englund può finalmente sfruttare la sua peculiare espressività grazie al mago degli effetti speciali Kevin Yagher e all'utilizzo di un trucco prostetico sempre più leggero e performante. Se l'originale "Nightmare" è da considerarsi il debutto di "Fred Krueger", il sequel "Nightmare 2" e in seguito "Nightmare 3" porranno le basi affinché Fred diventi la sarcastica e letale icona horror / pop "Freddy", non molto amata da tutti gli estimatori di Craven e dal regista stesso, ma che di fatto è la versione che ha reso Englund tanto popolare.

"Nightmare" si svolge in parte in una dimensione onirica creata da Freddy per uccidere le sue vittime e la peculiarità del film è proprio l'approccio di Craven al sogno o meglio all'incubo, che non presenta uno scenario altro facilmente distinguibile, come accade nei film successivi dove Freddy si cimenta con incubi "a tema" o palesemente riconoscibili quanto tali, ma nel film di Craven si passa dal reale all'onirico quasi senza soluzione di continuità, creando incubi talmente vividi da essere confusi con la realtà, aumentando così il disagio dello spettatore che cresce insieme allo spaesamento in crescendo della protagonista Nancy Thompson interpretata dall'attrice Heather Lagerkamp affiancata da un Johnny Depp esordiente. Il casting di Lagerkamp, bellezza per nulla non tradizionale, fu una scelta davvero ben ponderata, tanto che Craven nell'incipit del film cerca di sviare lo spettatore lasciandogli credere che sia invece la Tina di Amanda Wyss la protagonista del film, tranne per poi scoprire che è invece la prima vittima di Freddy.

Recentemente abbiamo recensito l'originale Terminator per i 35 anni dall'uscita nelle sale, e come il film di James Cameron è stato una tappa fondamentale per il cinema di fantascienza, "Nightmare" a suo modo ha segnato una tappa fondamentale per quanto riguarda l'immaginario horror e la sua "hall fame" di iconici serial-killer, ma il film di Craven è anche uno di quei titoli da inserire in una ideale top 10 dei migliori film horror di sempre, accanto a classici immarcescibili come L'esorcista e Shining.

 

Curiosità sul film




  • New Line Cinema è stata salvata dalla bancarotta dal successo del film con lo studio che è stato scherzosamente soprannominato "The House that Freddy Built".

  • Durante le riprese sono stati utilizzati oltre 500 galloni (1892 litri) di sangue finto.

  • Robert Englund si è tagliato la prima volta quando ha provato il famigerato guanto Freddy.

  • Il film è stato girato in trenta giorni.

  • Wes Craven ha avuto l'idea di base del film da una serie di articoli sul "Los Angeles Times" per un periodo di tre anni, su un gruppo di rifugiati del sud-est asiatico della tribù Hmong, molti dei quali erano morti in preda ad orribili incubi. Il gruppo era arrivato negli Stati Uniti per sfuggire al regno omicida di Pol Pot, e nel giro di un anno dall'arrivo, tre uomini erano morti tutti in situazioni simili. I risultati dell'autopsia hanno rivelato che non erano morti per insufficienza cardiaca, ma erano semplicemente morti. Fu questa incapacità di trovare una causa di morte che incuriosì tanto Craven.

  • Il guanto originale fu successivamente utilizzato in Nightmare 2 - La rivincita (1985), e fu anche visto appeso ad un muro in La casa 2 (1987). Questo "cameo" era stato in risposta all'uso del film La casa (1981) su uno schermo televisivo nell'originale Nightmare, e parte di un continuo sfottò tra i registi Wes Craven e Sam Raimi. Tuttavia quando Wes Craven prestò il guanto per girare Nightmare 3 - I guerrieri del sogno (1987) andò perso e si dice che sia attualmente in possesso dell'agente di Robert Englund.

  • Nella sceneggiatura originale, Freddy era un molestatore di bambini. Tuttavia è stata presa la decisione di trasformarlo in un killer di bambini per evitare accuse di sfruttamento di una serie di molestie su minori in California durante il periodo della produzione. È stato riscritto come molestatore di bambini nel remake del 2010 con Jackie Earle Haley.

  • Heather Langenkamp ha battuto oltre duecento attrici per il ruolo di Nancy Thompson, tra cui Jennifer Grey, Demi Moore, Courteney Cox, Tracey Gold e Claudia Wells.

  • Il make-up per trasformare Robert Englund in Freddy richiedeva tre ore per l'applicazione giornaliera.

  • L'ispirazione per il personaggio di Freddy proviene da diverse fonti riconducibili all'infanzia di Wes Craven. Fred Krueger era un suo compagno di scuola, con il quale aveva condiviso un percorso per la consegna dei giornali e che lo aveva reso vittima di bullismo per diversi anni. In L'ultima casa a sinistra (1972), Craven usò anche questa esperienza come ispirazione, chiamando il cattivo Krug. L'aspetto di Freddy (in particolare i vestiti e il cappello sporchi) è stato ispirato da un vagabondo, che fissò Craven attraverso la sua finestra quando il regista aveva dieci anni.

  • L'idea originale di Wes Craven per Freddy Krueger era considerevolmente più raccapricciante, con i denti a vista attraverso la carne della mascella, il pus che fluiva da piaghe e una parte del cranio a vista. Il truccatore David B. Miller sosteneva che un attore non poteva essere truccato in modo convincente in quel modo e che un pupazzo sarebbe stato difficile da filmare e non si sarebbe mescolato bene con attori reali, quindi alla fine queste idee furono abbandonate.




  • Tutte le riprese del locale caldaie del film sono state girate nel seminterrato dell'ex carcere di Lincoln Heights a Los Angeles, dove sono state girate anche alcune scene di L.A. Confidential. L'acesso alla location venne poi vietato poco dopo la conclusione delle riprese di Nightmare e a causa degli alti livelli di amianto.

  • Uno dei motivi principali per cui è stato scelto Johnny Depp è perché la figlia di Wes Craven pensava che fosse "da sogno".

  • Wes Craven ha rivelato che Robert Englund non era la prima scelta per il ruolo di Fred Krueger. Inizialmente Craven voleva uno stuntman per la parte, ma dopo aver testato diversi stuntmen, si rese conto di aver bisogno di un attore.

  • La prima volta che vediamo Freddy nel film, non viene interpretato da Robert Englund, ma dallo specialista in effetti speciali Charles Belardinelli, poiché Belardinelli era l'unico che sapeva esattamente come assemblare il guanto e inserire le lame.

  • L'idea alla base del guanto è di Wes Craven, poiché il regista voleva dare al personaggio un'arma unica, ma anche qualcosa che potesse essere fabbricata a basso costo e che non sarebbe stata difficile da usare o trasportare. All'epoca studiava le paure primordiali insite nel subconscio di persone di tutte le culture e scoprì che una di quelle paure è l'attacco di artigli di animali. Nello stesso periodo, vide il suo gatto sguainare gli artigli e i due concetti si sono fusi, sebbene nella sceneggiatura originale le lame fossero coltelli da pesca, non coltelli da bistecca come nel film finito.

  • Robert Englund ha basato la fisicità di Freddy sull'interpretazione di Klaus Kinski in Nosferatu - Il principe della notte di Werner Herzog (1979). Englund ha raccontato che nella sua mente il retroscena di Freddy era basato su qualcosa della sua infanzia. Il giorno di San Valentino, quando Englund era a scuola, tutti in classe si scambiavano biglietti di auguri, ma c'era un ragazzo che non riceveva biglietti da nessuno. Englund ipotizzò che questo ragazzo sarebbe diventato Freddy.

  • Il film che Nancy guarda in televisione quando si addormenta nella sua camera da letto è La casa (1981) di Sam Raimi.

  • L'indirizzo fittizio della casa nel film è "1428 Elm Street". La casa reale in cui hanno avuto luogo le riprese, si trova a Los Angeles, in California, sulla 1428 North Genesee Avenue. I numeri "1428" sul lato della casa furono rubati e mai restituiti.

  • Elm Street prende il nome da Elm Street a Wheaton, nell'Illinois, dove Wes Craven frequentò il college.

  • L'effetto scintillante del guanto visto durante il film è stato ottenuto attaccando il guanto alla batteria di un'automobile. Il famoso rumore di raschiatura è stato creato graffiando con un coltello da bistecca sul lato inferiore di una sedia di metallo.

  • Nella sceneggiatura originale, il famoso maglione rosso e verde di Freddy era rosso e giallo (basato sui colori indossati da Plastic Man, che, come Freddy, poteva cambiare forma). Tuttavia quando Wes Craven lesse un articolo su "Scientific American" nel 1982 in cui si diceva che i due colori più contrastanti alla retina umana erano il rosso e il verde, decise di modificare i colori.




  • Wes Craven ha scritto la sceneggiatura e l'ha presentata nel 1981 per cercare di venderla ad un grande studio, ma nessuno la voleva. Ha detto che "è volato in giro" per tre anni fino a quando New Line Cinema l'ha acquisita.

  • L'artista degli effetti speciali per il trucco David B. Miller ha basato la deturpazione di Freddy sulle fotografie delle vittime di ustioni che ha visto nel Centro medico dell'università UCLA.

  • Charlie Sheen, John Cusack, Brad Pitt, Kiefer Sutherland, Nicolas Cage e C. Thomas Howell sono stati tutti considerati per il ruolo di Glen andato poi a Johnny Depp.

  • Nella scena in cui i sogni di Nancy vengono "esaminati", quando i suoi capelli diventano bianchi, l'infermiera è interpretata dall'ex moglie di Wes Craven, Mimi Craven.

  • Freddy Krueger è stato progettato da Wes Craven per essere il tipico serial killer "silenzioso", come Jason Voorhees e Michael Myers. Tuttavia, nei sequel, Freddy ha sviluppato una personalità sfacciata che gli ha permesso di essere un cattivo che utilizza humour nero.

  • Wes Craven aveva aiutato Sean S. Cunningham a girare alcune scene di Venerdì 13 (1980). A sua volta Cunningham ha diretto alcune scene di Nightmare verso la fine della produzione, quando diverse unità stavano lavorando contemporaneamente.

  • Charlie Sheen era interessato al ruolo di Glen, ma secondo il produttore Robert Shaye, voleva più denaro di quanto la produzione potesse permettersi.

  • Amanda Wyss stava distribuendo caramelle a casa di sua madre ad Halloween dopo l'uscita del film e fu sorpresa nel vedere così tanti ragazzini vestiti da Freddy. Alla fine ha detto a uno di loro di aver interpretato "Tina" nel film, ma lui non le ha creduto.

  • L'unico film di "Nightmare" in cui Freddy non ha strisce sulle maniche del suo famigerato maglione.

  • Un'altra fonte per il film è un cortometraggio del 1968 realizzato da alcuni studenti di Wes Craven all'epoca insegnante alla Clarkson University. Il film era una parodia dei film horror contemporanei.

  • Roy Scheider è stato considerato per il ruolo del tenente Thompson, ma lo ha rifiutato poiché impegnato a girare 2010 - L'anno del contatto (1984).

  • Questo film insieme al resto dei sequel, escluso Nightmare - Nuovo incubo (1994) e Nightmare (2010), si svolgono nello stesso universo dei film di Venerdì 13 (1980).




  • Il poster sulla porta della camera da letto di Glen quando entra sua madre è della band britannica dei Madness, usata per la copertina del loro singolo "Grey Day".

  • Il wrestler professionista Frightmare (Stephen Delicato) ha una mossa chiamata "Frightmare on Elm Street".

  • Wes Craven aveva pianificato di girare un film alla fine degli anni '70 con Linda Blair nei panni di Nancy.

  • Robert Englund e Lin Shaye sono apparsi insieme in Nightmare - Nuovo incubo (1994), Wish You Were Dead (2001) e 2001 Maniacs (2005).

  • In Nightmare, la porta d'ingresso della casa era blu e la decappottabile era rossa. Nella parte 2, il colore della porta d'ingresso era rosso e la convertibile era blu.

  • Freddy ha molto in comune con gli altri iconici cattivi dell'orrore. Come Michael Myers e Jason tende a braccare principalmente adolescenti promiscui. È come Pennywise, il demone clown di IT, che si nutre di paura ed entra nei sogni delle persone. È anche simile a Candyman con cui condivide la capacità di entrare nei sogni delle persone, il fatto di essere stato linciato dalla comunità, morte violenta che lo ha fatto risorgere in una forma di spirito malvagio, e di usare come arma una mano uncinata.

  • Freddy Krueger ha meno di sette minuti di tempo totale sullo schermo.

  • La scena in cui Freddy viene dato alle fiamme, insegue Nancy in cima alle scale, scende di nuovo e ricomincia da capo, è stata tutta filmata in un'unica ripresa, utilizzando diverse macchine da presa, ed è stata la scena di fuoco più elaborata mai filmata all'epoca. Lo stuntman Anthony Cecere per la scena ha vinto un premio per la migliore sequenza di stunt dell'anno.

  • Nella sceneggiatura originale il film aveva un lieto fine. Nancy uccide Krueger smettendo di credere in lui, poi si sveglia e scopre che tutto ciò che è accaduto nel film è stato un lungo incubo. Quindi saluta sua madre e va a scuola con i suoi amici. Tuttavia il produttore Robert Shaye voleva un finale aperto per potenziali sequel. Così ha suggerito di ingannare il pubblico nel pensare che Krueger sia stato sconfitto, solo per rivelare che la scena finale stessa è in realtà un incubo, e quindi finire il film con Freddy che guida la macchina e i ragazzi che urlano al suo interno. Wes Craven odiava questo finale, e alla fine furono girati quattro finali: il lieto fine di Craven, il "finale di Freddy" di Shaye e due versioni di un finale di compromesso che Craven e Shaye avevano raggiunto, in cui la madre di Nancy viene trascinata in casa da Freddy, ma il pubblico rimane leggermente confuso su ciò che sta realmente accadendo. Craven ha sempre sostenuto che il film avrebbe dovuto avere il lieto fine che aveva scritto in origine.




  • La scena in cui Nancy (Heather Langenkamp) viene attaccata da Freddy nella vasca da bagno è stata girata usando una vasca senza fondo, che è stata messa nel set di un bagno che era stato costruito sopra una piscina. Durante la sequenza subacquea, Langenkamp è stata sostituita dalla stuntwoman Christina Johnson. Langenkamp ha trascorso dodici ore nella vasca da bagno durante le riprese.

  • Nella scena finale la parte superiore della decapottabile è scesa più velocemente del previsto. L'espressione di sorpresa degli attori e delle attrici è reale.

  • Durante la scena in cui Nancy corre verso casa sua con Freddy proprio dietro di lei, Heather Langenkamp si è tagliata il piede, con una ferita che ha richiesto diversi punti. Quando si guarda questa scena, si può chiaramente vederla zoppicare mentre entra in casa. Non stava recitando, ma era piuttosto una vera reazione alla sua ferita. Se si guarda da vicino, si può vedere la benda che indossa nell'ultima inquadratura della sequenza delle "scale appiccicose", che si svolge pochi istanti dopo.

  • Il poster sopra il letto di Glen, nella sua scena di morte, è la copertina dell'album "Grace Under Pressure" del trio rock canadese Rush.

  • Robert Englund ha dichiarato che la sua uccisione preferita nel franchise di "Elm Street" è la morte di Carlos nel sesto film. Carlos muore dopo che Freddy sostituisce il suo apparecchio acustico facendogli esplodere la testa.

  • Le musiche originali del film sono del compositore Charles Bernstein (Cujo, Entity, Dovevi essere morta).

  • La canzone pop degli anni '70 "Dream Weaver" di Gary Wright ha contribuito a consolidare la storia di Wes Craven, dandogli non solo una cornice artistica ma anche un riff al sintetizzatore utilizzato per la colonna sonora.

  • Il film ha fruito di un budget di circa 1 milione e 800mila dollari, una cifra recuperata nel solo weekend di apertura. Il film ha incassato nel mondo un totale di 25 milioni di dollari.



[Per guardare il video clicca sull'immagine in alto]

 

 

  • shares
  • Mail