Star Trek 4, Noah Hawley alla regia

Niente da fare per lo Star Trek di Quentin Tarantino. Per ora.

Non sarà Quentin Tarantino, arrivato ad un unico film dal suo annunciato addio al cinema, a girare Star Trek 4. Secondo quanto riportato dall'Hollywood Reporter, la palla passerà infatti a Noah Hawley, esploso in tv grazie ad acclamate serie come Fargo e Legion. Quest'anno il suo criticato esordio cinematografico dietro la macchina da presa con Lucy in the Sky, scifi trainato da Natalie Portman ancora inedito in Italia.

Chris Pine riprenderà il suo ruolo del Capitano James T. Kirk, affiancato da Zachary Quinto e Zoe Saldana. Questo quarto Star Trek si distingue da quello a cui Quentin Tarantino ha lavorato per due anni. Paramount stava sviluppando un quarto episodio dal 2016, nella speranza di andare incontro alle riprese a inizio 2019. Ma dopo aver sviluppato una sceneggiatura ispirata ai viaggi nel tempo, che avrebbe riunito il Kirk di Pine con suo padre (Chris Hemsworth), le negoziazioni con i due attori sono andate in pezzi nell'estate del 2018. Lo studio stava cercando di contenere i costi, ma gli accordi iniziali con il cast erano scaduti, e sul tavolo c'erano nuove richieste, più costose. I colloqui non sono mai ripresi e il progetto è stato accantonato.

All'epoca S.J. Clarkson era stata legata al progetto, che l'avrebbe tramutata nella prima donna della storia del franchise a dirigere un film di Star Trek. Ora tutto è cambiato. Hawley ha vinto un Emmy nel 2014 per la prima stagione di Fargo e produrrà Star Trek 4 con la sua 26 Keys insieme alla Bad Robot di J.J. Abrams, regista dei primi due capitoli cinematografici prima di passare a Star Wars.

  • shares
  • Mail